1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Pil

    Pil Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Chiedo un vostro punto di vista rispetto ad una situazione che, seppur "abbastanza" frequente, presente di volta in volta dettagi che influiscono sul "nesso di causalità" legato all'operato di tutti i mediatori intervenuti e cioè:
    (Agenzia 1) Ho ritirato incarico di vendita in esclusiva su un immobile, una volta scaduto il precedente incarico in esclusiva con altra agenzia (Agenzia 2).
    Su richiesta da parte di un collega (altra agenzia immobiliare, quindi Agenzia 3) acconsento a far effettuare una visita all'immobile con loro cliente.
    Durante la visita all'immobile, il cliente ci riferisce di aver già visionato l’appartamento con la prima agenzia e di aver sottoscritto formale proposta d’acquisto, NON accettata dalla proprietà.
    In occasione della visita effettuata si dice comunque concretamente interessato, per cui consiglio di formulare una nuova proposta d'acquisto offrendo un'importo superiore a quello della prima offerta non accettata (fatta con la prima agenzia).
    Attualmente tutto "congelato" in attesa che il cliente decida se procedere, ma ha mostrato perplessità per l'aspetto provvigionale (se la prima agenzia tentasse, una volta concluso l'acquisto e pagata la mediazione alla agenzia n°. 3, reclamasse anch'essa il pagamento della provvgione ?)
    L’ agenzia precedente può pretendere qualcosa e da chi?
    Il mio punto di vista è che non vi sia nesso di causalità e che quindi nulla sia dovuto, Cosa ne pensate ?
     
  2. tilt

    tilt Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
  3. Pil

    Pil Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Altri commenti ? :ugeek:
     
  4. Massimo Brancaleoni

    Massimo Brancaleoni Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Che bel guazzabuglio............ber non dire altro.
    La regola è che se la conclusione dell'affare è concluso da una pluralità di mediatori, ciascuno ha diritto ad una quota sulla provvigione, lo dice un art. del C.C.............
    Certo occorre dimostrare il nesso di causalità, megli che troviate tutti un accordo a condizioni che siate tutti iscritti e non vi siano in mezzo abusivi che reclamino una quota del compenso.
    Saluti Max.
     
  5. Pil

    Pil Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Già, ma per l'agenzia 1 il nesso di causaltà qual è :domanda:
    Nel condividere l'idea della condivisione per motivi che vanno al di là delle regole scritte, il dubbio permane: la proposta ritirata dall'agenzia 1 non è stata accettata e quindi ora si tratta di una nuova trattativa che sarà seguita da altro soggetto in un arco temporale diverso..... :occhi_al_cielo:
     
  6. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ha ragione Massimo secondo me...

    Sul piano legale francamente non so rispondere anche se il parere espresso da Massimo è il più vicino a un'ipotesi di "senno giuridico".

    Sul piano logico e deontologico, la prima agenzia si è giocata la sua carta e ha perso il diritto alla mediazione, mentre le seconde due hanno diritto a dividersi la mediazione salvo restando l'iscrizione al ruolo.

    In caso di giudizio il risultato sarebbe assolutamente aleatorio mi sa...

    g
     
    A gtgt piace questo elemento.
  7. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Perché l'agenzia 1 non ha fatto sottoscrivere al venditore una contro proposta?
    Quanto tempo è passato?
    Quanta è la differenza di prezzo?

    Questo per capire se si configura un affare diverso da quello proposto oppure è lo stesso affare; nel primo caso secondo me niente ha da pretendere l'agenzia 1 mentre nel secondo caso almeno una parte della provvigione potrebbe spettare.
    Per tranquillizzare il tuo cliente puoi firmare una liberatoria in cui ti impegni a gestire l'eventuale (probabilissimo) contenzioso con il collega sollevandolo da qualsiasi obbligo.
     
  8. Pil

    Pil Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Corro al lavoro....ci leggiamo più tardi

    Buon lavoro a tutti
     
  9. Zampirollo Marco

    Zampirollo Marco Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    La provvigione , secondo codice civile andrebbe divisa tra i mediatori che hanno concorso alla conclusione dell'affare . Questo è quello che dice il codice civile. Naturalmente c'è da considerare il fatto che il primo agente avrà diritto ad una quata minore poichè è vero che ha concorso, ma non è stato determinante.
    Inoltre, a me è capitata una cosa analoga , io ho sollevato il cliente da eventuali richieste, ed ho concluso la trattativa poi ho interpellato il collega ed ha concluso la trattativa sul riconoscimento provvigionale.

    Ciao. Fox72
     
  10. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Argomento gia sviluppato piu volte.
    A me è successo piu volte in questi anni e mi sono informato dall'avvocato.
    1) il cliente deve stare tranquillo può decidere di comprare l'immobie con chi vuole, la provvigione da pagare è una sola e la paga alla agenzia che conclude l'affare.
    2) L'agenzia 1 è quella che puo rivendicare parte della provvigionem ma l'onere della prova spetta a lei.
    Puo rivendicare parte della provvigione per concorso in mediazione e deve dimostrare che il cliente ha acquistato quell'immobile perchè anche il suo intervento è stato determinate ai fini della conclusione dell'affare.
    3) L'agenzia 1 ha accompagnato il cliente, avra seguito tutta la prassi per arrivare alla proposta d'acquisto ( conteggi spese, e non da meno ovvio la stesura della proposta.
    4) Questa è la teoria a livello giuridico, ma come dicono i colleghi poi subentrato i fattori tempo prezzo differente ecc ecc.
    5) Resta il fatto che il cliente può comprare con l'agenzia che vuole, se voleva e gli era simpatico tornava dalla prima e la seconda agenzia si doveva preoccupare dell'onere della prova e aveva dalla sua solo la visita.
    UN saluto Roby.
     
  11. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Quoto Roberto e Roby :ok:
    Concludi la trattativa e, se sei in buoni rapporti con la Agenzia 1, confrontati sull'accaduto; se, come ahimè succede più spesso, fate fatica a guardarvi solamente in faccia, corri immediatamente a registrare la proposta!!
    Voglio vedere se l'Agenzia 1 intenterà una causa nei tuoi confronti per pochi spiccioli...
     
  12. alessandra

    alessandra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    quoto in pieno Roby,
    anche se io in un caso analogo ho perso l'affare: un cliente voleva acquistare l'immobile da me ... in seguito è saltato fuori che l'aveva già visionato 6 mesi prima con un'altra agenzia con altro prezzo e altre condizioni ... alla fine il cliente visto "l'acidità" di questa agenzia ha preferito ritirarsi dall'affare ...così abbiamo perso tutti io,l'altra agenzia e il venditore ... :disappunto:
    A
     
  13. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Di solito gli incarichi prevedono , che qual'ora il promissario acquirente acquisti l'mmobile entro un anno , il Promittente venditore deve, pagare comunque le spettanze all'agente immobiliare.
    Nulla esiste nel merito dell'acquirente, che rispondendo ad una proposta si ritrova nello stesso alloggio, lui puo' riformulare una proposta e ovviamente pagare le spettanze dovute all'agente con il quale ha concluso ed in possesso per quel periodo di un incarico in esclusiva valido.
    Chiaro che la terza agenzia si accordera' con la seconda al fine della ripartizione provviggionale.
    Ripeto che non dopvrebbe stare tranquillo semmai e' il venditore, qualora la prima agenzia venisse a conoscenza della cosa.
    Assolutamente la seconda eterza agenzia come il futuro acquirente possono stare tranquilli.
    Spero di essere stato chiaro.
    Ma le cose semplici nonvi capitano mai?
    E' una battuta
    Cordialmente
    Noel
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'agenzia 1 ha diritto a una quota provvigionale (da prendersi dall'agenzia che ha incassato la mediazione). Il cliente sarà anche libero di andare da chi gli è piu simpatico, ma la correttezza imporrebbe di avere come punto di riferimento il primo agente che comunque è colui che ha permesso al cliente di arrivare all'immobile, a meno che ci siano delle 'colpe' gravi dell'A I che abbiano impedito l'affare. Sarà poi vero che il cliente fece una proposta d'acquisto??? Io nn ci scommetterei...
    A me sta succedendo una cosa analoga e credo che la correttezza sia alla base di tutto: degli A I, ma anche dei clienti che spesso si lamentano della ns scarsa efficienza, ma altrettanto spesso fanno delle cose inenarrabili per pochi spiccioli...
    in bocca al lupo :stretta_di_mano:
     
  15. Pil

    Pil Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie a tutti :sorrisone: :sorrisone: :sorrisone:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina