1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Alessio Marzola

    Alessio Marzola Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno, si tratta di un appartamento abitato dai miei genitori. Mia madre è venuta a mancare a marzo, mio padre ad agosto. A novembre vengono chiuse entrambe le domande di successione che erano state presentate insieme dai 4 figli eredi nessuno coabitante. Io sono uno di questi. Quali parametri devo usare per pagare l'IMU? Il 25% dalla data di decesso di mio padre ad agosto o da novembre? E da marzo ad agosto chi la deve pagare? Ringrazio per l'urgenza con la quale vogliate rispondermi.
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Fino ad agosto non dovete pagare nulla in quanto è immobile prima casa abitato da coniuge coabitante sempre che la detrazione copre l'imposta da pagare, da agosto in poi in riferimento alla data effettiva pagherete ogni figlio per la propria quota e per 4/5 mesi.

    Ciao salves
     
  3. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non ti dispiacere se, come spesso, non concordo con te.
    Fino ad agosto il debitore IMU era il padre ( erede con diritto di abitazione ) e quindi i suoi eredi se il periodo fosse scoperto. Il Fisco non abbuona nulla. La detrazione prima casa difficilmente arriva a coprire l'intera IMU ( solo nei paesini può capitare ).
    Io per la rpima casa ho pagato l'IMU e salata.
    Dalla data della morte del padre, diventa una seconda casa in comunione ereditaria.
    Ritengo inoltre che le due diverse quote siano da rapportare su base annua, essendo l'IMU stata divisa in acconto e saldo.
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Peccato che Il c.c., circolari e d.l. recitino quanto da me indicato, riferimenti che volutamente non cito sapendo che tali norme sono già di tua conoscenza.

    Mi spiace per Alessio marzola al quale hai contribuito a metterlo in dubbio, spero che altri del forum confermino quanto da me o da te scritto.

    Concludo con la solita formula con questo chiudo la discussione con te, e ti saluto.
     
  5. Alessio Marzola

    Alessio Marzola Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buonasera e grazie a tutti quelli che mi hanno risposto: devo dire che il dubbio mi è venuto perchè il notaio ci aveva detto di pagare solo il 25% da agosto in poi come seconda casa mentre un CAF che avevo interpellato mi aveva detto che avremmo dovuto pagare anche la nostra parte ereditata da mia madre morta a marzo come seconda casa mentre mio padre doveva pagare la sua parte come prima casa fino al suo decesso. Visto che non abbiamo pagato l'acconto voi cosa mi consigliate? Ringrazio in anticipo e faccio a tutti voi gli auguri di Buon Natale.
     
  6. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Grazie per avere pubblicato il tuo intervento che da corpo al mio.
    Non so salves su cosa si basi : ma che c'entra il C.C. ( penso ti riferisci al Codice Civile) e tutto il resto.
    Sono proprio intervenuto perchè ho ritenuto la risposta di salves come errata.
    Con riferimento al CAF anch'io ho pensato per un attimo che voi figli eravate coeredi della madre, però tuo padre doveva godere del diritto d'abitazione, come coniuge superstite. Io propendo quindi per la soluzione del notaio per quanto riguarda il vostro subentro come nuovi proprietari da agosto.
    Resta il fatto che tu devi precisare : l'acconto di giugno fu versato da tuo padre per intero calcolato come prima casa ed godente il diritto di abitazione ?
    Secondo quesito : credete che luglio ed agosto non vadano pagati da nessuno ?
    Mi sembra che non vi siate informati bene.
    Per luglio e fino alla data della morte è debitore tuo padre. Quindi dovrete pagare voi eredi in quanto i debiti fiscali dei defunti vanno agli eredi. E dovrete fare le dichiarazioni dei redditi per madre e padre.
    La quota di tuo padre ( luglio e fino alla morte) va calcolata, secondo logica, come prima casa occupata dal titolare del diritto di abitazione.

    Quindi controlla cosa ha pagato tuo padre. Secondo esamina il testo della IMU e vedi se, trattandosi di acconto e saldo come vanno parametrati all'anno.

    Se ti piace di più la versione di salves, fai come vuoi. Se è sbagliata, ti arriverà la correzione dell'AdE. A me francamente non interessa più di tanto.

    Pensierino di Natale : debbo rimettere salves in "ignora".
     
  7. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Grazie finalmente così non dovrai rispondere a cio che scrivo ma limitarti a dire la tua senza citarmi.

    Se con pochi termini non capisci,non è mica colpa di qualcun'altro!!!

    a questa domanda questa la mia risposta

    a questa domanda questa la mia risposta

    ritorniamo alla risposta precedente

    Alessio ti invio con messaggio privato i riferimenti un saluto
     
  8. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Premetto che mi sembra che la tua toppa sia peggio del buco.

    I morti non "muoiono" per il fisco finchè gli eredi non pagano le imposte in sospeso.

    Tutti sanno che non si ereditano solo gli immobili ma anche le relative imposte dovute dal defunto e non pagate.
    L'IMU del padre la dovranno pagare i figli. Come il padre avrà pagato quella della madre premorta.
    Sfido qualunque persona di buon senso a pensare diversamente.


    Comunque Ade rintraccia e scrive automaticamente.

    Strano che capisco quello che scrivono tutti ma non quello che scrivi tu, salves.

    Di Comuni in cui non si è pagato l'IMU prima casa ce ne sono stati pochissimi e riportati sui giornali come "casi eclatanti". Alessio sarà di uno di questi pochi pochissimi casi ? Beato lui.
    Con la detrazione, non ci ho pagato neanche l'IMU della pertinenza.

    Il testo della legge IMU è sul web a disposizione di tutti.
     
  9. Alessio Marzola

    Alessio Marzola Membro Junior

    Privato Cittadino
    Mi spiace avervi fatto litigare per colpa mia. Adesso sto controllando tutte le carte di mio padre per vedere se aveva pagato l'acconto ma non credo proprio: purtroppo a Torino le aliquote sono molto alte, la rendita è bassa per cui spero che le detrazioni siano sufficienti a coprire la tassa. Quello che mi preoccupava era la mia quota ereditata visto che come seconda casa paga l' 1,06%. Buon Natale a tutti.
     
    A H&F piace questo elemento.
  10. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non ti preaoccupare assolutamente della "cordiale diatriba" fra me e salves, che io stimo e spesso elogio i suoi interventi. In un forum trovo che sia pure "simpatico" che l'atmosfera si riscaldi a causa dei caratteri dei membri. La discussione è sempre in buona fede e non è mai strumentale : è genuina come nella vita. Vi sono i tipi compassati e quelli meno come me. All'inizio della mia partecipazione al forum ero più battagliero ( ma per natura ) ora sono molto più attento anche perche considero gli altri membri come miei amici con cui ogni giorno ci confrontiamo.

    Andando alla questione IMU, mentre tu avevi in mente la quota personale come seconda casa, in me è scattatp il dubbio sull'intera tassa. Hai avuto la dolorosa scomparsa di entrambi i genitori con in mezzo l'acconto IMU.
    La vicenda va ricostruita, a mio parere, nella sua globalità.
    Tra acconto e saldo sono cambiati i proprietari. E' analogo alla vendita dell'immobile: per una parte dell'anno risponde il vecchio proprietario ( il decuius di cui voi siete eredi) ed una parte i nuovi proprietari ( cioè sempre voi eredi, ma in veste diversa ).
    Mi è sembrato subito che ci fosse un "buco". Tu sai in che condizioni di salute fosse a giugno tuo padre. Il risposta del CAF mi sembra la meno attendibile, eppure è il loro mestiere. Le altre, compresa la mia, sono da verificare ( non mi ritengo professore della Bocconi ). Ho usato la logica. Se poi le leggi sono illogiche, chiedo scusa. Cordialmente ricambio auguri di Buon Natale. Ciao
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se oltre che eredi abitate nella casa è prima casa anche per voi fratelli per quota
     
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Per conforto di Alessio, aggiungo la mia. Sperando di non innescare fulmini e tempeste.

    La risposta più esauriente l'ha data H&F: il quale ha però esagerato a definire come errata la "prima" risposta di salves : Semmai era troppo sintetica ed ottimistica, ma non differiva nella sostanza.

    Lasciamo da parte il vezzo di "ignorare" alcuni interlocutori del forum ...: non c'è bisogno di evidenziarlo. Ognuno è libero di selezionare chi leggere e chi no.
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Vero anche questo: ma
    1) i fratelli non sono coabitanti,
    2) se qualcuno di questi lo fosse, per questi varrebeb l'aliquota 1° casa, per gli altri come 2° casa, salvo specifiche indicazioni del regolamento comunale (alcuni comuni includono i parenti di primo grado , padre e figlio, ma non i fratelli).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina