1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. kenwood

    kenwood Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve,

    sto acquistando un appartamento su cui (si è scoperto dopo il compromesso...sigh) gravava un ipoteca giudiziale seguita da pignoramento.
    Allo stato attuale però, a seguito delle rinunce dei creditori, il giudice dell'esecuizione ha emesso una ordinanza di "estinzione del procedimento".
    Questa mattina mi ha telefonato il notaio dicendo che "per la cancellazione del pignoramento, a ulteriore garanzia, io dovrei depositare presso il loro studio un assegno di €2.500".
    Ho appuntamento lunedì, ma nel frattempo mi sono informato e da quello che ho raccolto in giro, pare che il giudice stesso avrebbe dovuto ordinare la cancellazione (contestualmente all'ordinanza suddetta). Non avendolo fatto (ed essendo trascorsì già i 20 gg. previsti per ricorrere), ora la cancellazione si può ottenere solo se richesta da pignorante e pignorato dinnanzi al giudice ordinario.
    E' effettivamente così? E se sì, cosa centro io e a che titolo chiedermi sti €2.500? A cosa servirebbero?
    So bene che queste risposte dovrebbe darmele il notaio lunedì, ma non voglio essere "raggirato" perciò mi farebbe piacere avere la vostra opinione prima di questo incontro...

    Ringrazio tutti di cuore
     
  2. Lisio Alessandro

    Lisio Alessandro Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il notaio avrà le sue conoscenze e ti farà ottenere quello che ti serve, quelle conoscenze rimangono in vita con i tuoi 2.500 euro.
     
    A kenwood piace questo elemento.
  3. kenwood

    kenwood Membro Attivo

    Privato Cittadino
    :shock:..... allora se li facesse dare dal proprietario che rischia l'asta, non da me! Non trovi?
     
  4. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Con i soldi che tu hai dato al compromesso, il venditore, ha pagato i puffi ed ora è rimasto senza soldi, ma bada bene la mia è una semplice illazione, quindi quale vantaggio chiederli a lui, meglio attingere dove ci sono.

    Smoker
     
  5. kenwood

    kenwood Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non fa una piega!!!

    Per essere precisi ha pagato solo una piccola parte di buffi!!! la parte grossa verrà coperta al rogito (da me)!!!
    Io penso che, se al momento è tutto ok, il notaio deve presentare la relazione notarile alla banca e stop!! Non chiedere soldi a me!!Se non è tutto ok e occorre "ungere" qualcuno, me lo dicesse perchè in questo caso sono mesi che mi sta prendendo in giro!!! e questo mi fa molto inc.......re ...Altro che 2.500 euro gli do'!!! questo vuole prendermi per sfinimento!!!
     
  6. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    cancellare una ipoteca giudiziale e un pignoramento comporta inevitabilmente un costo, anche se ordinata dal giudice, non avviene in automatico.

    Smoker

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    Chi "cura" lo stralcio?

    Smoker
     
  7. Lisio Alessandro

    Lisio Alessandro Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non è cattiveria sicuramente è la tarda ora ma il notaio è il tuo ? Lo hai scelto tu ? Se le risposte alle mie domande sono affermative è normale che i soldi li chieda a te sei tu il suo cliente per di più se la parte più interessata alla trattativa quindi in parole povere sei la più emotivamente coinvolta e quindi spillabile di soldi e l'unica anche che ce li ha da quanto ho capito, paga, ottieni la compravendita e fai cattiva pubblicità al notaio ma assicurati casa.
     
  8. kenwood

    kenwood Membro Attivo

    Privato Cittadino
    sono stato dal notaio che mi ha detto che i 2.500 servono come garanzia per l'estinzione di alcune ipoteche che non hanno più titolo, ma che essendo ante-legge bersani (credo) vanno estinte con le vecchi procedure.
    Al momento dice di aver garantito lui (il notaio), quindi suppongo voglia avere la certezza di rientrare di questi soldi: non potendo chiederli al proprietario (senza un soldo) li chede a me, in conto prezzo, cioè da detrarre dalla cifra da corrispondere al proprietario (al rogito).
    Io ho detto che provvederò quanto prima (ieri non ho dato niente), ma in realtà voglio attendere che la mia banca si pronunci sulla relazione notarile e dica che è tutto ok
     
    A maryber piace questo elemento.
  9. un povero notaio

    un povero notaio Membro Ordinario

    Altro Professionista
    La situazione è delicata: le ipoteche e il pignoramento vanno cancellate materialmente. L'ordine del Giudice è solo teorico, perchè poi ad esso va data esecuzione (pagando tasse e spese). Non basta, cioè, l'ordine del Giudice. E non c'entra la legge Bersani. Piuttosto accertati bene che ci sia l'ordine di cancellazione del pignoramento perchè è una bestia pericolosa che va eliminata subito. Vedi il mio scritto in http://mioblog.notaiopescaradambrosio.it/come-cancellare-un-pignoramento-sulla-casa-da-acquistare/
    Quanto alla spesa certamente tu hai ragione: essa spetta al venditore, non a te. Ma se il venditore non paga e tu neppure, difficilmente il notaio ce li rimette di tasca sua. Quindi non cancellerà nulla. Se non cancella nulla dovrà inserire l'esistenza delle ipoteche e del pignoramento nella relazione preliminare, e appena la banca legge la relazione si spaventa e non ti da più il mutuo. Col rischio che non puoi onorare il preliminare e diventi inadempiente tu. Consiglio dunque di correre a pagare il notaio e fargli togliere le pregiudizievoli prima della relazione preliminare, in modo che essa sia pulita, e poi al rogito detrarrai la somma da te spesa dalle tue spettanze al venditore.
    E' importante comunque, qualsiasi sia la tua decisione, di capire che i soldi non servono affatto a "ungere" nessuno, ma che sono dovuti allo Stato e al Notaio per tasse e spese di cancellazione. Se vai a comperare un etto di mortadella e il salumiere chiede di essere pagato puoi decidere di non comprare più la mortadella ma non puoi dire che il salumiere ti ha "spillato" dei soldi, e che te li vuole "attingere" magari per "sfinimento". Nessuno ha il diritto di ottenere dal salumiere la mortadella gratis.
    Notaio Massimo d'Ambrosio - Pescara
     
    A Rosa1968 e Civrani piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina