1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. feddevts

    feddevts Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Buongiorno a tutti,
    avrei bisogno di alcuni preziosi chiarimenti per una potenziale vendita. L'ultima provenienza di questo immobile è la rinuncia di usufrutto da parte ovviamente dell'usufruttuario con conseguente piena proprietà a favore di quello che era il nudo proprietario.
    L'usufruttuario in questione ha rinunciato a titolo gratuito alla sua parte di proprietà.
    A questo punto, dovendo vendere a terzi, si ricade nelle problematiche della donazione visto che il tutto si è svolto senza scambio di denaro?

    grazie
     
  2. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    L'usufruttuario era comproprietario e ha ceduto all'altro comproprietario la sua parte di proprieta'? Se si direi che e' una donazione a tutti gli effetti.
     
    A enrikon piace questo elemento.
  3. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Eh sì.... una donazione furbetta ;)
     
  4. feddevts

    feddevts Membro Junior

    Agente Immobiliare
    ciao e grazie per l'aiuto.
    Vorrei capire però dove sta la furbata? Ovvero secondo me non ci ha guadagnato niente nessuno in quanto veramente non c'è stato passagio di denaro, nemmeno "sotto banco"...
     
  5. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    È stato ceduto un diritto reale già acquisito e con valore riconosciuto in cambio di nessun corrispettivo.
    = donazione

    Se ci fosse lo scambio di un corrispettivo
    = vendita o permuta
     
  6. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Fra l'altro deve essere un corrispettivo congruo.
     
  7. feddevts

    feddevts Membro Junior

    Agente Immobiliare


    qui siamo d'accordo però ora si trova praticamente nell'impossibilità di venderlo
     
  8. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    come no?
    vendi usufrutto e vendi la nuda proprietà.
    Non è il diritto di abitazione che è invendibile.
     
  9. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Penso intendesse dire che con la donazione di mezzo c'è qualche difficoltà in più.
     
    A od1n0 piace questo elemento.
  10. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Eh si..
    ho riletto il primo post.
    :confuso:
     
  11. feddevts

    feddevts Membro Junior

    Agente Immobiliare
    si scusate sono stato troppo stringato nel rispondere e non si comprendeva il senso.
    Intendevo dire che essendo passati attraverso questa simil donzione la proprietaria ora troverà grandi difficoltà nella vendita, poichè è questo che vorrebbe fare.
     
  12. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Si vendono anche gli immobili avuti in donazione. Certo il prezzo non può essere quello di mercato. Devi invogliare l'acquirente con un prezzo allettante per fargli dimenticare i probabili, possibili, improbabili, futuri rischi ;)[DOUBLEPOST=1373553585,1373553455][/DOUBLEPOST]
    Questa non la sapevo, me la spieghi? Non che mi sia mai capitato, ma vorrei capire (pura curiosità professionale :sorrisone: ) come mai il diritto di abitazione è pressochè invendibile.
     
  13. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Non pressoche' ma totalmente per legge.
    Codice civile
    Art. 1024 Divieto di cessione

    I diritti di uso e di abitazione non si possono cedere o dare in locazione.
     
    A Tobia e enrikon piace questo messaggio.
  14. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Grave lacuna... non lo sapevo. Grazie :ok:
     
  15. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il caso di vendita post donazione più facile è quello di una donazione e morte del donante ultraventennale. In questo caso ci sono pochi problemi.

    Poi viene il caso in cui il Donante sia morto da meno di venti anni ma la quota della donazione non supera il 25% del patrimonio del donante al momento della successione. In questo caso visto che la donazione è minore della "quota di riserva" calcolata nel suo caso più estremo, nessuno potrà impugnare la donazione..

    A seguire tutti gli altri casi presentano dei rischi coperti o meno con altre scritture private tra venditori ed acquirenti (es. fideiussione a garanzia)

    Bravo Odino
     
    A od1n0 e enrikon piace questo messaggio.
  16. feddevts

    feddevts Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Buongiorno a tutti , aggiungo un pò di novità fresche sul caso:

    1) ANNO 2007 La Sig.ra Laura acquista la nuda proprietà dal Sig. Giovanni. Il Sig. Giovanni è una persona con vari problemi ed incapace di gestire il suo patrimonio, per questi motivi è sotto tutela.

    2) FEBBRAIO 2013 I problemi economici e di salute del Sig. Giovanni si aggravano a tal punto da non poter più sostenere le spese vive di mantenimento dell'appartamento. Il tutore fa una regolare richiesta al giudice spiegando la situazione e chiedendo di poter cedere il suo usufrutto per risolvere la situazione. Il giudice accorda il permesso constatando l'effettiva convenienza del Sig. Giovanni in questa operazione seppur a titolo gratuito.

    Diciamo quindi che la cosa è un pò più articolata rispetto a come ve l'avevo spiegata inizialmente.
     
  17. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E quale sarebbe l'effettiva convenienza se ha regalato il proprio usufrutto? Quella di non pagare più l'IMU?
    Ma poi... è in difficoltà economica e regala? :shock:
     
    A od1n0 piace questo elemento.
  18. feddevts

    feddevts Membro Junior

    Agente Immobiliare
    purtroppo non ho ora in mano i documenti ma il giudice attraverso una serie di considerazioni ha stabilito che ci fosse reale convenienza. Appena li ho in mano vi trascrivo bene la spiegazione.
    Probabilmente era proprio senza un centesimo e aveva dei lavori straordinari incombenti. C'è anche da considerare che l'usufrutto valeva circa 20.000 €.[DOUBLEPOST=1373621637,1373621596][/DOUBLEPOST]...ovvero poca roba...è un'immobile di valore modesto
     
  19. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    I lavori straordinari toccano al nudo proprietario.
    Comunque inutile approfondire la cosa, tanto la sostanza non cambia: è un immobile ricevuto per donazione per cui avranno maggiori difficoltà a venderlo.
     
  20. feddevts

    feddevts Membro Junior

    Agente Immobiliare
    straordinari è un termine errato, volevo dire lavori in casa nel senso che era ridotta proprio ad una catapecchia[DOUBLEPOST=1373622424,1373622163][/DOUBLEPOST]Ho chiamato ora il Notaio che ha rogitato, dice che secondo il suo punto non è una donazione!!!! e che è stato lui a consigliare questa procedura.... ma come fa a sostenere una tesi del genere???
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina