1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. miroba

    miroba Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    nel 2008 una ditta ha eseguito i lavori al terrazzo sopra al mio perchè vi erano delle infiltrazioni.Io ho il terrazzo verandato, dopo poco sono tornati perchè vi erano delle infiltrazioni piccole ed hanno passato un prodotto. le infiltrazioni sono comunque rimaste nel tempo , ma da ottobre sono molto peggiorate ed è tornata la ditta per dare vicino agli scarichi dell'acqua un prodotto liquido rosso, con la pioggia tale prodotto e passato nel mio terrazzo. adesso la ditta credo voglia prendere tempo e non vuole rifare il terrazzo. Il primo lavoro è stato pagato in parte dal proprietario sopra di me ed in parte da me per un nostro accordo.Adesso come mi devo comportare devo rifarmi a mezzo raccomandata con il proprietario oppure scrivere anche alla ditta?sono in attesa di una relazione da parte dell'Ing. del condominio.
    grazie in anticipo x il Vostro aiuto
    saluti michele
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Nel vostro immobile se siete più di 4 condomini, sicuramente avete un amministratore ed è proprio lui che dovrebbe seguire il caso (in particolare per le parti comuni come il terrazzo) ... se invece siete meno di 4, allora si dovrà fare una comunicazione all'impresa dalla persona che ha dato l'incarico dei lavori, diffidando la stessa nella messa in pristino delle anomalie riscontrate, pena la richiesta di risarcimento danni, che ovviamente sarà effettuata da un vostro legale di fiducia...
     
  3. miroba

    miroba Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    si siamo un condominio complesso 3 numeri civici più due negozi.nel 2008 l'amministratore non si interessò della vicenda il muratore fu cercato dal proprietario del piano sopra al mio, adesso farò seguire la pratica dall'amm.re
    grazie e saluti
    michele
     
  4. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Quando si parla di terrazzi, sarebbe opportuno descivere meglio la struttura dell'edificio : piano, tipo di terrazzo. Da come hai descritto, non mi sembra che dovevi partecipare alla spesa la prima volta. Volevo gia ieri chiederti dettagli sulla configurazione dell'edificio. L'amministratore potrebbe ritenere che esuli dalla sua sfera di competenza.
     
  5. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    In ogni caso qualsiasi sia la conformazione del condominio delle proprietà e quanto si vuole considerare, la ditta che esegue i lavori è responsabile della buona fattura degli stessi e di eventuali danni cagionati a terzi direttamente dipendenti dai lavori svolti.

    Ciao salves
     
  6. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Si ma chi ha il tiolo per contestare i lavori ? Solo il committenete !
    Chi è stato il committente di questi lavori ?
    Qui c'entra il mio quesito e come : ci sipuò rivolgere all'amministratore se si tratta di parti condominiali, ma se sono parti private l'amministratore non c'entra nulla.
    Se è un rapporto fra condomini, qui entra in gioco il Codice Civile e la giurisprudenza.
    La parola "terrazzo" uun termine tecnico : è stato usato correttamente ? Anche il piano ha una sua influenza : se fosse il terrazzo esclusivo dell'attico ?

    Quindi, in questo caso, dissento da te , SALVES.
     
  7. miroba

    miroba Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    avete ragione mi sono spiegato male.condominio di 7 piani io abito a terreno rialzato con terrazzo verandato sporgente dalla facciata, quello sopra è un terrazzo aperto l'unico della scala gli altri sono tutti verandati. l'infiltrazione mi viene dall'angolo in alto a destra, la maggiore, poi una macchia al centro del soffitto.nel 2008 l'amm.re disse che dovevo partecipare alla spesa, cosa che ho fatto, ma adesso che il problema è peggiorato vorrei che fosse la ditta a fare il tutto a proprie spese.
    vi allego anche una foto visto che siete tutti gentilissimi e molto pazienti con me.
    grazie michele
     

    Files Allegati:

  8. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Peccato che dissenti.
    Quello che volevo far capire e forse hai letto precipitosamente quanto scritto è:

    In ogni caso qualsiasi sia la conformazione del condominio delle proprietà e quanto si vuole considerare.
    Cioè qualsiasi considerazione si voglia fare quindi anche tutti i quesiti che hai posto tu.

    la ditta che esegue i lavori è responsabile della buona fattura degli stessi e di eventuali danni cagionati a terzi direttamente dipendenti dai lavori svolti.

    Cioè una qualsiasi ditta comunque incaricata e da chiunque incaricata civilisticamente è responsabile della buona fattura degli stessi e di eventuali danni cagionati a terzi direttamente dipendenti dai lavori svolti.

    Non so se sono stato chiaro adesso.
     
  9. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Dalla foto che hai postato occorerebbe visionare come è stato realizzato il raccordo sopra dova hai realizzato la foto, se non è stato realizzato un idoneo metodo di isolamento impermeabile che eviti ristagno d'acqua a poco serve usare prododdi sigillanti, questo è corretto farlo nelle superfici che non permettono il ristagno, cioe dove l'acqua scorre liberamente ma percola per usura dello strato esistente di impermeabilizzazione.

    Ciao salves
     
  10. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ma non tieni conto della procedura giuridica : il danneggiato deve ricolgersi al committente dei lavori. Non può uno qualunque rivolgersi alla ditta.
    Solo il committente può chiamare in giudizio la ditta esecutrice.
    Gli altri sono " estranei" al rapporto.
    Eri stato chiaro prima e dopo, e , consentimi, il tuo è non un ragionamento giuridico. Ribadisco prima di tuttto va inquadrato giuridicamente la parte e l'accaduto. Se il committente è il proprietario del terrazzo soprastante, tocca a lui e solo a lui reclamare per i lavori mal fatti.
    La garanzia è operativa solo nei confronti dell'intestatario della fattura. La riparazione è del 2008.
    L'obbligazione nasce nei confronti del committente e non so se la garanzia è terminata.
    Le norme giuridiche non vanno confuse con le buone intenzioni.
    Giustamente l'amministratore disse che una parte era a carico del sottostante terrazzo : il Codice Civile e la giurisprudenza inciano con esattezza ciò che compete al soprastante terrazzo e ciò che compete al sottostante.
    Ripeto : è stato detto di rivolgersi all'amministratore. Come fai a dire che c'entra l'amministratore se non accerti la natura della parte condominiale o privata ? Da qui è necessaria la configurazione dell'edificio.
    Il teraazzo è sporgente la facciata, qindo sembra privata : rapporto fra 2 proprietari secondo le norme del Codice Civile e la giurisprudenza.
     
  11. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Allora sono io che non mi faccio capire, il mio messaggio è una ditta è sempre responsabile di cio che fa e dei danni che può arrecare per il suo operato. Questo è quello che volevo far capire, che poi giuridicamente deve essere il committente a far questo o altra persona non ha importanza per quello che volevo dire io, sapeva miroba se nelle condizioni di agire o meno oppure chiedere a noi facendoci sapere la sua reale posizione.
     
  12. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se uno deve fare un reclamo è obbligato a seguire la procedura di legge.
    Non mi sembra che si stia mettendo in dubbio che i lavori fatti (forse) male sono della ditta che li esegui, ma per contestare responsabilità vi è solo un solo un modo corretto di farlo.
    Chi ti dice che la ditta ha fatto i lavori male o ha invece convenuto con il committente di fare una riparazione "economica" ?
    Chi ti dice che il lavoro del 2008 sia in garanzia ?
    Il Codice Civile limita la garanzia a DUE ANNI. E quindi è terminata.
    Anzi il contratto potrebbe avere previsto una garanzia di UN SOLO ANNO.
    Art. 1667 CC.
    Siamo quasi nel 2013.:disappunto:
     
  13. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    potrebbero aver concordato sei anni chi te lo dice?


    Al committente è dovuta la garanzia per i vizi occulti, o taciuti in malafede dall'appaltatore, il quale sarà tenuto alla eliminazione dei vizi o alla riduzione del prezzo proporzionalmente alla gravità dei vizi lamentati. L'azione si prescrive entro il termine di due anni dalla consegna dell'opera e il Committente per poterla esercitare, è tenuto a denunciare i vizi all'appaltatore entro il termine perentorio di sessanta giorni dalla loro scoperta.

    qualsiasi sia l'importo dell'intervento ha una sua garanzia.

    Comunque chiudo la discussione chi ha voluto capire ha capito.
     
  14. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Si è capito tutto : ti sei sbagliato ed ora riporti l'art.1667 del Codice Civile che ti ho segnalato in rosso.
    Tu stesso scrivi : al committente è dovuta la garanzia......
    E' tutto il giorno che cerco di spiegartelo. Ma si vede che la parola committente, detta me, assume un altro significato.
    Tu confermi : 2 anni secondo il Codice Civile, vuoi fare credere che siamo nel 2010 ?
    Qui di anni ne sono passati 5.

    Io ricordo sempre e lo ripeto, all'occorenza, che ammiro incondizionatamente Fabrizio di studiopci che una volta, incorso in un errore come può capitare a tutti, dichiarò immediatamente : mi sono confuso, forse per la fretta.
    Se mi capitasse ( ed ovviamente è probabile ) non potrei che imitare Fabrizio.
     
  15. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    @miroba
    E' molto difficile riuscire in un forum a dare un consiglio ponderato senza avere la tenacia di approfondire e scontrarsi con qualcuno.

    Prima va definita con certezza la domanda e tu, gentilmente, hai fornito gli elementi essenziali che qualificano il terrazzo come parte privata, escudendo così la competenza dell'amministratore ( come ha fatto in effetti in passato).

    Poi è stato chiarito che il lavoro del 2008 è quasi sicuramente del fuori garanzia per prescrizione.

    In ogni caso il tuo interlocutore è il propretario del terrazzo soprastante che è stato anche committente del lavoro del 2008, e non la ditta.

    Non avresti potuto reclamare ( anche se non prescritta) la garanzia perchè il rapporto contrattuale era fra il committente e la ditta ( come dice il Codice Civile )

    Il Codice Civile e la giurisprudenza regolano la eventuale compartecipazione ai lavori come in tutti i casi di vicinato.

    Scusa che si è impiegato molto ad arrivare ad un chiarimento . A me non manca nè la tenacia nè la voglia si studiare i casi. Ciao
     
  16. gubossa

    gubossa Membro Junior

    Certificatore energetico
    Ma più che un terrazzo a me sembra si tratti di un balcone, per cui la tua partecipazione alla spesa è stata del tutto incongrua.
    Il problema per te si pone dal momento che hai trasformato il tuo balcone sottostante (che definisci impropriamente "terrazza") in veranda e quindi nell'ambiente si manifesta un disagio abitativo estremamente diverso rispetto a quello relativo ad un "balcone" aperto.
    Ragionando in termini squisitamente giuridici, prescindendo da ogni aspetto riguardante le variazioni apportate allo stato dei luoghi originario (trasformazione balcone in veranda) le opere di impermeabilizzazione mal eseguite dovevano essere commissionate e pagate esclusivamente dal proprietario del balcone sovrastante, al quale compete anche la contestazione alla ditta esecutrice per ottenerne l'eliminazione dei difetti insorti successivamente.
     
    A H&F piace questo elemento.
  17. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Pienamente d'accordo. Anch'io penso che non dovevea pagare nulla il balcone sottostante ( se la causa è solo l'impermealizzazione ). Non ho voluto approfondire questo aspetto ( e noterede i generico mio rinvio al Codice Civile = soluzione pilatesca per evitare altre inutile polemiche abbastanza frequenti negli ultimi ).

    Una ispezione dei luoghi sarebbe utile. In foto mi insospettisce la particolare posizione della infiltrazione.

    Come pure notare che una garanzia su lavori di impermealizzazione NON è a vita.

    Grazie per l'intervento. Auguri di Buonr Feste.
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se sei in attesa di una perizia dell'Ingegnere del condominio, aspetta l'esito e poi ci informerai di tutto questo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina