1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    I Sardi hanno deciso di non rinnovare la fiducia a Soru,speriamo di non saltare dalla padella alla brace.
    E' lecito pensarlo dal momento che il neo Presidente non lo conosceva nessuno ma è stato presentato in campagna elettorale dall'attuale Presidente del Consiglio,speriamo che lo consigli bene sul come si governa.
     
  2. Patty

    Patty Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Intanto però è saltato il G8 alla Maddalena e già questo è un grosso guaio per gli albergatori, cosa dicono i sardi di questo?
     
  3. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Patty,
    Intanto piacere di conoscerti.Mi hai preceduto dal momento cha sarebbe stato argomento di questo spazio.
    Dobbiamo fare un passo indietro e ricordare che sempre il Presidente del Consiglio attuale pensò al G8 in Sardegna,alla Maddalena in particolare,come atto di sensibilità e solidarietà verso i residenti ai quali fù tolta una fonte di reddito enorme derivante dallo smantellamanto della base americana.
    L' attuale Presidente del Consiglio non è nuovo a propositi solidali e costruttivi del genere,infatti anche a Napoli in occasione del problema rifiuti organizzò un Consiglio dei Ministri.
    Ad oggi un mese esatto accadeva la catastrofe in terra di Abruzzo e sempre l' attuale Presidente del Consiglio
    ha pensato con spirito solidale e costruttivo di spostare il G8 proprio lì.
    I Sardi di ciò non saranno sicuramente contenti ma comprendono,da popolo buono e altruista che ha sempre dimostrato di essere, che ci sono priorità indiscutibili come il caso dell'Abruzzo e auspico che riflettano dell'eventualità che una catastrofe del genere poteva accadere ovunque.
    Grazie dell'intervento Patty.
    Saluto tutti.
    Manlio
     
  4. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Il G8 in Sardegna.

    Vorrei con queto form riprendere l'argomento proposto da Patty.
    Doveva essere l'hotel delle notti di Obama e Sarkozy, il cinque stelle superiore dei capi di Stato del mondo. È già una cattedrale nel deserto, con la sua facciata bianca stretta tra un capannone della Marina militare, una strada trafficata e il mare senza spiaggia che qui, e solo qui su tutta l'isola, a volte puzza di fogna. Nessuno vuole gestire il più grande dei due alberghi costruiti alla Maddalena per il G8 che non si farà. La gara indetta dalla Protezione civile è andata deserta. Perché, almeno per pareggiare il capitale già speso, lo Stato o la Regione Sardegna dovrebbero affittare l'albergo a un imprenditore che a sua volta dovrebbe far pagare mille euro a notte per queste stanze con vista da motel. Una cifra folle e completamente fuori mercato. Qualcosa non ha funzionato nel controllo dei costi, come 'L'espresso' aveva già scoperto nel dicembre scorso. Ma i dubbi adesso sono ufficiali. Tutte queste opere sono sotto inchiesta.
    I carabinieri del Ros stanno indagando sulla catena di appalti. Un'indagine condotta per il momento dalla Procura di Firenze. Anche il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, commissario delegato per il G8 e responsabile dell'applicazione delle procedure d'urgenza, ha avviato un'indagine interna. Un provvedimento seguito pochi giorni fa dalla decisione del Consiglio dei ministri di chiedere per decreto il taglio retroattivo dal primo marzo delle maggiorazioni alle imprese per le lavorazioni su più turni, dei premi di produzione e la riduzione del 50 per cento dei compensi per le prestazioni professionali destinati a progettisti, esecutori e collaudatori. Maggiorazioni, premi e compensi confermati da almeno 16 tra ordinanze e decreti voluti, firmati o proposti dal governo e dalla Protezione civile.
    Un dietrofront che limita (di poco) i danni per le casse statali, ma anche le possibili responsabilità giudiziarie di funzionari e controllori, tuttora da identificare, che prima avrebbero avvallato le spese e ora stanno lavorando per contenerle. Letta così la decisione di Silvio Berlusconi di trasferire il vertice a L'Aquila, non è solo un atto d'affetto e un doveroso impulso al risparmio. È anche una via d'uscita necessaria. Forse bastava una formulazione più moderata dei preventivi e dei contratti. E i soldi per l'evento sarebbe bastati.
    La domanda da cui parte l'inchiesta dei carabinieri del Ros è una: nella formulazione delle offerte, c'è stata o meno concorrenza tra imprese? Un dubbio che hanno avuto anche i vertici della Protezione civile. Nel giugno 2008 Bertolaso chiede al professor Gian Michele Calvi come poter verificare se alla Maddalena si stia spendendo più del necessario. Calvi, oltre che amico del capo della Protezione civile, è tra i massimi esperti di ingegneria antisismica e membro della Commissione grandi rischi. Pochi giorni dopo, il professore, che insegna a Pavia, viene accompagnato a visitare i cantieri. Sempre in quei giorni un'ordinanza di Berlusconi sostituisce il soggetto attuatore degli appalti Angelo Balducci con il suo collaboratore Fabio De Santis e istituisce una commissione di tre esperti: "Al fine di assicurare un'adeguata attività di verifica degli interventi infrastrutturali posti in essere dai soggetti attuatori in termini di congruità dei relativi atti negoziali", è scritto nell'ordinanza. Insomma, un'indagine su interventi e contratti. In autunno viene sostituito anche De Santis e a capo degli appalti è nominato il professor Calvi. La questione dei costi continua a preoccupare. Calvi avvia le verifiche delle spese, voce per voce. E a fine febbraio spedisce tutti i progetti al Consiglio superiore dei lavori pubblici perché esprima un parere. Presidente di questo consiglio è proprio Angelo Balducci, nel frattempo promosso dal ministro Altero Matteoli al vertice del massimo organismo di controllo del ministero. "È vero che il Consiglio si trova a dover valutare provvedimenti di spesa approvati quando Balducci era soggetto attuatore", spiega una fonte vicina alla struttura di missione della Protezione civile alla Maddalena, "ma Balducci conosce i cantieri e gli imprenditori che hanno vinto gli appalti. E forse è l'unico funzionario di Stato in grado di far accettare a quegli imprenditori tagli ai loro incassi. Il rischio è sempre quello dei ricorsi".
    Tutti nei cantieri della Maddalena sanno che i carabinieri stanno indagando. L'indagine del Ros parte dall'intercettazione il 9 agosto 2008 di una telefonata dell'architetto Marco Casamonti, 43 anni, fondatore dello studio Archea, uno dei progettisti dell'hotel. Casamonti, arrestato e rilasciato dopo l'interrogatorio, è sotto inchiesta in Toscana dall'autunno per i presunti accordi sottobanco tra la Fondiaria-Sai di Salvatore Ligresti e alcuni politici della giunta di Firenze. "Ci hanno chiamato per dare una mano per i progetti del G8 all'isola della Maddalena", dice Casamonti nella telefonata intercettata, "perché stanno facendo i lavori e sono nella cacca più nera. Perché hanno dato incarico agli architetti di Berlusconi che non sono in grado...".
    Adesso il decreto voluto dal governo per tagliare i premi alle imprese potrebbe addirittura aggravare i conti. La retroattività al primo marzo, quando ancora si parlava di G8 alla Maddalena, e la decisione di dimezzare i compensi ai professionisti rischia di esporre lo Stato ai ricorsi. Alcune ditte appaltatrici, una minoranza, stanno già studiando la questione con i propri legali. La maggior parte degli imprenditori ha per ora deciso di concludere comunque i lavori. In palio c'è l'Abruzzo e la possibilità di partecipare agli appalti per la ricostruzione. Il caos di questi giorni, la manifestazione degli abitanti, le proteste del sindaco della Maddalena, Angelo Comiti, hanno nascosto il risultato positivo dei lavori sull'isola. Per la prima volta in Italia un'opera pubblica viene progettata, appaltata, eseguita e consegnata in poco più di un anno. Al posto di un arsenale militare, contaminato da amianto e idrocarburi, ora c'è uno yachting club con porto turistico per 700 barche, aree per conferenze, scuole di vela e un albergo di lusso progettati dall'architetto Stefano Boeri. Un polo di attività che avrà forse più successo dell'hotel-cattedrale ricavato nell'ex ospedale militare, quello che nessuno vuole. Per la sua gestione, il cuore del progetto che avrebbe dovuto ospitare il meeting, ha vinto la Mita Resort, società della presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. E il fatto che altre due società sarde abbiano presentato ricorso al Tar per far annullare la gara, significa che questo complesso richiama interesse. Con il suo indotto di posti di lavoro e ricadute economiche. Facendo qui il G8, Berlusconi rischiava cioè di dar lustro a un'idea uscita dal programma dell'ex governatore sardo di centrosinistra, Renato Soru. Un'eventualità che il premier ha sempre tentato di evitare, fin da quando appena eletto aveva proposto di trasferirlo a Napoli.
    L'altra incognita sull'avvenire della Maddalena è la mancanza di infrastrutture. Dirottate alle imprese costruttrici le principali risorse, non sono rimasti più soldi per l'allargamento dell'aeroporto di Olbia, la realizzazione della superstrada Olbia-Sassari e la costruzione della passeggiata a mare che avrebbe dovuto collegare il paese della Maddalena al nuovo porto turistico. I tre progetti, più volte confermati dal governo, sono stati via via sfilati perché i costi già alti e le varianti in corso d'opera stavano svuotando la cassa. "A più di due settimane dal trasferimento del G8", racconta il sindaco, Angelo Comiti, "non ho ricevuto una sola telefonata di Bertolaso. Di nessuno, né del governo, né della Protezione civile. Ci hanno spinti in una situazione antipatica. Perché sembra che vogliamo fare concorrenza agli amici dell'Aquila che vivono settimane tragiche. Non è così, andrò a L'Aquila a spiegarlo. Però il lavoro enorme che abbiamo fatto qui non può essere ridotto a una sceneggiata di 'Scherzi a parte'. Ti svegli una mattina e ti dicono che era tutto una finzione".
    Pochi giorni fa Comiti ha potuto visitare i cantieri, ancora coperti dal segreto di Stato e presidiati dal battaglione San Marco come se il G8 si dovesse svolgere ancora qui. La riservatezza sui cantieri dovrebbe essere tolta il 20 maggio. Al sindaco i rappresentanti della struttura di missione, Riccardo Micciché e Francesco Piermarini, cognato di Bertolaso, hanno garantito che i lavori saranno completati entro il 31 maggio. Come previsto. Data confermata dall'architetto Boeri: "Non posso dire di più perché vale sempre il segreto, ma nonostante i tagli le imprese hanno deciso di concludere". Verranno comunque consegnati immobili senza arredamento. La Protezione civile ha inoltre deciso di non completare l'asfaltatura dei viali e l'arredo a verde per risparmiare altri 50 milioni da impegnare per il G8 a L'Aquila. Questo dovrebbe ridurre i costi alla Maddalena da 377 a 327 milioni di euro. La previsione di spesa al momento della firma dei contratti era di 308 milioni. Secondo la Protezione civile che, va detto, ha sempre garantito trasparenza sulle cifre, c'è stato dunque un rincaro del 22 per cento. Le imprese però avevano già ottenuto per contratto un incremento del 30 per cento per il fatto di lavorare su un'isola, del 15 per cento per i turni di lavoro giorno e notte e ancora del 12 come ulteriore 'premio di accelerazione'. Cioè un aumento del 57 per cento. Il risultato è un valore degli immobili completamente fuori mercato che difficilmente potrà restituire alle casse pubbliche quello che tutti noi abbiamo speso. Per l'albergo nell'ex ospedale che nessuno vuole gestire si tratta di 16.800 metri quadri. Ci sono costati 73 milioni, calcolando un aumento medio del 22 per cento sui 60 milioni previsti. Significa un costo di costruzione senza arredamento di 4.345 euro al metro (3.571 senza l'aumento). Alla Maddalena i costi non superano i 1.200 euro al metro. Le ultime tabelle dell'Agenzia del territorio fermano il costo di vendita di una villa di lusso a 3.200 euro al metro. Poiché tra suite e standard, le stanze sono 101 significa un costo medio per ogni stanza di 722 mila euro. Cioè l'equivalente, per ogni camera, di 14 mini appartamenti da 50 mila euro da costruire a L'Aquila. Considerata una rendita del 4 per cento, se lo Stato dovesse pretendere il pareggio da questo investimento con l'incasso di un affitto, il povero gestore dovrebbe sperare di incassare 28 mila euro l'anno per ogni stanza. E poiché l'estate alla Maddalena riempie gli alberghi non più di 40 giorni, significa partire già da 722 euro a notte. E a questo punto fallirebbe perché non avrebbe soldi per pagare il personale, la manutenzione, le tasse. Alla fine dovrebbe alzare il prezzo. Almeno mille, 1.200 euro a notte. Per affacciarsi su un capannone, una strada, lo scarico. E gustarsi il panorama che Obama e Sarkozy non hanno mai visto.
     
  5. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    L'ASINO SARDO, QUELLO VERO, LO FREGHI UNA VOLTA SORU.


    Sono l'asino sardo deciso a non farmi fregare più da Soru ! In questa mia riflessione vi spiego i perché e vi invito ad ampliarli. Penso che, considerate tutte le cose negative fatte da Soru e la sua maggioranza, si possa arrivare anche a oltre 100 "perché"; io inizio con i primi 36 poi mi auguro che qualcuno mi segua:

    1) perché finalmente potrò costruirmi la villa nella collina fronte alla spiaggia con il terreno a destinazione agricola, acquistato 6 anni fa quando c'era Mauro Pili;

    2) Perché potrò mettermi una mega pala eolica in giardino a produrmi tutta l'energia che vorrò e quando ci sarà caldo la farò girare a manetta alimentandola con un gruppo elettrogeno diesel per rinfrescare me e tutti i miei ospiti;

    3) perché potrò finalmente riavviare il mio ente di formazione personale ops .. professionale, creandomi il bacino di clientele per me e i miei amici, farò corsi su corsi per insegnare come riuscire a lasciare la scuola statale a 15 anni, fregare ragazzi, genitori e la regione, stando in classe a contare le mosche che volano, mentre il professore si conta i topi del naso, e avrò anche di nuovo una fetta della torta dei 400 milioni che ri-finanzieranno per noi formatori bravi ;

    4) perché finalmente potrò riandare a chiedere finanziamenti, favori, scambi, autorizzazioni, concessioni, etc etc alla Regione, dal funzionario o dall''assessore o dal consigliere amico dell'amico...il voto mio e della mia tribù varrà finalmente qualcosa!

    5) Perché finalmente mio zio riavrà la sedia di consigliere della comunità montana di Stintino, mia cugina potrà avere un gettone nel consorzio industriale di Escalaplano, mio diddino nell''Ente reg. per la salvaguardia della babauga sarda, la mia amica ?.. a per lei dipende da cosa offre, eh eh.

    6) Perché riavremo finalmente anche noi un nostro bel parco di auto Blù , non sopporto che abbiamo distrutto un patrimonio di automobili che ci rappresentavano in giro per la Sardegna! Ben 700!!! In Sicilia nel frattempo le hanno raddoppiate le loro! Siamo i soliti frilli.

    7) Perché ci sarà meno affollamento all'università nella facoltà di mio figlio, questa storia dei contributi agli studenti per merito crea affollamento! Se non hai i soldi per studiare stai a casa, mancano braccia all''agricoltura! Poi lo sanno tutti che il merito non paga, devi bussare alle porte giuste!!

    8) Perché la giunta regionale con il suo seguito si potrà finalmente riunire a spese della regione in una sede degna come "Forte Village" come ai tempi di Mauretto;

    9) Perché non saremo più gli unici fessi del centro sud Italia a non avere la sanità in Passivo, se no poi non ci girano i soldi dallo stato per ripianare il deficit...che furbizia..

    10) Perché finalmente torneranno i militari e gli americani nelle servitù...che fessi...avevamo i servi per noi e li abbiamo mandati via!!!! Quando lo rivedi un sottomarino nucleare americano a 100 mt di distanza? Che emozioni abbiamo perso!

    11) perché voglio stare in costa, mangiare aragosta tutto l'anno anche piccola come un gambero, datteri di mare, bistecche di foca monaca, grifone a taccula e vedere Briatore con Lele Mora e i suoi amici che si baciano e, non mi frega niente di andare a ballare su ballu tundu a "cortes apertas" all'interno, parlare in limba, mangiare formaggio con i vermi, e sentire puzza di pecora bollita... che rozzi, che grezzi!!!

    12) Perché finalmente il mio amico Mario Brambilla di Milano potrà comprarsi un'altra villa sulla spiaggia, da affittare in nero e non dovrà pagare nessuna tassa, con quello che già paga al billionare ci manca solo la tassa sull'ambiente, mica sporcano, lui e i suoi amici portano tutto al largo con lo yacht da 25 m e sfamano i pesci! Altro che tasse, dovremmo pagarli noi!!

    13) perché potrò finalmente edificare anche sulla necropoli punica usando le tombe come letti per i turisti, o come wc alla turca;

    14) perché mi piace andare con il gippone a caccia, sparare a tutto quello che vedo come nel video game, buttar giù muretti a secco e schiacciare la ferula con le ruote, tanto ricresce!

    15) perché non voglio regole certe, e soprattutto limitative , in Sardegna basta la regola non scritta: siamo tutti gente seria e di parola, basta una stretta di mano, poi si fa un accordo di programma con i miei amici di merende, che sarà tutto un bel programma!! Eh eh

    16) perché non mi piace essere additato da tutto il mondo ad esempio per valorizzazione e salvaguardia dell'ambiente e della nostra identità, meglio stare uniformati anzi un gradino sotto...con troppa visibilità poi non posso fare insediamenti creativi vicino allo scoglio della tartaruga.

    17) Perché potrò riaprire altre cave dove mi pare e piace, basta sapersi muovere bene.. Poi se non apriamo le cave dove lo prendiamo il materiale per costruire? se non fosse per la spiaggia del Poetto non avremo potuto edificare mezza Quartu!! Poi, come vedi, un rimedio c'è sempre: chiedi alla ditta dei miei amici Balletto e Zirone... trasporti rapidi, sabbia e fanghiglia!
    18) perché non ritengo giusto che Soru sia riuscito dopo 20 anni a far incassare ai sardi parte delle tasse della SARAS e di chi del continente opera in Sardegna, ci danno già il lavoro e tante altre belle cose... con il catrame recuperato dagli scogli ho già impermeabilizzato 50 ville a schiera in costa. Alla fine poi per cosa? Con 3 miliardi di euro in più paghi sanità e trasporti ecc e ti restano pure 1,8 miliardi! Non ci paghi la birretta ichnusa per tutti;

    19) Perché alla regione era meglio quando si stava peggio!, per informarti su cosa si faceva bastava andarci, e conoscere il sentiero giusto... mica era sport per tutti! adesso anche i più imbranati con internet sanno troppo!! molte cose possono impressionare i deboli di cuore e di sentimenti, molto meglio non informare troppo e poi i consulenti che devono istruire le pratiche di cosa vivono? Troppo semplice così!;

    20) perché dopo le elezioni regionali era sempre una festa al suono del valzer, nuovo giro... nuovo presidente!!! Con la nuova statutaria invece?

    21) perché per colpa della raccolta differenziata passata in 4 anni dal 5% al 30% della complessiva prodotta, ci hanno fatto usare un sacco di pattumiere, e poi ci possiamo permettere pure di importare immondizia da fuori e farci pagare per smaltirla! Roba da chiodi? troppe pattumiere, troppe

    22) perché potrò buttare giù la casa del mio tris nonno per usare i tronchi di ginepro nel barbecue della villa sulla collina fronte mare con la mega pala eolica che mi soffia anche per attizzare il fuoco con il porceddu che gira; sperando che bruci molto anche attorno così facciamo le squadre antincendio per metterci mio cognato, e poi le squadre di rimboschimento per mio fratello...è il ciclo naturale della natura, tutto si distrugge e tutto si ricrea , cenere eravamo cenere ritorneremo...che male c'è?

    23) Perché i miei figli alle elementari e medie non devono andare a far l'orario prolungato di ripasso delle materie base per colpa dei soldi che la regione da alle scuole, proprio quando c'è in tv "uomini e donne ", e "amici" della De Filippi; Il governo nazionale si che l'ha capito!! Non per niente li toglie!

    24) perché un imprenditore non può iniziare una costruzione o un'attività dopo 20 giorni presentando il progetto allo sportello unico, e se l'idea non l'ha pensata bene! Chi paga? Dobbiamo essere "is primusu" in Italia per queste stoltezze? E poi gli impiegati degli uffici pubblici che controllavano e davano le concessioni? Si leggeranno il giornale? E l'indotto creato dei maialetti e bottiglie di vino regalate per accelerare la pratica, a chi lo lasci?

    25) Perché non ci sarà più "Sardegna fatti bella"che ha diminuito una caratteristica del nostro paesaggio, la sporcizia vagante.

    26) perché potrò trovare di nuovo scuse se non assumo un giovane, "non ci sono contributi regionali per formarti in azienda";

    27) perché non si possono occupare in 3 anni 13.000 donne in più, ben il 10% oltre rispetto alle altre regioni del centro sud, se no a casa chi pulisce, chi lava , chi cucina?.

    28) perché ero affezionato ai vecchi pulman dell'ARST, nei sedili c'erano tutte le mie scritte ed intagli ;

    29) perché meno male che resterà la Tirrenia, potremo esercitarci meglio a parlare il Napoletano con il personale e addestrare le cimici a saltare durante la noia del viaggio;

    30) perché meno male che non arriveranno più i nuovi treni per andare a Sassari in due ore, e soprattutto per venire loro a Cagliari in un'ora e mezza (certo, è tutta in discesa);

    31) perché riavrò la mia linea telefonica lenta e tranquilla al massimo isdn, troppa velocità=troppo stress, e poi nei paesi dell'interno che se ne fanno delle linee veloci internet? la collegano al carro dei buoi?

    32) Perché mio nonno sclerotico lo potrò scaricare alla casa di riposo del mio amico convenzionato che mi darà lui un contributo al netto di quello che si tratterrà per le spese dei suoi amici all'assessorato alla sanità....passare da 3000 assistiti a domicilio a 20000 in 4 anni è una pura follia; Poi questa Dirindidina chi la conosce, è superba e non da confidenza a nessuno, molto meglio gli amici nostri con cui "dialogare"..

    33) perché 5 nuovi ospedali in Sardegna sarebbero stati troppi, portano sfiga, ci avrebbero costretto ad ammalarci di più, e poi quanta concorrenza devi mettere al mio amico primario Barone sanitario? Se no mica può giustificare che ti manda, per l'urgenza della visita, dal suo amico-socio-collega;

    34) perché voglio pagare il ticket elevato come le altre regioni in deficit sanitario e anche addizionale IRPEF più alta, è una questione di equità.

    35) perché si risparmieranno tutti quei soldi che vengono sperperati per i servizi sociali a favore dei meno abbienti e per le famiglie. Vuoi mettere, se li aggiungono alla mia formazione professionale ci convengono di più, inutile dare poco a tutti , meglio molto a pochi!

    36) perché non ci sarà più il piano sanitario regionale, e il mio amico che ha la clinica privata rincomincerà a mangiare l'astice, povero!

    37) perchè non me ne frega niente di viaggiare con il low-cost in 53 diverse destinazioni....me ne resto nella villa in collina fronte spiaggia ad ammirare lo yacht di Briatore che viene e che va...altro che monumenti o musei!! Le varie città europee me le guardo in cartolina...anzi, mi guardo le immagini in internet (con la mia linea telefonica lenta che mi piace di più!)...che per caricare una foto ci mette un'ora e mezzo e in quel tanto facevo prima a prendermi il volo a straccu baratu e andarci direttamente.…ma co
    sì non c'è proprio gusto!!

    Le motivazioni dell'asino sardo vero sono queste, ma se sei asino vero ne avrai anche tu!!!

    ADESSO AVETE CAPITO PERCHE' IL VERO ASINO SARDO LO FREGHI UNA VOLTA SORU ?

    PARTECIPA E FAI PARTECIPARE!!!!

    E ALLORA : PEGGIO ASINI!!!

    MEGLIO SORU, MEGLIO LA SARDEGNA!!
     
  6. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  7. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Il Supporter e la Community di Immobilio vi AUGURA buone e serene ferie estive.
    Ciao a tutti ;) .
     
  8. Deisi

    Deisi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Re: Il neo Presidente della Regione Sardegna.

    La sensazione è che tra l'uscente ed il nuovo Governatore non sia cambiato nulla per i Sardi :rabbia:
     
  9. studio carme

    studio carme Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Re: Il neo Presidente della Regione Sardegna.

    In effetti sembra proprio così... ma almeno "niente nuove = buone nuove"
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina