1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. salemcat

    salemcat Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao.
    Volevo raccontare cosa mi sta succedendo.
    Ho firmato il contratto preliminare per l'acquisto della prima casa qualche mese fa. Termine ultimo per la data del rogito 8 gennaio 2010.
    Circa un mese fa il venditore ci aveva comunicato che era disponibile a fare il rogito a metà dicembre...benissimo...ma una settimana fa è venuto fuori che si sta separando dalla moglie e che lei non vuole lasciare più la casa...c'è anche un bambino di mezzo...
    è una situazione davvero incasinata.... :disappunto:
     
  2. bruno80

    bruno80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    è incasinata si... allora, prima domanda:
    1) la parte venditrice nel preliminare chi è? il marito solo o entrambi?
    2) c'è comunione legale dei beni oppure l'immobile è di proprietà esclusiva del marito?
    3) il preliminare è stato trascritto oppure no?
    queste domande per capire se puoi richiedere la restituzione del doppio della caparra versata.
    Io ti consiglierei di risolvere consensualmente.
     
  3. salemcat

    salemcat Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao.

    Nel preliminare c'è solo la firma del marito poichè l'acquisto della casa è avvenuto prima del matrimonio. Immagino che ci sia comunione dei beni....(una brasiliana che sposa un'italiano difficile che chieda la separazione dei beni). Il preliminare è stato solo registrato all'agenzia delle entrate.
     
  4. bruno80

    bruno80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Guarda la situazione è complicata.
    Ti consiglio di parlarne con un legale, perchè non me la sento di darti un consiglio piuttosto che un altro... posso dirti solo che io per il momento non acquisterei e chiederei la risoluzione consensuale del preliminare.
     
  5. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordo con Bruno! :ok:
    Da quello che dici, essendo la casa stata acquistata prima del matrimonio, non dovrebbe rientrare nella comunione dei beni, ma c'è il fatto che la stessa è attualmente abitata dal figlio minore ....... concordo anche con il consiglio di interpellare un legale! :?

    ;)
     
  6. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    non fare l'atto, altrimenti ti ritrovi un inquilino non pagante dentro casa, con una causa per mandarlo via che non sai quando va a finire, vai da un legale e comincia a scrivere al marito che ti ha venduto casa, sicuramente la moglie vuole una parte dei soldi, altrimenti fai in questo modo,fai l'atto e ti tieni una metà dei soldi, che verserai al momento della consegna delle chiavi di casa, vedrai che tutto si risolverà.saluti
     
  7. bruno80

    bruno80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    non può tenersi la metà dei soldi. l'atto stesso è la quietanza del pagamento.
     
  8. racsofimaa

    racsofimaa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Salemcat concordo con Bruno e Maurizio quindi non perdere tempo e rivolgiti ad un legale!
     
  9. salemcat

    salemcat Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sono già seguita da un legale...volevo solo raccontare quello che mi sta succedendo....trovo assurdo che potenzialmente uno in accordo con la moglie possa dire che vuole vendere la casa ma poi ad un certo punto la moglie non vuole più andar via e intanto si beccano le caparre... :shock:
     
  10. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    scusa,dove è scritto che l'atto è la quetanza, basta riportare il modo del pagamento nello stesso atto pubblico,parlane col notaio
     
  11. lami

    lami Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Io al tuo posto bonariamente risolverei il contratto preliminare recuperando quanto hai lasciato di caparra e mi cercherei un'altra abitazione!!
    Il gioco non vale la candela ..... rischi di trovarti in situazioni complicate.
     
  12. Domus mp Immobiliare

    Domus mp Immobiliare Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Quanto hai dato di caparre ? Hai fatto visure ipotecarie ? Io la prima cosa che farei è trascrivere il preliminare di compravendita ed osserverei tutti le obbligazioni contratte con la sottoscrizione e quindi , se non contemplato nella scrittura darei conoscenza a parte venditrice del nome del notaio da te incaricato per la stipula e nel contempo convocazione per la stipula con data e ora , il tutto per raccomandata A/R .
    Ti ho chiesto se hai fatto visura ipotecaria e l’importo della caparra perché mi sembra per lo meno anomalo che uno decida di vendere , faccia il preliminare ,ritiri denari e poi in un mese decida di separarsi con un figlio minore e una moglie che non vuole liberare la casa. Se riesci a risolvere il contenzioso facendoti restituire quanto hai versato ed annullando il preliminare fallo di corsa , case ce ne sono tante mentre i tuoi soldi forse sono unici.
    Comunque come ti hanno già suggerito fatti seguire da un bravo legale di cui ti fidi . In bocca al lupo . Ciao.
     
  13. tempozero

    tempozero Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    eviterei di andare oltre! se riesci a recuperare almeno la caparra versata, chiuderei il rapporto.
    Eviterei anche di sostenere ulteriori spese legali, se non costretto. L'Italia è uno stato di diritto ( forse) dove l'interpretazione del giudice supera la mera intenzione del legislatore; se c'è di mezzo un minore e una moglie non in grado di autosostenersi, è praticamente impossibile trovare un giudice che non sospenda il tuo diritto non tanto alla proprietà ma al possesso del bene acquistato, fino a data da destinarsi.
     
  14. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Concordo con i colleghi che ti hanno consigliato di rivolgerti ad un legale di "fiducia" e risolvere il contratto.

    Mi sorge un dubbio, sicuri che non sia uno dei classici giochetti "puliti" per incassare soldi?

    Inziano a sentirsi tanti di quei stratagemmi per avere soldi in mano e poi col tempo.......forse.....restituirli!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina