1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    il mio ragazzo ed io abbiamo trovato casa e con il costruttore abbiamo optato per un preliminare con effetti anticipati, la casa ci è stata consegnata a settembre e il rogito sarà a settembre 2016.
    Nel compromesso abbiamo indicato che decideremo all'atto se utilizzare l'imposta di registro o l'IVA a seconda delle normative vigenti allora.
    Considerando che l'immobile è stato ultimato nel 2011 (mancava solo il nostro appartamento da vendere), se le cose resteranno tali e quali ad oggi : dovremmo utilizzare l'imposta di registro o l'IVA?
    Ho provato a cercare su internet ma ogni sito da una versione diversa, alcuni dicono sia a scelta del costruttore altri che dopo 5 anni dalla fine lavori si paghi l'imposta di registro...
     
  2. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    dopo 5 anni dalla fine lavori decide j'impresa
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  3. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il fatto che su internet sia possibile trovare informazioni contraddittorie, soprattutto in materia fiscale, non è affatto insolito. Per il mondo virtuale il concetto di tempo è piuttosto labile. Il mondo virtuale non tiene conto del susseguirsi degli eventi e, benché magari un'informazione risulti superata, solo in pochi si prendono la briga di rettificarla.

    Per cercare di essere concisi e pratici, ti basti sapere che entro 5 anni dal fine dei lavori la vendita del costruttore è sempre soggetta ad IVA, oltre i 5 anni esiste per il costruttore la possibilità di optare tra IVA ed imposta di registro.
    Se aveste voluto assicurarvi il regime fiscalmente più vantaggioso, probabilmente la clausola più corretta sarebbe stata tipo la seguente: "l'atto definitivo verrà assoggettato all'imposizione fiscale che risulterà più favorevole al promissario acquirente, in riferimento alle norme fiscali che risulteranno allora applicabili".

    Questo perché, vista la rapidità con la quale le norme fiscali tendono a cambiare, è probabile che quanto vi ho scritto ora avrà poca o nessuna valenza nel momento in cui sottoscriverete il rogito!
     
    A alessandro66 e enrikon piace questo messaggio.
  4. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    quindi è il costruttore a scegliere il tipo di imposizione?
    io mi sono fidata di cio che mi ha detto l'agente immobiliare..che ha scritto "in relazione al regime di tassazione del futuro rogito le parti concordano che essendo decorsi da quel momento 5 annidalla data di chiusura lavori potrsanno decidere di avvalersi del regime di imposta di registro o IVA tutto salvo modifiche della legge che potrebbero subentrare nel corso del tempo."
    ci aveva spiegato che inserendo questa dicitura la scelta del regime è una scelta condivisa dalle parti..
    è vero o ci siamo fatti intortare??
     
  5. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E' vero ma vuol dire poco sinceramente.

    Per quello che ne so, e non sono sicuro di saperne abbastanza, se le parti non sono d'accordo gli usi dettano che sia chi vende che sceglie.
    Però è una cosa che non ho mai affrontato a posteriori, sempre prima (che è meglio, diceva coso...)
     
  6. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    giustissimo ma io è la prima volta che compro casa e mi sono fidata dell'agente immobiliare ...a saperlo facevo da me che facevo prima!
     
  7. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    decideremo chi?? cosa avete scritto esattamente?
     
  8. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    L'ho indicato qualche commento più su...
     
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    intendeva voi come acquirente o il venditore.
     
  10. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Dice genericamente le parti.. Nel capoverso prima le parti eravamo noi che chiedevamo l'applicazione dei benefici fiscali prima casa
     
  11. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    questo è quello che riporta (preso dal compromesso)


    La parte promissaria acquirente chiede l’applicazione delle agevolazioni
    fiscali previste per l’acquisto di prima casa. In relazione al regime di
    tassazione del futuro rogito le Parti concordano che essendo decorsi in
    quel momento 5 (cinque) anni dalla data di chiusura dei lavori, potranno
    decidere di avvalersi del regime di Imposta di registro o IVA; il tutto salvo
    modifiche alla Legge che potrebbero subentrare nel corso del tempo.
    La Parte Promissaria Acquirente chiede, salvo diverse disposizioni di
    legge al rogito notarile, la detrazione fiscale, ad oggi del 50%
    (cinquantapercento) sul costo di costruzione del box/autorimessa
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    I lavori sono finiti da oltre 5 anni, l'impresa vi ha dato il possesso e l'atto i(rogito) lo fate nel 2016? (che strano)
     
  13. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    magari vi state fasciando la testa prima del tempo però la clausola non è scritta proprio bene. Se le parti non si accordano che succede? La scelta solitamente spetta al costruttore....
     
  14. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    non mi vorrei fasciare la testa prima.. è giusto per capire cosa posso aspettarmi.
    è un preliminare con effetti anticipati. Noi abbiamo già le chiavi di casa
     
  15. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    E' vero...ma se il costruttore vuole l'IVA?[DOUBLEPOST=1415964021,1415963841][/DOUBLEPOST]
    Le parti sono sempre le contro-parti, se ci si riferisce ad una in particolare si specifica quale sia...acquirente o venditore.
     
  16. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ed in questo caso quindi è un bel giro di parole per dire che alla fine sarà il costruttore a decidere?
     
  17. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Praticamente....
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  18. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    quindi non mi resta che sperare che da qui ad ottobre 2016 non venga cambiato qualcosa?
    altrimenti regalo 10k di IVA al costruttore che riverserà allo stato.
    Leggendo sul manuale dell'agenzia dele entrate è riportato questo:


    Se il venditore è un’impresa, la cessione è sempre esente da IVA, a eccezione di questi casi:
    vendite effettuate dalle imprese costruttrici o di ripristino dei fabbricati entro 5 anni dall’ultimazione della costruzione o dell’intervento, oppure anche dopo i 5 anni se il venditore sceglie di sottoporre la cessione a IVA (la scelta va espressa nell’atto di vendita)
     
  19. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Appunto....
     
  20. tarya88

    tarya88 Membro Junior

    Privato Cittadino
    sarebbe anche inutile chiedere di modificare quella parte del compromesso a questo punto.
    Spero solo che il costruttore al momento della scelta ascolti le nostre richieste (o che nel frattempo torni come prima... immobile vecchio di 5 anni imposta di registro... ma dubito)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina