1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. albs

    albs Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, abito in un condominio, tre scale e 8 inquilini per scala, dove uno dei proprietari ne è l'amministratore, volevo cortesemente chiedere se questo genera un conflitto di interesse o è tutto nella norma. Grazie a chi vorrà rispondermi.
     
  2. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    E' previsto dalla norma... non serve nemmeno che abbia l'abilitazione.

    Quello che tu chiami conflitti di interesse sono solo "rogne" > perché infatti la persona si espone a giudizi.
    Conflitti di interesse è quando ad esempio, lui fa fare un lavoro ad un parente/amico/etc... e lo si paga di + di molti altri preventivi.
    Ma ti posso assicurare che se anche chiami l'amministratore esterno, non sei al riparo da questa eventualità. Anzi forse è + probabile perché appunto non si pensa che ci sia il conflitto di interessi non ci si accorga dell'appalto affidato stranamente al figlio del proprietario dell'appartamento X con aggravio delle spese di tutto il condominio... (tanto poi il proprietario X prende i soldi degli affitti... quindi ha solo spostato i soldi dalla tasca destra a quella sinistra).

    Cmq se non sei d'accordo, ne parli con gli altri proprietari e si procede per altre strade.
     
    Ultima modifica: 25 Novembre 2015
    A Sim piace questo elemento.
  3. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E' nella norma. In tal caso l'amministratore non è obbligato ad avere partita IVA, assicurazione, e non è obbligato a seguire un corso professionale formativo.
     
    A ludovica83 piace questo elemento.
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E anche questo è una grossa scemenza....come se i problemi in cui può incorrere il condominio non fossero gli stessi degli altri che hanno l'amministratore "certificato"...
     
    A Graf piace questo elemento.
  5. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Guarda gli amministratori sono trattati peggio di noi: loro un albo non lo hanno nemmeno avuto e rispetto a noi sono effettivamente responsabili penalmente e civilmente. L'assicurazione di mia moglie (amministratore) rispetto alla mia (Immobilio) deve prevedere di tutto e di più.
    Visto che sto :p :idea: domanda per @il Custode : assicurazioni convenzionate per amministratori condominiali?;)
     
    A il Custode piace questo elemento.
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Perchè no ?
     
  7. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    A ludovica83 e Sim piace questo messaggio.
  8. albs

    albs Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la delucidazione, purtroppo nello stabile non ci sono altri proprietari, siamo tutti inquilini; quali altre strade potrebbero esserci? Grazie
     
  9. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Che le assemblee se le giocano in casa i proprietari tra loro
     
  10. albs

    albs Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In cinque anni e mezzo mai indetta una sola assemblea.
     
  11. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Voi inquilini non siete tenuti a sapere se c'è stata o meno.
    Comunque, quanti condomini sono?
     
  12. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Dai dati postati da Albs dovrebbero essere 24 condomini, o perlomeno, 24 unità abitative...
    Un bel condominio, non un formicaio però abbastanza grande da creare grattacapi, discussioni e divergenze.
    La recente legge di riforma permette che possa essere amministrato da un condomino interno senza nessuna preparazione in materia....
    Secondo me è un vulnus dell'articolato. Prevedo problemi a non finire.
    Era meglio non fare questa deroga dell' "amministratore interno".
    Se 24 italiani si mettono a discutere a ruota libera fondono, come minimo, 6 partiti con alcune correnti esterne...
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  13. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    24 appartamenti non sono necessariamente 24 condomini. Se sono pochi si aggiustano le cose tra loro a loro vantaggio
     
  14. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Mediamente dalle mie parti quando l'amministrazione dello stabile è seguita da un condomino le spese di ordinaria manutenzione diminuiscono del 50%.

    Avere un condomino per amministratore è naturalmente un vantaggio che gli altri proprietari devono sapersi meritare...
     
  15. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Infatti non lo sappiamo.
    E' certo che, nel caso in questione, le unità abitative siano 24.
    Non molte ma nemmeno poche. Se i condomini vanno d'accordo, il lavoro dell'amministratore interno sarà molto facilitato, altrimenti avrà le sue rogne come qualsiasi amministrare esterno.

    Concordo sul fatto che un amministratore interno (competente, naturalmente) faccia risparmiare sulle spese. E' anche nel suo interesse. Ritengo che questo suo coinvolgimento nelle spese sia positivo. E' un conflitto d' interesse vantaggioso. Da auspicare.
     
    A Sim piace questo elemento.
  16. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Credo di poter precisare che questa situazione dell'amministratore interno non è nè un vulnus nè una deroga: il nuovo c.c. ha solo posto un limite che prima non mi pare esistesse: un condòmino può fare l'amministratore (sempre che venga nominato dall'assemblea dei condomini) senza aprire partita IVA e senza obbligo di frequenza a corsi, solo se amministra UN condominio. (in genere il caseggiato dove risiede)
    Se ha più condomini, rientra nelle regole generali.

    Nel caso qui presentato, io ho poi inteso che l'intero palazzo sia di proprietà di un solo proprietario: quindi non esiste condominio
    Non c'è quindi nemmeno obbligo di tenere assemblee, dove per altro gli inquilini non hanno diritto di voto, (salvo la gestione riscaldamento, dove anche per questo alcuni ritengono non abbiano voce in capitolo sulla gestione, opinione che non comprendo molto).

    Comunque sia la amministrazione, l'inquilino ha diritto a prendere visione dei giustificativi di spesa e verificare la correttezza della ripartizione.
     
    A Sim piace questo elemento.
  17. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Non avevo notato il secondo intervento di Albs...
    Ha, quindi, ragione Bastimento.

    Per quanto riguarda la norma "dell'amministratore interno", continuo a ritenere che se un condomino di un palazzo di 100 proprietà immobiliari si propone come amministratore senza avere nessuna esperienza in materia e gli altri condomini lo eleggono (perché lo stimano come persona onesta e dabbene, perché è in pensione e ha tempo da dedicare...) la probabilità che combini, in buona fede, notevoli pasticci non è bassa....
     
    A Bagudi e Sim piace questo messaggio.
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non posso darti torto: ... ma chi è causa del suo mal pianga se stesso.

    Quanto poi alla probabilità che un qualunque amministratore commetta "pasticci" (eufemismo) ho esperienze dirette che porterebbero ad un indice piuttosto alto!
    Ne ho incontrati 3 che si sono dileguati con la cassa...... lasciandoci le incompiute....
     
    A Bagudi e Sim piace questo messaggio.
  19. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Cercavo di capire appunto se ci fosse un unico condomino o più condomini tutti locatori: comunque sia le assemblee gli inquilini se le possono sognare.

    Sui pasticci degli amministratori professionali o non ne possiamo parlare per giorni: attualmente abbiamo due cause aperte per un vecchio amministratore rapito dagli alieni casualmente insieme alle casse di più condomini:shock:.
    L'amministratore interno senza esperienza e senza una linea guida può sbagliare molto facilmente perchè non è obbligato a formarsi e oggi di leggi e procedure riferite a fabbricati e impianti ce ne sono davvero tante.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina