1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    il credito di imposta per prima casa si può compensare più volte?

    Salve a tutti,
    sono consapevole che si tratta di un argomento già trattato ma ho un serio dubbio nel mio caso specifico e spero che possiate aiutarmi.

    Ho acquistato una prima casa all'asta pagando chiaramente il 3% di imposta di registro per una somma pari a €4200; Dopo due anni l'ho venduta per trasferirmi in un altro comune e entro un anno come per legge ne ho riacquistata un'altra per la quale l'imposta di registro da pagare era €5100, ho versato dunque all'agenzia delle entrate la differenza tra €5100-€4200 a credito pari a €900.
    Il dilemma arriva pochi mesi fà perchè per motivi personali sono costretto a trasferirmi nuovamente e vendo nuovamente la casa, ho dunque ancora una volta l'obbligo di riacquistare un'altra prima casa entro 12 mesi.
    Per mia fortuna partecipo ad un'altra asta immobiliare e mi aggiudico un appartamento alla cifra di €102000 per il quale pagherei una imposta di registro pari ad €3600 ma non sono certo di quale sia il credito che vanto e che posso compensare dal precedente acquisto:
    Il mio credito è €5100 dunque non pagherei nulla per imposta di registro, perdendo chiaramente la differenza con €3600?
    Oppure il mio credito è solo €900 perdendo tutta l'imposta di registro pagata inizialmente?

    Mi scuso se sembra complesso ma mi trovo in questa situazione e non vorrei perdere crediti che mi spettano, spero in un vostro aiuto.
    Grazie a tutti, Fabio


    Leggi Tutto cliccando su: Guide e Tutorial per il Forum - Crea Nuova Discussione
     
  2. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Questa. Il credito d'imposta in realtà non è 5100, in quanto per definizione è pari al valore più piccolo tra l'importo pagato sull'immobile venduto e quello da pagare, nel tuo caso 3600 euro.
    Vedi anche la risposta 1.4 della Circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 48/E del 2002.
     
  3. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Quindi sulla casa che ho appena acquistato non dovrò pagare nulla, è corretto?
     
  4. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Esatto, come imposta di registro non dovrai pagare nulla.
     
    A pamarfabio piace questo elemento.
  5. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie 1000, sei stato di grande aiuto:ok:
     
  6. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Sono stato oggi presso l'agenzia delle entrate che sostiene che il mio credito è solo €900, secondo l'interpretazione di uno dei tanti scienziati che ho incontrato oggi la normativa prevede che il mio credito è €900 perchè è l'importo più piccolo tra i due versamenti precedenti e perdo tutta la differenza già versata.
    Secondo la mia interpretazione è l'importo inferiore tra l'imposta dovuta al primo ed al secondo acquisto e non la differenza corrisposta.
    Praticamente nessuno sa quale sia la corretta interpretazione......che tristezza l'approssimazione della mia cara patria:triste:
     
  7. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Più precisamente è l'importo inferiore tra l'imposta pagata per il penultimo e per l'ultimo acquisto.
    Ti consiglio di parlare con il funzionario preposto al controllo dell'imposta di registro ed eventualmente fagli leggere la circolare che ti ho citato.
     
  8. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Già fatto, ho parlato con il funzionario ed ha anche letto la circolare ma secondo lui il mio credito è solo l'importo che ho integrato a saldo dell'imposta di registro sul secondo acquisto. Oggi ho parlato con fiscalisti, commercialisti, avvocati, finanzieri e notaio e tutti mi danno ragione.....senza parole
     
  9. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    A prescindere che non è necessario avere il benestare dell'AdE in quanto è il notaio che redige l'atto e liquida l'imposta e calcola il credito d'imposta (voglio poi vedere se il direttore dell'ufficio territoriale di competenza arrivi ad avvallare il comportamento del funzionario nel successivo controllo), se vuoi stare tranquillo dovresti parlare proprio con il direttore dell'ufficio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina