1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. loletta

    loletta Membro Junior

    Privato Cittadino
    ciao, su un sito internet io ed il mio ragazzo abbiamo visto un appartamento di nostro interesse. ho contattato l'agenzia ed ho visitato la casa senza però formulare una offerta dato che non eravamo convintissimi, più che altro per le dimensioni.
    successivamente, nel corso di un lungo giro di visita di altri 3 appartamenti in un unico pomeriggio con un'altra agenzia, ci è capitato di visitare ancora lo stesso appartamento. il proprietario ci ha detto che l'agenzia precedente agiva senza un mandato e nel frattempo lui ha conferito un mandato in esclusiva a questa nuova agenzia.
    a questo punto ci domandiamo cosa dobbiamo fare. nel caso comprassimo la casa, a chi dobbiamo dare la provvigione? al primo che ci ha fatto vedere la casa, anche se non è poi proseguita la trattativa, o alla seconda agenzia che ci farebbe concludere l'affare? il proprietario ci ha detto che dobbiamo dare la provvigione alla agenzia con il mandato.
    ciao e grazie!!!!
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    A mio parere chiederei di vedere il mandato e di far comunicare dal proprietario all'altra agenzia che agisce senza mandato e pertanto in modo improprio...una volta che mi danno dimostrazione di quanto svincolato, allora procedo...così sono io a svincolarmi dal problema, visto che il problema è della parte venditrice...;)
     
  3. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Una agenzia non ha assolutamente bisogno di "mandato" ne di "incarico" scritto, basta l'accordo verbale e il non rifiutarne l'opera, a priori. La prima agenzia, se riuscirà a provare il nesso causale tra la sua opera e il successivo affare, dovrà esser pagata. Non credo abbia rubato le chiavi ne sia stata diffidata dal lavorarci, ai tempi della visita. Se voi nel frattempo avrete pagato la seconda agenzia, non potrete chiedere alla prima di rifarsi sulla seconda, ma dovrete VOI pagare la seconda (se dimostra la sua opera) in quota (forse) e poi provare a richiedere i soldi alla prima. Il mandato, che spesso viene confuso con l'incarico addirittura vi renderebbe immuni da pretese provvigionali, e comunque qualsiasi contratto lega solo chi lo sottoscrive.
     
    A sforza Federico e Sim piace questo messaggio.
  4. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista

    Scusami, ma penso che vivi ancora sugli accordi verbali, come si faceva una volta...oggi (lo è sempre stato, ma oggi ancor di più) se non hai uno scritto, non puoi dimostrare un accordo preso con qualcuno, in particolare se trattasi di accordi di lavoro...devo pur darti ragione che esistono ancora gli accordi verbali (e questo soltanto in alcune località del nostro paese), ma non è così dappertutto...
    per il resto posso condividere ciò che dici, ed è per questo che essendo venuti "per caso" a conoscenza della situazione (a detta di Loletta), che personalmente aspetterei che prima la parte venditrice chiarisca la situazione tra le diverse agenzie e poi si porta avanti l'affare...
     
  5. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Io non vivo su nulla, mi limito a dire che l'agenzia non necessita di nulla di nulla per veder nascere il diritto alla provvigione. Se un mediatore ti incontra per strada e si presenta, tu gli dici che cerchi casa e chiedendo in giro li per li te la trova, si presenta al proprietario come agente e dice "ho una persona che cerca casa, sono un agente, ce la farebbe vedere?" se la compri raggiungendo l'accordo con il proprietario lui ha diritto alla provvigione. DA questo principio si capisce che l'incarico a nulla serve se non a una definizione degli accordi tra chi lo sottoscrive, che quasi mai è un acquirente. Quindi ai fini del diritto alla provvigione dall'acquirente, tirare fuori il mandato è sempre sbagliato, tirare fuori l'incarico è inutile.
     
    A gcaval, proge2001 e Sim piace questo elemento.
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Antonio, ha ragione Pensoperme.

    E questa è l'ennesima situazione di tentativo di scavalco da parte di un proprietario approfittatore e imbroglione e di acquirenti messi in mezzo...

    Silvana
     
  7. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Scusate, ma forse non sono stato chiaro o sono stato frainteso...io non ho dato torto a nessuno, anzi ho dato atto che il pensiero di pensoperme esiste ancor oggi, in alcune località, ma non potete negare che una volta che nasce un contenzioso, chi la spunta sono coloro che tirano fuori un documento che dimostra l'incarico, oppure come nei casi come la mia professione, ciò che è stato prodotto ai fini di documentazione o progetti, o chiamateli, come vi pare...
    ma forse mi sbaglio, ma siccome vivo queste realtà legali, dinnanzi al giudice si dimostrano solo documenti...
    Replico che avete ragione in ciò che dite...in particolare Silvana... è prorprio vero che questo tipo di frodi dovrebbero finire, ma come pensate di fermarli senza un documento che li incastri...con le parole... penso sia un po' dura...è vero che tutto si può...ma....:confuso:
     
    A buletti francesco piace questo elemento.
  8. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ripeto: ti stai confondendo. L'incarico a cosa serve nei confronti degli acquirenti? Avessi detto un foglio di visita capirei... l'incarico non ha effetto sul diritto alla provvigione, è un mero contratto che ne può essere accessorio, aggiungere degli elementi e delle garanzie, ma la provvigione nasce da altro. Nei confronti dell'acquirente poi è inutile anche metterlo in ballo.
     
  9. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E' vero quello che dice "Pensoperme". Hanno validita' anche gli accordi verbali. Loletta, stai attenta perche' la prima agenzia potrebbe rivalersi sia su di te, che sull'acquirente che sull'altra agenzia... a me e' capitata la stessa cosa con dei potenziali clienti... poi, per fortuna il reale acquirente nn aveva mai visto casa mia con altre agenzie. Ma ti assicuro che l'agenzia che mi ha portato i clienti "doppioni" mi ha fatto 1000 domande quando gli ho comunicato che avevo venduto, per sincerarsi che, l'acquirente nn lo avessero portato loro !!
     
  10. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    tra l'altro nella ho fatto confusione... questa frase da me scritta:
    diventa:
    Se voi nel frattempo avrete pagato la seconda agenzia, quella con l'incarico (il mandato non vi avrebbe fatto pagare nulla) non potrete chiedere alla prima di rifarsi sulla seconda, ma dovrete VOI pagare la PRIMA (se dimostra la sua opera) in quota (forse) e poi provare a richiedere i soldi alla SECONDA.

    Ecco ora è corretto.
     
  11. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Guarda, penso sia esattamente il contrario!!!:risata::risata: Almeno da noi di incarichi manco l'ombra:risata:
     
    A enrikon piace questo elemento.
  12. gerardobisignano

    gerardobisignano Membro Junior

    Privato Cittadino
    l'agenzia o la persona con i requisiti necessari che propone un affare a diritto alla provv. in qualsiasi caso. l'aquirente per legge è tenuto a pagare una sola provvigione non ha importanza a quale delle due agenzie, il problema lo risolveranno tra agenzie, nessun magistrato farebbe pagare la provv.2 volte.
    p.s mi sembra ci sia sentenza cassazione a proposito.
     
  13. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Caro Gerardo, ciò avviene solo se le agenzie sono in contemporanea sull'affare o almeno al momento della ripartizione delle quote, se non lo sono, può capitare che l'agenzia che si vede defraudata del diritto possa, provando il nesso causale, chiedere il dovuto alle parti e ottenere soddisfazione nel pagamento, infatti la provvigione non è un diritto solidale, ma di ogni mediatore e averne pagato uno non significa affatto essere immune dal doverne pagare altri che avessero provato diritto. Inoltre la pluralità di mediatori avviene in determinate situazioni, ben specificate ad esempio in questa sentenza:
    Quindi, tenendo presente che il diritto alla provvigione non è solidale tra mediatori (come invece vorresti fare intendere tu) può accadere di dover pagare un mediatore che escluso dal pagamento poi provi che il suo intervento è "nesso causale" alla chiusura dell'affare, e non si può dire a questi di andare a riscuotere dalle altre agenzie, già pagate a suo tempo. La pluralità di mediatori non permette alle parti di fare come vogliono con le agenzie, aggiungendone a piacere quante se ne vuole "tanto io pago una sola provvigione" ;)
     
  14. loletta

    loletta Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma scusate, è vero che io ho visitato lo stesso appartamento con due agenzie, ma con la prima ho deciso di non fare nessuna offerta. se poi, alla seconda visita, dopo averci pensato e forse anche per la bravura dell'agente, ho pensato di fare una offerta e l'affare lo concluderei con la seconda, perchè mai la prima dovrebbe percepire delle provvigioni?
    ciao grazie
     
  15. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per il semplice fatto che nel momento in cui la seconda agenzia ti ha proposto l'immobile, avresti dovuto dire " ..grazie ma questo appartamento l'ho già visto con un'altra agenzia...."
     
    A Stefano Andriolli, studiopci, Valencia e 1 altro utente piace questo messaggio.
  16. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Perché la prima potrebbe ottenere il riconoscimento di aver contribuito in modo determinante da un giudice. Il principio di pluralità non è nato per regolare l'incidente, ma sopratutto per regolare i rapporti dove più mediatori agiscono in buona fede, sopratutto in accordo consapevoli della reciproca presenza, compreso quello dove uno agisce dopo l'altro continuandone e completandone l'azione. Per come state interpretando voi l'art. 1758, le parti potrebbero per assurdo cambiare o aggiungere una agenzia alla trattativa a piacere, pagando sempre una sola mediazione, invece così non è. Se così fosse, io potrei andare a vedere una casa con una agenzia e poi farne entrare un'altra, a me vicina, dietro sconto provvigionale, creando una sorta di frode al mediatore. ;)
     
    A andrea boschini e Bagudi piace questo messaggio.
  17. loletta

    loletta Membro Junior

    Privato Cittadino
    l'ho fatto. ma la risposta è stata: non abbiamo un mandato in esclusiva ricevuto da poco. il proprietario della casa ha detto che ha dato mandato a questa agenzia e che l'affare lo devo concludere con loro, dato che con l'agenzia precedente non ho fatto nessuna offerta.
     
  18. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Anzichè stare a vedere e controllare a chi spetta e a chi non spetta la provvigione, vai dalla prima agenzia e fai presente che sei in contatto con la seconda agenzia e forse concludi.
    Chiedi loro di mettersi in contatto con la seconda per chiarire i particolari del pagamento.
    Sicuramente troveranno un accordo e in base a quello potrai agire senza problemi.
    Meglio se il tutto avviene per iscritto.
     
    A Sim piace questo elemento.
  19. loletta

    loletta Membro Junior

    Privato Cittadino
    grazie per i consigli. non vorrei fare degli errori a causa di quanto la seconda agenzia ed il proprietario mi dicono (cioè che non mi devo preoccupare di nulla e che devo concludere con loro). nello stesso tempo, non vorrei che, avvertendo la prima agenzia, per problemi legati alle contrattazioni tra loro, poi non vada in porto l'acquisto della casa.
     
  20. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    IL proprietario ha comunicato alla prima agenzia la condizione con la nuova? pare di no...senno' come potevi entrare con loro?
    Hai detto alla 2^ che avevi gia' visitato l'immobile?
    se si...xche' l'hai rivisto?
    ... i soliti problemi:confuso:
    il diritto della provvigione ( se ti interessa la casa ) e' a favore della prima...parlane con entrambe..troveranno un accordo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina