1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    questo cartone animato è da vedere..

     
    A aryano81, Tips, LEnrica e 1 altro utente piace questo messaggio.
  2. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    le storie e i ragionamenti sul signoraggio varie volte li ho letti

    purtroppo il tutto si basa su errori e disinformazione(voluta, secondo me)

    un solo esempio=nel video si dichiara che la federal reserve(come la nostra banca d'italia) è una banca privata

    sbagliato=è solo formalmente di appartenenza a banche private..è dello stato

    http://www.frottolesignoraggio.info/
     
  3. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    invece la FED è proprio privata al 100% in quanto di proprietà di banche private. se andate nell'elenco telefonico (tipo le pagine gialle nostre) sta dopo la federal express, società di spedizione pacchi!! solo un ignorante può sostenere che un ente di proprietà di privati è pubblico!! situazione analoga per la banca d'italia (privata al 95%)... il link che hai messo è un sito di servi dei banchieri che dicono solo stupidaggini o banalità
     
    A aryano81 e Damiameda piace questo messaggio.
  4. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    pistola, forse non hai capito che intendevo dire che la banca d'italia è di banche private, ma NON fanno quello che vogliono loro, nonostante la banca sia formalmente di loro appartenenza>>>>>fanno quello che dice lo stato

    secondo me, i complottisti hanno tanto bisogno di imparare, e di essere smascherati, se sono in mala fede(non tutti lo sono)

    ora ti metto non un link, ma una spiegazione a voce davanti alla lavagna, di cosa si intede per bufala del signoraggio, e cosa è veramente il signoraggio

    mi raccomando=se non lo capisci, riguardalo più volte

     
    A Daniele Rossi piace questo elemento.
  5. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    vedo che ti piace berti le fesserei che ti postano i tuoi padroni ... leggiti un racconto va se sai leggere, chi lo sa magari impari una cosa nella tua inutile vita
    UN BANALE RACCONTO PER CAPIRE COME FUNZIONA IL NOSTRO SISTEMA FINANZIARIO: IL GIOCATTOLAIO
    .
    Giovanni si era finalmente deciso a organizzare il torneo di poker di cui tanto parlava da tempo con i suoi dipendenti. Nella sua immensa villa di campagna, li aveva invitati praticamente tutti: dirigenti, quadri, direttivi, impiegati, operai.. Saranno stati almeno in cento forse più.. aveva preparato tavoli, sedie, luci, musica, televisori immensi per chi volesse guardare un pò di tv, bibite, posaceneri; si accorse solo all'ultimo momento che mancavano le fiches!! Corse dal giocattolaio in Paese e ne chiese tre scatole; il giocattolaio, con molta pazienza, calcolò, il valore scritto su ogni singola fiches e alla fine esclamò "bene sig. Giovanni fanno 100.000 euro" ... "100.000 euro ???" sbottò Giovanni ma lei è pazzo... "ah vero giusto" replicò il giocattolaio "non avevo calcolato gli interessi ... in effetti fa 105.000, Le ho applicato un buon tasso... ah come fareste voi giocatori incalliti senza di me?" e così facendo strizzò l'occhio a Giovanni .. il quale iniziava a capire, "ma non si preoccupi” lo tranquillizzò il giocattolaio “non serve sa, che mi paghi subito, mi basterà che tutti voi giocatori, tramite lei, mi versiate ogni tre giri di tavolo, quel 5%; non serve altro, e per lei ovviamente, potendomelo permettere, avrei preparato una bella serie di regali che sperò gradirà..."
    Giovanni subì un vero shock ma lusingato dall'idea di beneficiare di chissà quali regalie e consolato dal dover solo versare poche somme ogni tre giri, accettò senza troppo pensarci su e poi i suoi dipendenti poco avrebbero avuto da protestare, rischiando di perdere il loro posto di lavoro, se si fossero opposti!!
    Tornato in villa spiegò il meccanismo ai suoi dipendenti-giocatori. ogni tre giri avrebbe preso un gettone a chiunque fosse stato al tavolo, prelevando qualcosina in più da chi in quel momento stesse vincendo e qualcosina in meno da chi perdeva.
    La cosa sembrava ai più iniqua anche perchè loro le fiches se le erano guadagnate con il loro lavoro in fabbrica. Quel "malato" di Giovanni li pagava proprio così!! Tant'è che alla fine nel Paese di Giovanni venivano comunemente accettate come moneta.
    Ogni tre giri, come stabilito, Giovanni passava a ritirare il 5% delle fiches in tavolo, prendendone qualcuna in più a chi stesse vincendo in quel momento. quelli che perdevano chiesero altre fiches, molti andarono da altri giocattolai in Paese, tutti figli del giocattolaio - capo.
    I gettoni circolavano a iosa nella villa di Giovanni. ma erano tutti " a debito" anche se la gente al tavolo non se ne rendeva bene conto. Qualcuno infatti vinceva e aveva già prenotato auto nuova e vacanze di lusso. chi perdeva chiedeva altra moneta indebitandosi ulteriormente. nessuna ragionava sul fatto che se avessero voluto estinguere tutti insieme, contemporaneamente il loro debito comprensivo di capitale e interessi non sarebbero bastate nemmeno tutte le fiches presenti sul tavolo.
    Dopo poche ore di gioco, con tutti i prestiti fatti dai vari giocattolai vi erano 300.000 euro di fiches ma un debito complessivo ben superiore poichè in questo rientravano anche gli interessi!! In effetti qualcosa stava accadendo nelle tante sale da gioco di casa Giovanni ... molti si erano indebitati con diversi giocattolai e dovevano dare più "oboli" a diversi creditori. Un problema davvero. ma contavano di avere altri prestiti con i quali pagare quelli scaduti. Ad un tavolo, notò il giocattolaio, che tutto osservava in webcam, erano sedute due splendide ragazze... davvero stupende. Le voleva. ma come fare? in effetti le ragazze sedute a un tavolo chiamato "industria" andavano benino come vincite e come perdite ... certo ogni tanto qualche prestito dovevano chiederlo anche loro ma tutto sommato reggevano... ebbe allora una grande idea.
    Giovanni nel suo accordo aveva concesso una importante clausola al giocattolaio. Egli avrebbe deciso una possibile variazione del tasso di interesse a sua discrezione... ve beh, a lui che interessava in fondo? aveva già avuto notizia che era stata intestata a suo nome una villa in uno splendido posto esotico, con tanto di piscina e cameriere in bikini! Meglio di così, ed era solo l’inizio... tanto lui era già ricco di suo e i suoi dipendenti carne da cannone. Morto uno, ne sarebbe subentrato un altro, così peraltro la pensava anche il giocattolaio. Una intesa perfetta pensarono entrambi, divenuti ormai grandi amici.
    Il giocattolaio chiamò al cellulare Giovanni. "senti dal prossimo giro, visto che vedo che girano troppi soldi e già noto che per questo la gente inizia a litigare, il tasso di interesse sarà del 10%. vedrai Giovanni sarà un bene per tutti... ah fai anche un’altra cosa… sta per iniziare il derby: vuoi negare un simile spettacolo ai tuoi ospiti? Accendi tutte le tv e che si inizino anche i commenti sugli ignobili arbitraggi..." e così facendo si fece una grossa risata.
    Ai tavoli la situazione era strana: chi aveva vinto tanto resse bene all'urto con il nuovo, raddoppiato, tasso di interesse. Molti fallirono. Le due ragazze andarono in passivo e chiesero nuovi prestiti che i figli del giocattolaio, ben istruiti dal padre, si guardarono bene dal concedere a entrambe.
    Il giocattolaio. chiamò ancora Giovanni. "le due ragazze sono in grave difficoltà, mandale da me".
    Giovanni obbedì ossequioso al suo amico che sempre più, però, sembrava ormai il suo capo.. le ragazze si presentarono umiliate e speranzose dal giocattolaio. Non avevano ormai nemmeno i soldi per tornare a casa. "avete finito di lavorare per voi stesse mie bellissime. Adesso lavorerete solo per me, se volete essere ancora finanziate".
    Le due ragazze passarono quindi nella fisica disponibilità del giocattolaio. Alla fine, esauste, furono mandate a prostituirsi per strada. Il fidanzato e i genitori rispettivi caddero in disgrazia. Qualcuno si suicidò. Le ragazze ormai ubbidivano solo a logiche perverse di massimizzazione dei guadagni altrui… Non avevano nemmeno più i vestiti e giravano semi nude.
    Nella villa intanto il torneo proseguiva. Quando vedevano passare Giovanni a riscuotere la maggior parte pensava che il prelievo fosse dovuto per pagare le bollette della casa, che invece appariva per la verità sempre più decadente. Ma comunque così diceva anche la tv ed era pur sempre così consolante, sapere di dover cedere buona parte delle proprie vincite per pagare per il bene di tutti i giocatori, di colui che in fondo era il tuo vicino di sedia…
    Ogni tanto poi le grida di disperazione di chi falliva, erano soffocate dalle urla per un gol o per un rigore non concesso alla propria squadra. E la tv accendeva le dispute e i commenti feroci tra i vari giocatori. La situazione insomma si stava facendo disperata. Il giocattolaio iniziò a presentarsi in casa di Giovanni comprandosi intere porzioni del grande immobile presentando montagne di fiches così furbescamente sottratte ai giocatori… Alla fine qualcuno al quale l’esasperazione aveva fatto accendere una lampadina, diede un calcio al tavolo seguito da altri.. "e no caro capo basta" voglio vedere i conti della casa mi sembrano eccessive tutte queste spese per pagare bollette delle luce e qualche tramezzino per noi giocatori. Non ci fai più paura: adesso spiegaci cosa sta accadendo: se tu ci licenzi va anche bene, siamo ormai già in dieci ad essere sul lastrico e siamo ormai disposti anche a cambiare Paese e andarcene. Ma prima di farlo impiccheremo con le nostre mani chi ci ha ridotto in questo stato… non ce la facciamo più" Spaventatosi dalla massa crescente, (erano ormai oltre 50) e molto inferocita (non avrebbe quindi nemmeno potuto licenziarli tutti, altro problema...) dovette confessare il trucco... tacendo ovviamente dei premi ricevuti...
    Il capo dei "ribelli", accompagnato da alcuni colleghi, si presentò dal giocattolaio – banchiere il quale cercò di blaterare qualcosa in sua difesa ma con pochi calci ben assestati venne ridotto al silenzio. Tra i tavoli qualcuno, imbevuto dai telegiornali, che non sapeva essere di proprietà del giocattolaio stesso, si alzò a difenderlo: nella rissa che ne scaturì a molti di questi cascarono gettoni dalle tasche, quelli che erano stati fatti sparire mentre Giovanni passava tra i tavoli!!
    Qualcuno cercò di spiegare il buon ruolo del giocattolaio che aveva tutto sommato svolto l'ingrato e difficile compito di regolare la circolazione delle fiches dentro la casa. Ma sempre in meno gli davano credito…di fronte ad un tale livello di disperazione, erano sempre meno quelli che ritenevano corretto quel meccanismo… il più sveglio tra i ribelli disse... “guardate qui! ma a che cavolo ci serve il giocattolaio..?. Io ho trovato queste vecchie fiches in cantina, erano di mio nonno credo. Giovanni cambiacele e giochiamo con quelle senza dover dare un cavolo a nessuno”. Le fiches di Aldo, così si chiamava, erano libere da debito. Tutti giocarono e pagarono una fiches ogni 20 giri a Giovanni per le poche spese della casa, che tornò a fiorire. Le ragazze furono richiamate al tavolo. La loro bravura gli consenti in breve di riassestare le proprie finanze.
    I loro ignobili creditori erano scappati a gambe levate. Anche chi aveva perso si rimise presto in gioco. Fu deciso infatti, come risarcimento dai danni provocati dalla complicità tra Giovanni e il giocattolaio, di dare un minimo di fiches gratis a chiunque. Alla fine quindi non perse quasi più nessuno, salvo pochissimi sprovveduti. La regola era che chi chiedeva fiches in prestito andava alla cassa come nei normali casinò e ritirava l'equivalente di ogni ora di lavoro prestata in fabbrica, come da attestato rilasciato a firma del proprio capo. Essendosi creato un sistema con molte fiches in circolazione ma niente debito “a monte”, alla fine del torneo, più di qualcosa tornò nelle tasche di chi aveva perso.
    Nessuno si suicidò più. I nuovi telegiornali, pagati collettivamente da tutti i giocatori, spiegarono la truffa a tutti e tutti capirono, stupendosi di come avessero potuto farsi ingannare in modo così palese.
    Giovanni capì il suo sbaglio e chiese scusa; poco dopo morì. alla sua morte, essendo senza eredi, lasciò la fabbrica in eredità a tutti i lavoratori della fabbrica, che nominarono dei propri rappresentanti che si riunirono in gruppi chiamati “parlamento” e “governo” per la gestione della stessa in nome e per conto di tutti loro. Un dirigente contattò la fabbrica di fiches che fece un preventivo di spesa: per ogni fiches avrebbero pagato non più di 30 cent l’una (e senza interesse) a prescindere ovviamente, dalla cifra stampata sul gettone stesso! Alla fine la pace, la serenità e l’amore ritornarono nel Paese.
    Del giocattolaio e dei suoi figli non si ebbero più notizie.
    Conclusioni
    La storiella è paradossale e andrebbe adattata ad una realtà ben più complessa. L'ho scritta di getto e mi scuso per qualche piccola inesattezza. Serve solo per far capire che in un sistema in cui la moneta ha un valore intrinseco zero (il costo della plastica della fiche) è pazzesco essere debitori del suo valore nominale (quello che vi è scritto sopra la fiche...) più interesse. Questo, oltre ad essere evidentemente ingiusto, al punto da costituire una grave truffa contro l’umanità, rende il sistema assolutamente instabile ed esposto a crisi pilotate ad arte da chi in modo unilaterale e segreto decide il tasso di interesse e pilota i mass media, deformando l'informazione o distraendo le masse con banalità o con sederi più o meno scoperti. Quando vogliono far “crescere il gregge” tengono basso il tasso di interesse in modo che la gente sia incentivata a chiedere prestiti al fine di espandere la ricchezza. Quando vogliono prelevare il raccolto, altro non fanno che alzarlo, diventando proprietari effettivi delle fatiche, sacrifici e rinunce altrui ...
    Posted by ... me
    .«I banchieri possiedono la terra. Portategliela via ma lasciategli il potere di creare denaro e con un semplice schizzo d’inchiostro creeranno abbastanza soldi per comprarla nuovamente. Tuttavia, portategli via il potere di creare il denaro e tutte le grandi fortune come la mia scompariranno e dovrebbero scomparire perchè in questo modo il mondo sarebbe un posto migliore e più felice da vivere. Ma se desiderate rimanere gli schiavi dei banchieri e pagare il costo della vostra schiavitù, lasciateli pure continuare a creare denaro» Sir Josiah Stamp ex direttore della banca d’Inghilterra 1928 (Al tempo, ritenuto secondo uomo piu’ ricco d’Inghilterra)
     
    A aryano81 piace questo elemento.
  6. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    prima hai parlato di un '' sito di servi dei banchieri '', ora hai scritto che
    '' mi piace bere le fesserie dei padroni ''(chi sarebbero?)

    questi termini sinceramente mi fanno anche ridere, perchè intuisco come ragiona la persona che li ha scritti

    comunque, io il racconto che hai messo l'ho letto, al contrario di te, che il mio video neanche lo hai guardato

    nel tuo racconto E' SBAGLIATA la premessa all'inizio, ossia il fatto che il cartolaio si fa pagare le fiches(che magari costano 1000 euro), con 100.000 euro!!

    dato che il cartolaio nel racconto si capisce bene che rappresenta la banca d'italia(che a sua volta è posseduta da banche private), nel video che ho messo viene spiegato che la banca d'italia guadagna SOLO sugli interessi, perchè in cambio dei soldi che stampa riceve titoli di stato, che una volta venduti, ne versa l'incasso allo stato.

    e su un ipotetico 3 % di interessi che incassa la banca d'italia, un 1 % è riborso spese totali per la stampa, altro 1 % torna allo stato come tassa sul guadagno, e l'ultimo 1 % va in riserva

    toh, eccoti un altro video dove farti la cultura finanziaria che ti manca..ascolta bene le parole e i ragionamenti, e se non capisci bene, ascolta di nuovo

     
    A Daniele Rossi piace questo elemento.
  7. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma quando mai beato te... la banca quando emette colloca l'emissione al passivo del bilancio... persino la London school of economy ha definito questa tecnica una fesseria. debito de che? l'emissione monetaria dovrebbe essere al massimo un costo non un debito. collocarla come debito neutralizza la corrispondente voce all'attivo dei titoli ed emerge come utile solo l'interesse che viene in effetti in buona parte girato allo Stato. sai cos'è il reddito monetario dottò? leggiti la decisione bce 23 del 25.10.2010 e ne riparliamo
     
    A aryano81 piace questo elemento.
  8. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    guarda, per farla breve, non entro in nozioni tecniche bancarie di cui non sono affatto esperto

    però nel 2010 avevo scritto, proprio sul signoraggio, a Beppe Scienza, per chiedere se, secondo lui, era fondato

    http://www.beppescienza.it

    non so se conosci beppe scienza, ma lui è un matematico finanziario da 30/40 anni, che sta sulle palle alle banche, e sai perchè??

    perchè lui coi numeri dice la verità che si presenta, ossia, ad esempio, che non ha senso investire in fondi investimento(che le banche vendono), perchè si guadagna di meno che ad investire da soli

    ha pubblicato 3/4 suoi libri, e scrive articoli, ma di solito non sui grandi quotidiani, perchè le banche pagano per fare pubblicità, e questo omino che espone numeri e conclusioni da parecchio fastidio, perchè rovina i desideri delle banche, che vogliono i loro clienti abituali compratori di fondi di investimento, obbligazioni bancarie, e altri loro prodotti, che beppe scienza indica come pessimi, dimostrando queste sue affermazioni con numeri e percentuali

    ora ho trovato la mail di risposta di questa persona, che consideto moooolto attendibile(30 marzo 2010) =

    se posso, le vorrei chiedere che cosa ne pensa del signoraggio bancario, sopratutto se è una realtà o una leggenda metropolitana

    Il signoraggio riguarda la teoria della moneta. Io non mi occupo di teoria della moneta, bensì di concrete scelte d'investimento e di previdenza privata. Prescindendo dai testi universitari sull'argomento, le segnalo due siti che scrivono cose serie:
    http://phastidio.net/2007/12/27/signoraggio-tra-mito-e-realta/http://www.frottolesignoraggio.info/
    -------------------------------------------
    il solo fatto che beppe scienza abbia scritto che questi due siti scrivono COSE SERIE, mi dice che il signoraggio è sicuramente una bufala, appunto perchè questi due siti cosi dicono, e con abbondanti spiegazioni

    poi, avevo mandato a beppe scienza il link di un libro in pdf che descriveva il signoraggio bancario, esattamente come lo hai descritto tu...ora quel link non è più attivo, ma guarda cosa mi aveva scritto lui, a propostito di quel libro =

    ''''' Il libro che lei cita non merita di essere preso in nessuna considerazione.'''''


    tieni presente che di riflesso beppe scienza non ama le banche, dato che queste non amano lui, ma di fatto in questo caso le sta difendendo, dichiarando implicitamente che il signoraggio bancario non ha nessun fondamento
     
  9. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    vabbeh allora parlerò con Beppe Scienza. qui mi sembra tempo perso. io ti dico solo che non è male farsi una idea propria a prescindere da quello che dicono altri. io ho contattato fabrizio Galimberti del Sole 24 ore. che dice che il sig.gio esiste ma ne usufruisce in pieno lo Stato. gli ho detto "bene: vediamo queste somme in bilancio allora. deve trattarsi di centinaia di miliardi", al che è sparito. rimane ancora in piedi l'interrogazione ad Olli Rehn sul perchè il SEBC si ritiene all'emissione proprietario dell'euro. da mesi si attende inutilmente risposta. il financial times ha riportato una intervista a Soros che cita fonti Goldman e Citygroup che quantificano in una somma comrpesa tra i 2000 e i 3000 miliardi il sig.gio percepito dalla BCE (suggerendo di creare un SIV con il quale acquistare con questi fondi titoli BCE in funzione antispread). ma cavolo!! ma non andava agli Stati? che fesso sto Soros eh? se vuoi farti due risate, chiedi notizie in merito a Hires, del sito fogna che citavi tu (www.signoraggioinformazionecorretta come no?) veri disinformatori professionali): lo fai inbufalire ai mx livelli!!!
     
    A aryano81 piace questo elemento.
  10. aryano81

    aryano81 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Vuol dire che di signoraggio , di politica bancaria , economia bancaria non capisci assolutamente niente e lo dico rispettosamente parlando , poichè è la banca che emette moneta e diventa proprietaria , la banca che poi la presta in cambio di titoli o Buoni del Tesoro ai singoli Stati nazionali. La Banca Centrale Europea anche se non lo ammette e non è scritto da nessuna parte , è di fatto proprietaria della moneta e pertanto controlla la sua emissione , e il potere della BCE di emettere moneta è enorme , con tutte le conseguenze del caso vedi crisi economica ed inflazione.
    Il Video a mio parere è ottimo e dovrebbe esser trasmesso al posto di quelle sciocchezze che vedono i nostri ragazzi che sono gli adulti di domani ed a loro sono riposte le speranze per un mondo migliore libero da queste sanguisughe.
    La moneta deve essere emessa dallo Stato , ossia da NOI cittadini , che dobbiamo esserne garanti e proprietari , e deve servire esclusivamente per mantenete stabili i prezzi e impedire l' inflazione attraverso la sua erogazione ( come quando apri e chiudi un rubinetto , niente di più )
    Informatevi tutti , e ricordatevi che la Verità è curva e mai diritta.....
    www.signoraggio.com
     
    A ludwig375 piace questo elemento.
  11. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    certo che non sono esperto di signoraggio, di politica bancaria, e di economia bancaria!!!

    ma alla verità ci arrivo lo stesso = basta sapere a chi chiedere come stanno le cose...se leggi i precedenti messaggi, l'ho già fatto

    http://www.beppescienza.it

    parla via mail con lui, e vedrai che ti aprirà gli occhi
     
  12. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    bravo Aryano81 finalmente uno sveglio... la moneta DEVE essere emessa dallo Stato in nome e per conto dei cittadini come avveniva ad es con le 500 lire della serie mercurio o aretusa (banconota di Stato a corso legale). La FED dello Stato "nun se po sentì" come si dice a Roma. basta farsi al domanda "ma perchè si chiama FED e non banca centrale USA?" semplice: perchè come banca centrale sia Jefferson che Jackson la chiusero nel XIX secolo "in quanto contraria agli interessi della Nazione" e anche perchè la Costituzione uSa prevede che il $ sia stampato dal Congresso e non da privati!! creata la FEd hanno dovuto creare il sistema impositivo fiscale IRS, nel 1914, tassando il reddito dei cittadini per pagare gli interessi sull'emissione monetaria! problemino: l'IRS ufficialmente non è mai entrata in vigore (XVI emendamento) ma i cittadini pagano lo stesso!!!
     
  13. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ho mandato stamattina una e mail al tuo Beppe..vediamo se e quando risponde e che dice...
     
  14. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    interessante...tienici informati se risponde(dovrebbe)...quello che dice lui per me è ''oro colato'', nel senso che lo ritengo completamente attendibile, essendo un matematico finanziario che basa le sue affermazioni principalmente sui numeri e sulle percentuali=infatti le banche lo vedono come fumo negli occhi, perchè lui parla espressamente di truffa/presa in giro del risparmio gestito(che prima degli anni '80 non esisteva)>>>>

    perchè i numeri e le percentuali dicono che si guadagna di più investendo da soli(sapendo come investire), e non affidandoli alle banche e al loro risparmio gestito
     
  15. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    quello è vero: che le banche truffino sui conti correnti e sui risparmi investiti nessun dubbio.. anche lì il governo è complice, basti pensare al decreto regala soldi alle banche del 2010. ma cercare di capire il sig.gio coi numeri è sbagliato. servono più la sociologia, la psicologia o la filosofia forse che la matematica e persino l'economia. e' un inganno che dura da oltre 300 anni. se ne accorse persino marx che dedicò alle banche centrali un suo bel pezzo nel "IL capitale" definendole "società di speculatori privati" (settima sezione - il processo di accumulazione del capitale -paragrafo 6 "genesi del capitalista industriale") con riferimento alla creazione della bank of england nel 1694. se Beppe scienza attaccasse questo sistema altro che nemici: lo taglierebbero fuori fisicamente. A chi lavora in questo settore sono concessi attacchi marginali alla superficie del sistema ma mai di rivelarne il marcio profondo che invece struttura tutto il sistema. marcio nel senso che tutto è concepito per sfruttare il lavoro della gente a piuro vantaggio di chi piagia solo tasti a un pc e crea moneta dal nulla (senza riserva aurea alcuna e senza riguardo alcuno al sistema economico) un bel libro che svela questa truffa senza sbilanciarsi troppo è senza parlare mai di signoraggio è "finanzcapitalismo" ed. Einaudi di L. gallino. prova a cercare una informazione alternativa, lascia perdere i soloni ("finti" avversari del sistema, con il quale invece convivono a meraviglia..) e capirai anche tu
     
  16. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    staremo a vedere...in italia c'è democrazia, e chiunque può attaccare chiunque, basta non usare ingiurie e/o diffamazione

    tieni presente che anche trasmissioni come Report di RaiTre facilmente lo possono fare....NON è possibile che ci sia del marcio e un inganno da 300 anni, e che nessuno autorevole attacchi questa situazione...infatti, chissà perchè, i sostenitori del signoraggio non sono praticamente mai persone famose e competenti del settore

    poi, beppe scienza usa sopratutto i numeri, ma ovviamente non solo quelli=conosce bene il sistema di fabbricazione della moneta, dato che lui è matematico finanziario! chiedigli qualsiasi cosa, e se ti risponde, avrai una risposta veramente competente, che rispecchia la verità dei fatti
     
  17. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    scusa ma che c'entra la fabbricazione della moneta con la matematica finanziaria?
     
  18. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    se ti occupi di signoraggio in effetti non diventi famoso granchè ma rientra nella logica del fenomeno (cmq ci sono eccezioni tranquillo...). tutto è piegato a favore di questo sistema , compreso il 99% dei mass media che sono di loro proprietà come le università. dovrebbe girare in rete la trasmissione di rai utile sul signoraggio del 19.12.2007, mandata in onda "per sbaglio"... pagò tutto il canale (davvero un bel canale, a favore dei consumatori) che venne chiuso a partire dal 01.01.2008 nel silenzio totale dei mass media. un caso? forse, però di sig.gio in Rai non se ne parlò più. ne ha parlato Il giornale a luglio con l'articolo di MAgdi Allam "BCE la fabbrica del debito che rovinando l'Europa" e guarda sempre caso il direttore Sallusti è finito nei guai ... se fosse così scontato il processo di creazione della moneta ci farebbero fior fiore di lezioni sull'argomento. invece nelle facoltà di economia non se ne parla quasi per nulla. ad es non danno nemmeno un concetto vago sul Reddito Monetario... mio figlio è laureato con 110 e lode in economia e me lo ha confermato (ma non avevo dubbi). tutte le tesi negazioniste, date per scontate in Rete, sono semplicemente assenti nei dibattiti universitari, poichè facilmente attaccabili da menti liberamente pensanti e libere da pregiudizi e preconcetti. il sistema si chiude a riccio per difendere i suoi incredibili vantaggi, con ricchezze a favore di pochissimi e miseria per tutti gli altri, contro l'interesse quindi della stragrande maggioranza della gente. basta ragionare con mente libera per arrivarci, non fidarti di chi ti dice "non è affidabile e stop" chiedigli sempre "ma perchè?". perchè se siamo noi che creiamo ricchezza, il valore monetario corrispondente, una moneta oggi prodotta a costo zero, deve esserci addebitata invece che collettivamente accreditata? qui davanti una domanda così semplice ti daranno risposte che non capisci: perchè il loro compito è proprio quello di non far capire, ammantandosi con paroloni strani di un carisma rubato alla logica dei fatti concreti, le basi di una truffa nella quale siammo immersi fin da molto prima che nascessimo.. ti dicono poi che appena nato hai già 30.000 euro di debito... e tu accetti questo? ma debito di cosa? la moneta stessa E' debito. questa è la realtà ingannevole che ci sta oggi presentando il conto delle nostra ignavia
     
  19. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    perchè, non sono due settori molto vicini??

    ripeto che non sono io l'esperto attendibile che può rispondere sul signoraggio = secondo me uno valido è beppe scienza

    p.s. mi farai sapere cosa dice, sperando che risponde
     
  20. ludwig375

    ludwig375 Membro Junior

    Privato Cittadino
    no l'emissione monetaria non segue regole logico matematiche ma logiche di profitto, di massimizzazione del reddito Monetario (decisione BCE nr. 23 del 25.11.2010 o art. 32 prot annesso statuto funz BCE) che va tutto a Banche centrali e BCE. logicamente peraltro, essendo proprietarie dell'euro. a proposito la conosci la storia Tremonti - Duisenberg? quella è emblematica della truffa... cmq ho contattato il tuo amico Beppe vediamo a me se ha il coraggio di raccontare la favoletta di biancaneve...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina