1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. matmanmic

    matmanmic Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho appena acquistato una porzione di bifamiliare costruita nei primi anni'80. sull'atto notarile il venditore mi ha garantito che gli impianti sia idraulico che elettrico sono a norma e funzionanti.A prescidere dal fatto che non ho potuto verificare la funzionalità degli stessi in quanto i relativi contatori erano stati tolti ( inquilino moroso),ora,dopo sopralluogo di persona di mia fiducia,prendo atto che a norma non c'e' niente !!!! come mi devo comportare ?il venditore ha l'obbligo di mettermi a norma gli impianti visto che li ha dichiarati tali ? a chi mi devo rivolgere per far valere i miei diritti in merito ? grazie
     
  2. barsotti armando

    barsotti armando Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    è un problema di dichirazione mendace del venditore quindi è opportuno l'intervento di un avvocato a tutela dei diritti su bene acquistato
     
    A Marco Giovannelli e yesmangm piace questo messaggio.
  3. Alberto Bizzotto

    Alberto Bizzotto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Intervenga direttatamente a mezzo del legale, comunque la prima normativa al riguardo risale al 1990, consideri che gli impianti degli anni 80 non erano progettati, ma lasciati alla capacità professionale dell'idraulico e dell'elettricista.
    Non so se convenga eseguire una ATP (Accertamento Tecnico Preventivo) a mezzo CTU nominato dal Tribunale e poi procedere alla messa a norma degli impianti su indicazione del legale di fiducia e poi procedere alla richiesta dei danni al venditore del fabbricato oppure, senza spendere niente dal legale procedere alla messa a norma a spese proprie; comunque in questi casi prima di procedere all'acquisto del fabbricato bisognava eseguire un sopraluogo con persone qualificate che ne ravvisassero le difformità
     
    A Marco Giovannelli piace questo elemento.
  4. barsotti armando

    barsotti armando Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    GRAZIE CMQ MA RESTA sempre il problema di dichirazione mendace del venditore nell'atto di compravendita
     
    A Marco Giovannelli piace questo elemento.
  5. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    .............già già hanno aperto un ala nuova nelle carceri italiane per le eccessive dichiarazioni mendaci legate alla conformità urbanistica e tecniche.....................:risata::risata::risata:
    .....................ovvio che esiste la mendacità ma dubito fortemente la sua applicabilità, pure i p.m. vogliono andare in ferie.......................:risata::risata::risata:
     
  6. dalele

    dalele Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :risata::risata:
     
  7. Alberto Bizzotto

    Alberto Bizzotto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Purtroppo dalla mia esperianza legale, la dimostrazione di dichirazione mendace è difficile da dimostrare in quanto se il fabbricato è del 1980 non vi erano dichirzioni obbligatorie e la dichirazione attuale non poteva farla il venditore ma allegare all'atto i vari certificati di regolarità, il venditore a meno chè non sia (elettricista, idraulico, manutentore della caldaia) non può avere la qualifica di fare tali dichiarzioni, su questa base, il notaio non doveva far sottoscrivere l'atto di compravendita........ ma la dimostrazione di tutto ciò, iniziando una pratica legale si devono sborsare in antcipi tra perizie e spese legali circa 7/8 mila euro con i tempi della giustizia circa 7/8 anni non sò se in temini di tempo ed anche senza mangiarsi il fegato è bene procedere alla messa a norma in tempi rapidi lasciando perdere le vie legali.
     
    A leonard piace questo elemento.
  8. matmanmic

    matmanmic Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie ! Il problema è che il venditore ha fornito certificazioni risultate poi non essere in regola in quanto non contenevano quei dati che solitamente servono per stabilire la conformità . La mia domanda quindi è : se nel rogito non è stato specificato che gli impianti erano a norma in base alle leggi di allora ma il venditore ha dichiarato e firmato che " gli impianti sono a norma e funzionanti" ora è obbligato a mettermi in condizione che questi lo siano a sue spese ?:disappunto::disappunto:
     
  9. Oris

    Oris Ospite

    Un unico appunto: secondo me era meglio portarlo prima la persona di fiducia... Almeno serve per gli altri che stanno per comprare
     
  10. Alberto Bizzotto

    Alberto Bizzotto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Si è obbligato per quanto riguarda la legge, ma obbligarlo a sue spese a rendere a norma gli impianti può solamente una sentenza con una causa di merito ...... tra 5/6 anni, magari lei vorrebbe portare la sua residenza domani mattina ..... bisogna valutare il costo della messa a norma e il costo di una ATP e poi eseguire i lavori e successivamente con causa di merito richiedere i danni, a meno che il venditore sia persona onesta che l'abbia fatto senza saperlo, che con una semplice telefonata si accolli le sue responsabilità senza il bisogno di legali o altro .....
     
    A antonello piace questo elemento.
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    .......e collegata al post n. 7, sempre di Bizzotto, fornisce un'ottima e concreta risposta............imperniata sul buon senso.
     
  12. sergiocarrara

    sergiocarrara Ospite

    buon giorno ho un quesito da sottoporre. ho firmato il preliminare di un immobile costruito nel 1979. per il rogito gia' slittato di oltre due mesi xke' nn erano conformi le schede catastali allo stato di fatto ora sistemate,ho chiesto oltre al certificato energetico gia' prodotto la conformita' degli impianti elettrico e idraulico, anche quelle precedenti alla norma attuale. purtroppo nn esistono xkè fatti da amici che nn hanno rilasciato certificazioni di alcun tipo.
    io sono risoluto e voglio quelle certificazioni. i proprietari nn le vogliono produrre sono obbligati dalla mia rikiesta o no? la mia assicurazione nn paga se danni con impianti nn a norma!
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Nella compravendita non è obbligatorio che gli impianti siano a norma, quindi chi compra in uno stabile del 1979 sa che gli impianti possono non essere a norma, a meno che non sia stata fatta una ristrutturazione.

    In ogni caso, se fossi in te, non mi terrei degli impianti del 1979, ma li rifarei...

    Silvana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina