1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. aleardi

    aleardi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    :domanda: :domanda: :domanda: circa un mese fa, ho letto un intervento in questo senso; nel quale veniva detto che una nuova normativa o una sentenza permetteva il verificarsi della situzione in oggetto. purtroppo non lo riesco a trovare.:disappunto:
    Vi sarei grato mi deste le coordinate per trovare quell'intervento.
    ciao a tutti e grazie

    maurizio
     
  2. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Maurizio, cosa esattamente ti interessa sapere, è un quesito fiscale o legale? Forse facciamo prima.
     
  3. aleardi

    aleardi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    è un quesito sia fiscale che legale; i primi di settembre ho letto sul forum un'intervento esaustivo, che annunciava un cambio di normativa in proposito; vorrei potelo rileggere
     
  4. L'importo del mutuo può essere superiore all'importo dell'acquisto dichiarato in atto a patto che, nell'atto di mutuo, sia dichiarato per cosa viene utilizzata la somma restante. Ad esempio: atto di acquisto di € 100 mila e mutuo di € 130 mila. Nell'atto di mutuo si dichiara che € 10 mila sono per polizza, € 8 mila sono per spese accessorie ed € 12 mila per acquisto mobili. Nel caso in cui l'agenzia delle entrate chieda riscontro bisogna dare riscontro. Questa precisazione è stata data da una Agenzia delle Entrate.
     
  5. Per Aleardi, forse è questa la notizia a cui ti riferivi: te la riporto sintetizzando quanto era stato postato a giugno 2009.
    Ciao

    ..........con la definitiva approvazione della legge Comunitaria 2008, il riferimento al valore normale è stato eliminato sia dall'art.54, comma 3, del D.P.R. 633/1972 (ai fini IVA), sia dall'art.39, comma 1, lett. d, del D.P.R. 600/1973 (ai fini delle imposte sul reddito). Con la conseguenza che l'eventuale difformità tra il corrispettivo di cessione ed il valore normale rappresenterà una mera presunzione semplice, che non potrà più legittimare accertamenti automatici in capo alle imprese.
    Infine, viene abrogato anche l'art.35, comma 23-bis, della legge 248/2006, in base al quale, ai fini IVA, nel caso di trasferimento immobiliare finanziato con mutuo ipotecario o finanziamento bancario, il valore normale non possa essere inferiore all'ammontare del mutuo o del finanziamento erogato.
     
    A aleardi piace questo elemento.
  6. Che io sappia la cosa non è fattibile ma sarei ben felice di sbagliarmi ovviamente. Alcuni colleghi mi hanno detto di aver fatto rogiti dove veniva dichiarato un importo superiore ma veniva specificato in atto che una certa cifra era il corrispettivo per il prezzo della casa e la differenza per coprire altri costi.
     
  7. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Perfetto Isabella, ieri non riuscivo a capire che tipo di informazione avesse bisogno Aleardi non avendo specificato nella richiesta se trattasi di vendita di privato o impresa. Nel caso di vendita soggetta ad IVA l' agenzia delle entrate pone più attenzione.

     
  8. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ...e di ricordarsi di detrarre gli interessi passivi nella proporzione acquisto ( costo immobile dichiarato ), mutuo ottenuto. ;)
     
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    esatto...
     
  10. aleardi

    aleardi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    grazie a Isabella e a Manlio e agli altri cmq. per l'interessamento. Domani vado in banca e gli metto l'art. sotto il nasooo.
    >Ho capito come condurre la pratica.
    Arigrazie a tutti

    Mauri
     
  11. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Leggete bene, và data prova di dove viente destinato il maggior importo mutuo, attenzione, incappare in una verifica e non aver prove son dolori io fossi la banca chiederei subito a cosa serve l'eccedenza e ovviamente non esagerare nella stessa.
     
  12. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Scusate, ma non è che stiamo facendo i conti senza l'oste? :?
    Se ho capito bene la norma in questione ammette la possibilità di avere un mutuo superiore al valore della casa, ma poi bisogna trovare una banca che lo conceda! .... pensate che di questi tempi possa succedere facilmente? :occhi_al_cielo:

    Il sempreverde Andreotti diceva : "non è importante avere ragione, è importante trovare chi te le dà!!" :D

    ;)
     
  13. Vero Maurizio, ma oggi capita sempre più spesso che per esigenze di liquidità il "valore " della casa sia superiore al prezzo effettivamente concordato; vale comunque la regola che le Banche utilizzano come limite di importo rata il 40/45% del reddito, e a volte è sufficiente allungare la durata di rimborso.
     
  14. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non andare in banca a blaterare troppo rischi che non concedano piu' il mutuo.
    Cordialmente
    Noel
     
  15. aleardi

    aleardi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Cari amici
    vi aggiorno sulla situaszione.
    Il mutuo è già stato conceso. Produrrò alcuni preventivi di lavori che giustifichino la differenza; trattandosi di una somma non difficile da documentare (40mil €), tra imposte, atti e ......un po lavori ce la facciamo.

    grazie a tutti :applauso: :applauso: :applauso: :D
     
  16. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    OK Aleardi
    Felicissimi credo tutti poer te.
    Auguri
    e buon cammino
    Noel
     
  17. mostrilla

    mostrilla Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Riprendo quest'argomento un pò "datato" per dimostrare che poi nella realtà dei fatti così non è. Spiego meglio la mia situazione che potrebbe rientrare nell'applicazione della norma:
    Sono erede al 50% di un immobile di un valore commerciale di 240000 con mio fratello. Insieme a mio marito intendiamo acquistare il suo 50% e ristrutturare l'immobile. Pertanto abbiamo avanzato una proposta di mutuo alla banca di 170000 (120000 per liquidare la parte di mio fratello 50000 per ristrutturazione e acquisto mobili).
    Siamo comunque nell'ambito di acquisto prima casa. Lavoriamo entrambi ed io porto come garanzia oltre il mio stipendio anche il mio 50% di immobile.
    Nessuna banca sino ad ora è disposta ad elargire più del 50% del valore di immobile chiedendo in cambio in ogni caso un'ipoteca sul 100% dell'immobile.
     
  18. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Cara Mostrilla
    Certamente
    nessuna banca ti puo' offrire piu' del 50% in quanto stai acquistando il 50%, se ti finanziasse di piu' non risulterebbe un mutuo per acquisto, ma un mutuo per liquidita'.(comunque alcune banche derogano a questo)
    Ti consiglio comunque di chiedere un mutuo per acquisto, per il 50% come proposto da qualke banca.
    Nonche' subito dopo o successivamente, alcune banche lo fanno insieme, richiedi un mutuo perristrutturazione.
    L'importante e' che tu abbia capienza per il reddito che dovra' essere paria tre volte la rata che dovrai pagare.
    Spero di essere stato chiaro, comunque dite sempre se possibile dove siete, per sapere se a livello locale qualke Agenti Immobiliari sappia come indirizzarvi.
    Ciao
    Auiguronl
    Noel
     
  19. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    UnA precisazione:
    l'Ipoteca è sempre, per prassi consolidata di TUTTE le banche, iscritta per un valore pari al doppio dell'erogato! :occhi_al_cielo:

    ;)
     
  20. vale.m

    vale.m Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao, scusate la mia "ignoranza" in fatto di mutui ma è da qualche gg che stò chiedendo dei preventivi presso le bance.
    La casa che vorrei prendere costa euro 125000 ma vorrei chiedere un mutuo di euro 135000.
    La banca mi ha detto che può finanziare solo l'80% di euro 125000.
    Per concedermi un mutuo di euro 135000 l'impresa edile dovrebbe dichiarare che l'immobile costa circa euro 168000 altrimenti posso chiedere un mutuo al 100%.
    Mi hanno indicato che è impossibile che l'impresa dichiari di più perchè dovrebbe pagare più tasse.

    Cosa mi consigliate?
    Vi ringrazio
    Valeria
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina