1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nesh2305

    nesh2305 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ciao
    come da titolo vorrei capire, perche su internet non ne vengo a capo, in parole semplici, cosa vuol dire.
    La casa in questione è in eredità ai figli di questa signora che ha messo in vendita. Se non ho capito male. Però è stato promesso che al momento del rogito la casa riverrà intestata alla signora.
    mi puzza un po perchè non riesco a capire molto bene questo movimento che vogliono fare.
    in realtà sulla proposta d'acquisto la firma è stata fatta dai figli.
    grazie
    ciao
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il tuo quesito non è molto chiaro, quindi se specifichi meglio, potremmo risponderti in modo più concreto.

    Per quanto riguarda la dizione "l'immobile non proviene da donazione ventennale" è una tutela per te, acquirente, in quanto una donazione antecedente all'acquisto può essere pericolosa, in primo luogo perchè potrebbe esserci una rivalsa da parte di un erede che si sente leso nei suoi diritti, e in secondo luogo, perchè quasi tutte le banche storcono il naso quando gli si richiede il mutuo dove c'è una donazione.

    Silvana
     
  3. Alessandraa

    Alessandraa Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
  4. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Faccenda poco chiara. Non capisco il perchè dell'intestazione alla madre da parte dei figli. Si pagherebbe inutilmente un'imposta in più.
     
  5. nesh2305

    nesh2305 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    intanto grazie.
    anche a me sembra poco chiara. comunque questa sera ho l'appuntamento con l'agente immobiliare e capisco meglio la situazione. La compravendita è di mio fratello e io al primo appuntamento non ero presente.
    Per questo non ho ben capito il tutto.
    E siccome mio fratello vuole già stasera firmare una proposta d'acquisto, cosa mi consigliate di scrivere nella sezione delle condizioni che devono essere rispettate, pena l'annullamento di contratto (in base alla discussione che ho aperto).
    grazie ancora
    saluti
     
  6. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Non è possibile dare consigli senza conoscere la situazione,
    Come è divisa la proprietà e quali sono gli atti di provenienza.
    Io mi farei consegnare una copia della proposta, è nel pieno diritto dell'acquirente, e posticiperei la firma dopo averla ben esaminata.
    La mancata consegna della proposta non deporrebbe a favore della legalità della stessa.
    Perchè tanta fretta da parte di tuo fratello?
     
  7. nesh2305

    nesh2305 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Perchè è la situazione ideale (vicinanza ai miei genitori) e prezzo molto vantaggioso per la zona in cui sta comprando.
    Gli atti della proposta d'acquista non sono tutti uguali?
    Quando la feci io l'anno scorso mi ricordo che la proposta è tipo una compilazione di un modulo, dove annotare varie date, i prezzi di acquisto e di anticipo e le eventuali cluasole. Io all'epoca (ho comprato una casa mansardata) ho messo nelle clausole: all'accettazione di mutuo e alla consegna, a data del compromesso, di alcuni documenti di certificazione come ad esempio dell'agibilità che non era stata presentata.

    Volevo far fare a mio fratello la stessa procedura in modo da bloccare la casa con un assegno e con la proposta (cosi non perde questa occasione) ma intanto cautelarlo inserendo nelle clausole tutto ciò che potrebbe salvaguardarlo.
     
  8. jacopoge

    jacopoge Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il fatto che sia un modulo non vuol dire che siano tutte uguali e soprattutto che si adattino alle singole situazioni.
    Per prima cosa dovresti capire chi ti sta vendendo cosa. Chi è il proprietario, in forza di quale atto risulta essere il proprietario, se ci sono vincoli alla proprietà, etc. Sono domande alle quali l'agente immobiliare dovrebbe saper rispondere.
    In molti formulari redatti sul modello delle associazioni di categoria esiste una clausola sospensiva che ti permette di far visionare la documentazione relativa all'immobile al notaio per verificare la correttezza della proprietà. Verifica che sia così.
    Questi sono consigli generici che prescindono dalla reale e concreta conoscenza del tuo caso.
    Un consiglio generale. Comprare casa è un passo importante e che mette in gioco un patrimonio notevole in termini monetari e mentali. Aver visto la casa più bella al prezzo più basso non vale il rischio dei costi e dei mal di testa derivati dall'aver sottoscritto accordi mal redatti. Leggo che è presente un agente immobiliare. Dovrebbe poterti spiegare tutto e tutelarti con le clausole adeguate. Se non fosse una persona nella quali ritieni di poter porre la tua fiducia chiedi l'assistenza di un professionista (agente, notaio, legale, non il cugino salumiere che nel 2002 ha comprato un box ;)) che abbia dimestichezza con la materia e di cui ti fidi. Nessuno avrà nulla da ridire e sarete tutti più tranquilli.
     
  9. nesh2305

    nesh2305 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    questa sera vado con mio fratello e verifico queste cose.
    nel caso ci fosse qualche dubbio alle mie domande da parte dell'agente immobiliare, posticipo di qualche giorno la firma (come mi avete suggerito) e vi scrivo bene la situazione. cosi vi comunico i dettagli con più chiarezza.
    grazie dell'aiuto per il momento
     
  10. Alessandraa

    Alessandraa Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    comè finita?
     
  11. nesh2305

    nesh2305 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Giovedi ho accompagnato mio fratello all'appuntamento con l'agente immobiliare.
    vi riassumo in poche parole.
    l'appartamento è stato dato in dotanazione dalla madre alle tre figlie. l'agente immobiliare si e ripromessa che, qualora alla delibera di mutuo da parte di mio fratello, la parte venditrice farà un atto notarile prima del compromesso nel quale l'appartamento verrà reintestato interamente alla madre togliendo di fatto la donazione.
    adesso, come dicevate, la banca di mio fratello nonostante il mutuo sia intorno al 60% gli ha negato il mutuo nonostante l'annullamento della donazione.
    adesso io mi chiedo il motivo per cui le banche fanno cosi tante storie per la questione "donazione" anche se a tutti gli effetti nel momento del rogito la donazione viene annullata.
    Mi suona abbastanza strana questa cosa ma non per la banca ma per eventuali problemi che mio fratello potrebbe avere in futuro (ponendo il caso che un altra banca gli accetti il mutuo).
    vorrei capire se, secondo voi, vale la pena bloccare l'acquisto.
    grazie mille
    ciao
     
  12. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    :domanda::domanda::domanda::domanda:
    Tradotto in italiano intelligibile ?
    Luigi De Valeri:^^:
     
  13. nesh2305

    nesh2305 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    ho riletto il mio messaggio e non vedo cosa ci sia di poco chiaro?
    se mi dici dove non e chiaro il mio post, mi spiego in un altro modo.........
     
  14. jacopoge

    jacopoge Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il problema della donazione è che un trasferimento della proprietà "debole". chiunque vi abbia interesse potrebbe opporvisi, in particolare gli eredi del donante se prefigurasse una lesione del loro diritto alla legittima. In linea di massima trascorsi 20 anni dalla donazione, il legittimato non può più soddisfarsi sui beni donati. Esiste però l'istituto dell'opposizione alla donazione, da trascriversi in conservatoria, che blocca il decorrere di questo 20ennio.
    Detto questo, se venisse revocata la donazione e partecipassero per conoscenza all'atto di compravendita gli eredi legittimi, si dovrebbe essere sufficientemente tutelati. Sempre che non salti fuori il famoso figlio segreto che viveva in sudamerica, ma qui credo di andare nell'accademico. Giusto Avv. De Valeri?
     
  15. nesh2305

    nesh2305 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    c'è un atto notarile che certifica l'attuale eredità dei figli su quella casa. che verrà annullata al momento del rogito per evitare problemi di delibera di mutuo da parte dell'acquirente (mio fratello).
    vorrei capire meglio una cosa però.
    nel momento in cui viene trascritto un atto notarile tra la signora e i figli, mettiamo il caso che ci fosse un altro figlio non al corrente di questo movimento, potrebbe rivalersi in qualche modo? anche se nell'atto notarile che avverrà tra di loro, la madre torna in pieno possesso e ritorna ad essere l'unica proprietaria.
     
  16. jacopoge

    jacopoge Membro Attivo

    Agente Immobiliare


    in linea di principio si. Qualsiasi atto può essere oggetto di un'opposizione da parte di chi abbia un interesse, e chi meglio degli eventuali eredi. Resta che se la vendita è reale ed ad un prezzo equo nulla potrà esserti eccepito in sede di un eventuale contenzioso.
     
  17. nesh2305

    nesh2305 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Fine dei giochi :)
    mio fratello ha deciso di rinunciare.
    anche per i problemi relativi al mutuo.
    grazie delle varie delucidazioni e dei consigli
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina