1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. enzino

    enzino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Innanzitutto complimenti per questo sito e piacere di conoscervi...
    Vi pongo il mio problema e spero in una vostra risposta:
    allora...condominio nuovo, costruito ed abitato da 2 anni, facciate dell'edificio di proprietà ed assicurate per 10 anni dal costruttore stesso, nel regolamento condominiale viene deciso che non si possono installare pergolati o gazebi fissi, le tende da sole devono essere uguali per tutti...
    L'inquilino sotto di me che ha un giardino ad uso esclusivo ha deciso (senza l'ok del costruttore, senza l'ok dell'amministratore e senza nessuna riunione fatta ma solo con l'ok del comune) di piastrellare parte del giardino ed installare un pergolato fisso con tenda nonuguale a quellascelta di 4 metri..il tutto concluso con una tettoia attaccata (15 cm misurati di distanza) alla mia finestra, rendendo la mia abitazione meno sicura...
    Può fare una cosa del genere? Che possibilità avrei e in che modo potrei fargli togliere questa struttura??
    Grazie mille per l'interesse
     
  2. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Detta così sembra un abuso in brba al regolamento condominiale che presumo sia di natura contrattuale.
    Scrivi all'amministratore, e fallo mettere all'ordine del giorno nell'assemblea
    Poi lo fate togliere
    Il comune dà il permesso sempre con la formuletta "fatto salvo i diritti di terzi"
    Se non lo toglie gli fate causa e vedrete che poi viene a più miti consigli
     
  3. dilemon

    dilemon Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Guarda guarda ho appena redatto una perizia come CTP per costruzione in un giardino di una tettoia che reca danno alla signora del piano di sopra...insomma il problema mi sembra molto simile al tuo! Purtroppo la mia cliente ha dovuto fare causa ma a suo favore ci sono state parecchie cose:- Il distacco della tettoia (sempre assimilabile ad una costruzione per la legge) dal suo balcone non era regolare vedi il C.C. a proposito sui distacchi tra le costruzioni, e il diritto negato dell'affaccio a piombo impedito dalla nuova costruzione e la dimostrazione che il punto più basso della tettoia permetteva un facile "appiglio" per la risalita dei mal intenzionati. Insomma ne hai di motivi per appellarti ai tuoi diritti...in bocca al lupo
     
  4. enzino

    enzino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    lui ha fatto questi lavori, ripeto che nè il costruttore, nè l'amministratore nè i condomini erano a conoscenza di questa opera...l'amministratore gli ha mandato raccomandata nella quale cita che il problema potrebbe essere discusso alla prossima riunione (a febbraio) anche se è un problmea mio e che quindi secondo lui si potrebbe risolvere solo attraverso l'intevento di un giudice di pace...una volta che gli è stata mandata la raccomandata lui ha fatto il giro casa per casa nel quale chiedeva agli altri condomini se la strauttura a loro piaceva e ovviamnete chi poteve dire di no visto che il problema loro non ce l'hanno...
    Io penso di fargli mandare una lettera da un avvocato in attesa di fare l'assemblea (ovviamente nessuno è interessato a farne una straordinaria)
    Un'ultima cosa..io ho questa tettoia a 15 cm dalle mie fnestre, può questa cosa essere sufficiente per fargli togliere questo pergolato??
    Scusate l'ignoranza...cosa vuol dire "vedi il C.C. a proposito sui distacchi tra le costruzioni, e il diritto negato dell'affaccio a piombo impedito dalla nuova costruzione "
    Grazie
     
  5. dilemon

    dilemon Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    C.C sta per Codice Civile il quale ti consiglio di consultare perchè potresti avere belle sorprese, nel tuo caso gli dal art.873 al 908 cerca su internet troverai tutto. Non essendo a studio causa febbre del mio bimbo ho trovato un assaggio su internet :" I condomini dei piani superiori possono contestare e far rimuovere la struttura perché non hanno più la veduta appiombo;
    Veduta appiombo
    Il proprietario del singolo piano di un edificio condominiale ha diritto di esercitare dalle proprie aperture la veduta in appiombo fino alla base dell’edificio e di opporsi, conseguentemente, ad ogni costruzione degli altri condomini che direttamente o indirettamente pregiudichi l’esercizio di tale suo diritto, senza che possa rilevare la lieve entità del pregiudizio arrecato.
    (Cass. civ., sez. II, 11 febbraio 1997, n. 1261)" In ogni caso anche i condomini possono avvalersi di questa sentenza...sempre che se sono interessati ovviamente. saluti!!
     
  6. enzino

    enzino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    gli darò un'occhiata al C.C, per quanto riguarda la contestazione "veduta appiombo" è la stessa contestazione che ha fatto l'amministratore nella racomandata a lui spedita
    Può questa bastare a far rimuovere il pergolato o posso esercitare il diritto della sicurezza (trovo assurdo avere delle travi di legno ricoperte da lamiera attaccate alle mie finestre)
    Mi confermate che gli altri condomini non c'entrano in questa faccenda, o meglio anche se per loro la potrebbe lasciare io posso comnque contestarla?
    Grazie davvero, mi state illuminando
     
  7. dilemon

    dilemon Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Certo che ti puoi opporre!!! nel diritto dei terzi c'è anche la singola persona non è necessario che l'assemblea del condominio voti con maggioranza per rimuovere la tettoia. Oltretutto al condominio la tettoia reca danno perchè se un giorno avrete bisogno di montare dei ponteggi per lavori di manutenzione alla facciata la presenza della tettoia ne impedisce il montaggio!!!!
     
  8. enzino

    enzino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno...venersì sera ho fatto una chiacchierata con la famiglia che ha fatto i lavori e ho socperto che lui ha richiesto al comune una DIA (scusate come sempre l'ignoranza ma dovrebbe essere un permesso a costruire..??!!) fornendo al comune il progetto fato da un architetto...
    ovviamente andrò a chiedere al comune info su questi lavori, ma volevo chiedervi che valore possa avere questo documento e che "potere" ha il comune in merito alle decisioni di un condominio o di un condomino...qualcuno di voi è a conoscenza dell'esistenza delle msure minime di distanza per qualsiasi tipo di costruzione dalla mia finestra a quella del vicino di sotto??
    Grazie....mi sto esaurendo!!!!
     
  9. enzino

    enzino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao....qualcuno di voi è a conoscenza di misure minime per la costruzione di tettoie da una finestra all'altra..o meglio..
    L'inquilino che abita di sotto per costruirsi una tettoia a che distanza minima deve stare dalle mie finestre??
     
  10. casalecchio

    casalecchio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ciao. La D.I.A. è una denuncia di inizio attività per la quale non si chiede il permesso al comune come per fare una nuova costruzione ma è un progetto con relazioni allegate dove generalmente si fanno opere di modesta entità. Con una D.I.A. si può regolarizzare un pergolato ma però non lo si può coprire in modo fisso, opera per la quale serve un permesso di costrire. Tutti i permessi rilasciati dal comune sono sempre rilasciati "salvo il diritto di terzi" di opporti per giustificati motivi.
    Se il regolamento condominiale non prevede il diritto al singolo di effettuare questi lavori è compito dell' amministratore.
    Se le opere fatte vanno in contrasto con il codice civile è opportuno conunicarlo all' amministratore ed è materia di avvocati.
    Se le opere fatte non rispecchiano anche in parte i lavori dichiarati nella D.I.A. chiedi sempre tramite l' amministratore di ripristinare le opere come dichiarate minacciando un accertamento tecnico (sanzione, ecc.)
    Spero di esserti stato di aiuto
     
    A enzino piace questo elemento.
  11. Ciao Enzino e benvenuto nel nostro forum.
    Nel tuo topic ci sono acune cose che, secondo me, vanno assolutamente chiarite a scanso di equivoci, così che tu possa avere le informazioni giuste per poter agire.

    1. Come giustamente riportato da Casalecchio qui sopra richiedere permessi al Comune sia per quel che riguarda la D.I.A. che per costruire, sono vincolanti al diritto di terzi, cioè detto in soldoni si rilasciano A MENO CHE UNA TERZA PERSONA ( CONFINANTE ) NON SIA D' ACCORDO E NON LE RECHI DANNI.
    E visto che a te il danno lo crea, per motivi sia di affaccio che di sicurezza, perchè dista 15 cm. dalla tua finestra, direi che hai tutti i diritti di agire per vie legali per far valere le tue sacrosante ragioni.

    2. Come se tutto ciò non bastasse, IL REGOLAMENTO CONDOMINIALE CONTRATTUALE VIETA ESPRESSAMENTE AI CONDOMINI DI COSTRUIRE PERGOLATI O GAZEBI, perciò non c'è santo che tenga: non può costruirli. E a NULLA, e sottolineo NULLA valgono la sua richiesta di pareri scampanellando agli altri condomini. Tieni presente questo: VALE ESCLUSIVAMENTE L' ASSEMBLEA CONDOMINIALE CON LE RELATIVE DELIBERE, IL REGOLAMENTO CONDOMINIALE E IL CODICE CIVILE, tutto il resto è aria fritta.

    3. Detto questo, chiedi al tuo amministratore di indire una assemblea straordinaria, insieme a un altro condomino, con all' ordine del giorno la richiest di rimozione del famoso pergolato e tettoia.
    Se non ottieni soddisfazione dall' amministratore, vai da un legale e agisci di conseguenza.

    Spero di esserti stata d' aiuto,

    Cristiana
     
  12. GBG-Studio

    GBG-Studio Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Caro Enzino e carissimi tutti;
    il tuo caso è molto noto e frequente.
    La prima domanda da farsi è la seguente:
    qualora la veranda/tettoia fosse installata rispettando tutte le normative vigenti,
    veduta in appiombo, distanze, il non doversi fissare sul muro condominiale, e il decora archittettonico.. tu saresti ugualmente irritato per il semplice motivo che ha il nome di "INVIDIA"... so che non è una domanda ma direttamente un'affermazione.
    Dico questo perche' ho vinto da poco un'inutile battaglia legale data da una lamentela infondata da parte del mio vicino di appartamento/condomino...
    Anche un semplicissimo gazebo acquistato all'IKEA sarebbe un problema..per non parlare di un ombrellone di modeste dimensioni!...
    Quindi vi prego di smetterla di cercare ogni secondo un pretesto per infastidire chi sicuramente non vi ha fatto mai un torto.
    Prima o poi..verrete puniti.
    Vi ringrazio per l'attenzione e spero che il vicino riesca nel suo intento ignorando la tua "cattiveria e invidia".Saluti,
    GBG-Studio
     
  13. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    perchè tante maiuscole?
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Infatti la vedo dura che quella tettoia possa rimanere. Poi un altra cosa il giardino é terrapieno? Se così non fosse potrebbe esserci anche un problema al drenaggio con la piastrellatura ..... Senti subito l'amministratore
     
  15. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    In ogni caso rischia grosso
     
  16. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Dovrà semplicemente togliere il pergolato.
     
  17. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    nessuna sanzione, ma sono sempre spese ci sono pergolati carucci in giro.
     
  18. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    problema suo, non può attaccarsi alla facciata! Doveva informarsi e chiedere prima di comprare pergolati ecc. Io vedo anche un problema al drenaggio del giardino ...
     
  19. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    da un punto di vista giuridico bisogna considerare che il rogito riporta sempre l'obbligo di rispetto del regolamento condominiale (enzino verifica) pertanto questo diviene pattuizione contrattuale. Infrangerlo significa infrangere il contratto stesso.

    L'utilizzo della facciata di per se non è proibito ma di certo deve essere fatto con criterio. Se viene posta a 15 cm dalla finestra è cosa diversa da collocarla in mezzo al giardino. Qui non si tratta di invidia ma solo di prepotenza.

    Da fare subito:
    a) sentire il professionista che ha curato i lavori per capire com'è stato possibile che non si sia curato dell'autorizzazione dell'assemblea e delle distanze;
    b) accesso agli atti presso il Comune. Sei persona interessata e hai diritto di visionarli. Dai disegni capirai meglio cosa il Comune ha autorizzato;
    c) verifica del regolamento Comunale e se quanto realizzato è conforme;
    d) in ipotesi di difformità segnala la cosa al Comune (Edilizia privata o VV.UU.) allegando fotografie.
    Nel caso ci sia un abuso edilizio la rogna la risolve il Comune e tu non dovrai fare altro, viceversa potrai agire (dipende dalle risultanze) in base a infrazioni al codice o al contratto. Tieni presente che il professionista ha interesse a risolvere bonariamente la questione, in caso esistano dei problemi potresti citarlo dinnanzi al suo albo professionale.
    Kurt
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina