1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    MAGARI PUO' ESSERCI UTILE....


    I «senz'Albo» rilanciano sul riconoscimento

    ROMA
    Il riconoscimento dell'Europa sembrava punto di svolta e nuovo inizio. Ma a due anni dal decreto legislativo 206/2007 che recepisce la direttiva 36 della Ue non è cambiato granché per i 3 milioni e 700mila professionisti italiani senza Ordine. Nessuna delle associazioni italiane ha ancora ottenuto il riconoscimento del governo che permette di partecipare alle piattaforme in sede Ue. Quel sistema grazie al quale un'associazione di professionisti riconosciuta almeno in un Paese Ue può essere ricosciuta in tutti gli altri.
    Un passaggio formale invocato da molte sigle perché visto come punto di partenza per diventare l'alternativa alle professioni riunite negli Ordini e, allo stesso tempo, acquisirne alcune caratteristiche: in primis, la formazione continua degli iscritti e la deontologia. L'obiettivo di Colap e Assoprofessioni, sigle che lavorano per il riconoscimento di queste professioni, è arrivare al «sistema duale»: da una parte gli Ordini dall'altra le associazioni.
    In verità, spiega Roberto Orlandi, capogruppo professioni al Cnel – il consiglio nazionale dell'economia e del lavoro che dà parere obbligatorio, ma non vincolante sul ricoscimento al ministero della Giustizia – «le piattaforme europee che servirebbero, ad esempio, a discutere delle modalità di accesso a queste professioni, non ci sono ancora». Così il mercato segue i suoi tempi, il nuovo sistema di norme resta sulla carta.
    Nella riunione di dopodomani, il Cnel potrebbe trovare accordo sui criteri generali per il parere da fornire al ministero della Giustizia che riguarda le prime cinque sigle, tra cui quelle di tributaristi, podologi e kinesiologi (in due anni sono arrivate 38 domande a ministero e Cnel: 31 già esaminate e sette da esaminare). «Dubito che riusciremo a guardare le pratiche – dice Orlandi – ma credo che riusciremo a chiarire i punti generali e definire il quadro di regole, poi tutto diventa più veloce».
    Nella pratica bisogna aggiornare la delibera Cnel del 23 luglio scorso che fissa i criteri di riconoscimento secondo quanto previsto dal decreto legislativo 206/07. Come? Stabilendo, ad esempio, cosa vuol dire associazione rappresentativa a livello nazionale: se deve essere presente in tutte le 20 regioni o solo in alcune. Altro dubbio: si chiede che l'assocazione sia costituita con atto pubblico o scrittura privata autenticata da almeno quattro anni. Ma cosa succede se la sigla ha più di quattro anni e nel tempo ha cambiato denominazione e veste? Ci sono poi da affinare i criteri per il ricoscimento dei titoli di studio chiesti ai professionisti. Sembrano, invece, dare meno problemi altri criteri a cui si attiene il Cnel, come l'adozione di uno statuto democratico e senza scopo di lucro che identifichi l'attività svolta e il sistema di deontologia e sanzioni.

    Fonte...ILSOLE24ORE
     
  2. roberto_verdoglia

    roberto_verdoglia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    MI sembra che la FIAIP sia già presente a Bruxelles, anni fa si era accreditata al Parlamento europeo.
     
  3. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    .. qualcuno sa allora che tipo di lavoro ha svolto, se è riuscita ad intavolare qualche trattativa, magari con le omologhe di altri paesi? :?

    ;)
     
  4. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Le normative in discussione in Europa riguardono le libere professioni e non le attivita' del commercio.
    Purtroppo la nostra categoria e' riconosciuta come Ausiliaria del Commercio e quindi e' fuori da ogni direttiva europea al riguardo di Albi o Ordini Professionali.
    Al Cnel sono attualmente in valutazione, per il loro riconoscimento, alcune associazioni non regolamentate che riguardano comunque attivita' libero professionali.
    Quello che sta cercando di attuare il settore estero della Fiaip sono iniziative per la ricerca di uniformare le figure professionali e le regole operative degli agenti immobilari in Europa, attualmente molto diverse tra di loro. Sono stati fatti i primi passi !
     
  5. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Scusa Luciano la mia ignoranza, perchè noi siamo inuadrati nel commercio e non nelle professioni ?

    Chi decide tu stai qui e tu stai là (immagino dele norme) e se si sono modificabili

    Altra domanda a noi converrebbe essere professionisti o avremmo anche il risvolto della medaglia (in negativo)

    E' modificabile tutto ciò e se si come?

    Scusa, mi sa che ci vuole un libro per rispondere a questi quesiti
     
  6. Id0

    Id0 Ospite

    A quanto ne so, le professioni di solito hanno un percorso di studio specifico, in primis, spesso prevedono un dottorato e un praticantato.
    Commercialisti, Geometri, Avvocati, Dottori, Notai... tutti hanno dei percorsi di studio sppecifici ch ene determinano la "qualità intellettuale" in modo preciso.
    Alcune professioni di particolare importanza poi hanno l'albo o l'ordine.

    Per un Agente Immobiliare, essere professionista è attualmente impossibile, e sono ben pochi quelli di noi (tra i quali io non ci sono di sicuro) che potrebbero vantare una pretesa del genere (un pochino di self-valutation onesta ci vuole), pensando alle lacune che abbiamo per poter diventare professionisti non vi nascondo che un pochino mi vergognerei a chiederlo...

    Possiamo però senz'altro essere PROFESSIONALI, che è un altra cosa.

    Quindi il problema non è se possiamo diventare professionisti con la bacchetta magica o per mezzo di un decreto, in quanto se succedesse e fosse un po meno BUFFONATA di quanto è successo nel 2001 con l'introduzione del diploma obbligatorio chi di noi (me compreso) non ha almeno una mini-laurea presa in un corso specifico (da creare ad hoc, ma ci sono già in Italia i primi timidi virgulti) dovrebbe esser "declassato".

    In negativo, sempre a parere mio, avremmo che NON SAREMMO DI CERTO RICONOSCIUTI MIGLIORI DI QUANTO SIAMO PER UN "TITOLO" , il probelma è culturale e radicato e molti dei problemi ch eabbiamo oggi NON DIPENDONO dalla nostra mancanza di conoscenze o di cultura, ma dipendono DALL'APPROCCIO CHE ABBIAMO CON LA CLIENTELA, che è sicuramente ARMATO e quindi si creano contrasti che sfociano in quei luoghi comuni.
     
  7. caviapp

    caviapp Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    non tutti quelli considerati professionisti hanno un percorso specifico. Ad esempio i "cugini" amministratori di condominio sono considerati "professionisti", non sono inquadrati nella cciaa e quindi non ricadono nel commercio-artigianato-agricoltura! (forse ora modificheranno il codice negli articoli inerenti il condominio ma non credo che a livello professionale cambi qualcosa)

    Forse il peccato originale per cui l'agente immobiliare ricade sotto la cciaa con tutte le conseguenze del caso deriva dal fatto che questa attività fù al tempo equiparata ai mediatori in genere (bestiame, prodotti agricoli e merci varie)
    Passuti, che è un "vecchio" :D dell'attività potrà confermare questa mia ipotesi.
     
  8. Id0

    Id0 Ospite

    Beh, se è per quello c'è chi tra noi ancor oggi paragona le case al formaggio (m'è scappata :D)

    Quindi noi saremo dei "caciottari" (con tutto il rispetto)

    Ma non sapevo che gli amministratori fossero considerati professionisti...

    Quindi possiamo diventarlo anche noi! Visto che possiamo amministrare i condomini... :D BAsta farlo! :^^:

    Però, anche se fosse: quali vantaggi hanno ricevuto gli amministratori? ;)

    Meditate gente, meditate.
     
  9. caviapp

    caviapp Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Bè intanto pagano l'Inps come gestione separata sul fatturato e non quote fisse più gli scaglioni di reddito, come i commercianti (noi), non pagano la tassa cciaa e questo è già non poco.
    la loro retribuzione è sacrosanta e possono ottenere decreti ingiuntivi esecutivi nonostante opposizione per riscuotere quanto deliberato dall'assemblea (compreso, appunto, la loro retribuzione come i professionisti).

    Se a te non pagano devi fare una normale causa civile (citazione ecc. ecc.) o sbaglio?
     
  10. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Subito un chiarimento; gli amminsittratori di consominio non sono considerati dei "professionisti! ma dei mandatari, non hanno nessuna regolamentazione, registro, regola, associazione riconosciuta, ecc. ecc.
    Gia' noi su questo siamo avanti di 20 anni (verdi legge 39/89 !)
    Noi genti immobilairi siamo considerati "Ausiliari dei Commercio perche' lo detemina il C.C. !
    Per essere "professinisti", ( professionali e' tutt'altra cosa !!!!!) occorre essere riconosciuti come prestatori di una opera o di servizi di carattere intelletuale, essere iscritti in un Ordine o Albo, aver un diploma o una laurea e aver superato un esame pubblico. (c.d.: di stato !) oltre ad un tirocinio di pratica
    Non e' il nostro caso dove abbiamo si' un esame presso le CCIAA ma solo per accertare le capacita' e conoscenze. ( vedi esame scritto tramite i quiz !!!!!)
    In prativa le attivita' dei professionisti devono avere una valenza e un interesse sociale e bisognosa di una tutela pubblica.
    Purtroppo e' cosi', non solo per noi, ma per tante altre attivita' !!!
     
  11. Id0

    Id0 Ospite

    Grazie Luciano, mi rincuori, credevo infatti mi fosse sfuggita la nomina a professionisti dei nostri "cugini" (ma cugini de che??? Manco lontani parenti!), ma per disciplina tendo sempre ad accertarmi della cosa (o cercare di farlo) prima di dissentire da una affermazione.

    Però consentimi di dire che noi SIAMO utili alla società (se no cosa ausiliamo?) lo saimo talmente tanto ch enonostante facciano di tutto per sostituirci con altri surrogati da quasi un decennio non ci riescono... ;)

    Anche perchè (lo dico per chi non è AI e legge) se non ci fossimo noi ad appianare e sistemare gli affari (quando facciamo il nostro lavoro e non altro) molti affari NON esisterebbero o sarebbero davanti al giudice ;) , e dietro agli affari che facciamo noi spesso ci sono famiglie... :idea:

    Ceramente figure come i venditori sono molto meno utili socialmente, anche se utili sicuramente a una impresa che vuole vendere il proprio prodotto.

    Il mediatore è una figura importantissima, in tutti gli ambiti.

    Infatti uno dei rschi maggiori per chi fa il mediatore immobiliare con coscienza e di farsi coinvolgere troppo dalle questioni che affronta.

    Noi non vendiamo case, noi spesso sistemiamo situazioni umane...
     
  12. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Luciano a tuo parere, ritieni possa essere utile alla nostra categoria essere "promossi" a professionisti?
     
  13. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    CErto che risolviamo situazioni umane, chi non si fa coinvolgere dalla trattativa quando in una compravendita senti le parti almeno.................50 volte? incontri anche in tarda serata, a casa loro coi figli ecc.

    La casa è un bene emozionale, e le emozioni agitano il nostro essere il nostro sentire, per qeusto quando è tutto risolto, dopo l'atto notarile ci arrivano dei grazie sentiti, veri e vedi davvero la gioa nel volto dei tuoi clienti.

    E che ci crediate o no, per 4 anni ho affiancato al mio lavoro di AI quello di amministraotre di condominio e non c'è sineriga migliore, il cliente si sente in una botte di ferro ( se non pensa di essere "fregato" in toto da chi ha davanti :^^: )

    Siamo dei professionisti, orami sono troppe le leggi da seguire e gli aggiornamenti da recepire, no voglio non possiamo essere inquadrati come professionisti??............. fa nulla io lavoro in modo professionale e per quello mi sento un umano professionista.
     
  14. Id0

    Id0 Ospite

    Concordo, ma un conto è sentirsi professionisti (che a parere mio nel nostro caso è spesso confondersi con l'essere professionali) un conto è esserlo di TITOLO.

    Il probelma deriva dal fatto che NON ESISTE nessuna definizione di ciò che è "mediare" perchè di fatto è complicato trovare una definizione di "mediazione" che abbracci tutte le casistiche senza sfociare in altre azioni (si pensi alla differenza tra mediare e vendere, spesso non notata anche da molti colleghi).

    Da qui la difficoltà di poter definire mediazione o meno una determinata azione ch enon sia palesemente riconducibile a tale definizione e da qui la difficoltà di aver ericonoscimento certo del dovuto in caso di contenziosi, dovendo passare dal giudizio.
     
  15. contestabile

    contestabile Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non credo che la direttiva servizi non interessi la nostra categoria. Allego per Vs. opportuna informazione alcuni dei più importanti passi estrapolati dalla stessa.
    ............Tra i servizi oggetto della presente direttiva rientrano
    numerose attività in costante evoluzione, fra le quali figurano:
    i servizi alle imprese, quali i servizi di consulenza
    manageriale e gestionale, i servizi di certificazione e di collaudo,
    i servizi di gestione delle strutture, compresi i servizi
    di manutenzione degli uffici, i servizi di pubblicità o i
    servizi connessi alle assunzioni e i servizi degli agenti commerciali.
    Sono oggetto della presente direttiva anche i servizi
    prestati sia alle imprese sia ai consumatori, quali i
    servizi di consulenza legale o fiscale, i servizi collegati con
    il settore immobiliare, come le agenzie immobiliari, l’edilizia,
    compresi i servizi degli architetti, la distribuzione,
    l’organizzazione di fiere, il noleggio di auto, le agenzie di
    viaggi. Nell’ambito di applicazione della presente direttiva
    rientrano altresì i servizi ai consumatori, quali i servizi nel
    settore del turismo, compresi i servizi delle guide turistiche,
    i servizi ricreativi, i centri sportivi, i parchi di divertimento
    e, nella misura in cui non sono esclusi dall’ambito
    di applicazione della direttiva, i servizi a domicilio, come
    l’assistenza agli anziani. Queste attività possono riguardare
    servizi che richiedono la vicinanza del prestatore e
    del destinatario della prestazione, servizi che comportano
    lo spostamento del destinatario o del prestatore e servizi
    che possono essere prestati a distanza, anche via Internet.
    Gli Stati membri dovrebbero incoraggiare l’elaborazione
    di codici di condotta a livello comunitario, specialmente
    da parte di ordini, organismi o associazioni professionali.
    Tali codici di condotta dovrebbero includere, a seconda
    della natura specifica di ogni professione, norme per le
    comunicazioni commerciali relative alle professioni regolamentate
    e norme deontologiche delle professioni regolamentate
    intese a garantire l’indipendenza, l’imparzialità
    e il segreto professionale. Dovrebbero inoltre essere inserite
    in tali codici di condotta le condizioni cui sono soggette
    le attività degli agenti immobiliari. Gli Stati membri
    dovrebbero adottare misure di accompagnamento per
    incoraggiare gli ordini, gli organismi e le associazioni professionali
    ad applicare a livello nazionale questi codici di
    condotta adottati a livello comunitario.
    I codici di condotta a livello comunitario hanno lo scopo
    di fissare regole di condotta minime sono complementari
    ai requisiti di legge degli Stati membri. Essi non ostano, in
    conformità del diritto comunitario, a che gli Stati membri
    adottino con legge misure più rigorose, ovvero a che gli
    organismi o ordini professionali nazionali prevedano una
    maggiore tutela nei rispettivi codici nazionali di condotta.
     
  16. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    .. e l'esistenza del Ruolo come si inquadrerebbe in tutto ciò? Potrebbe passare per un'applicazione più rigorosa dei codici comunitari di condotta? :?

    ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina