1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Nel forum si parla solo del "come non farci eliminare il Ruolo e la 39/89" prima e ultima conquista delle associazioni di categoria.
    A parte il fatto in caso di eliminazione di questi due istituti occorrerebbe per forza anche modificare il codice civile, resta il fatto che non leggo le ipotesi futuribili di cosa potrebbe succedere sul lato normativo e quindi su quello pratico del nostro lavoro.

    Qualcuno ha ipotesi in questo senso? Se ne parla in consulta?
    Le associazioni hanno un progetto di legge pronto da sfoderare al Governo nel caso in cui fosse ineluttabile la cancellazione del Ruolo ecc.?

    g
     
  2. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Il pericolo è grande e potrebbe stravolgere radicalmente la professione.

    Si aprirebbe il mercato immobiliare italiano ai grandi gruppi inglesi ed americani. Vere e proprie multinazionali del real estate. Strutture dotate di capitali, procedure e professionalità di livello assolutamente superiore a quello a cui siamo abituati.

    Non vedo molto futuro per l'agente immobiliare indipendente che verrebbe fagocitato da simili competitors.

    Rimarrebbe la sua piccola nicchia di mercato, le briciole insomma, perchè mai e poi mai potrebbe competere a livello di nome, di budget pubblicitario, di customers satisfaction (cominciamo ad abituarci a parlare così).

    Si avrà quindi la lenta ma inesorabile scomparsa degli indipendenti (cioè di noi tutti) e si va a lavorare per loro, o altrimenti si è fuori dal mercato.

    Questo è lo scenario più probabile e spero di essere smentito.
     
  3. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Potremmo anche organizzarci in reti locali e sopperire ai limiti dell'individualità oggi imperante.
    Se fosse vero che le reti anglosassoni ci eliminerebbero dal mercato sarebbe già successo con TC e gli altri franchising che sono molto capillari sul territorio e fanno una pubblicità esagerata.
    Ci trasformeremo da mediatori a consulenti di parte e lavoreremo per uno solo dei contraenti e saremo obbligati a innalzare il livello professionale (ma questo lo renderei obbligatorio già ora).

    Non lo vedo necessariamente un male, solo un modo diverso di lavorare, non che mi piaccia ma mi adeguo.
     
  4. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io ho la preoccupazione esattamente opposta a quella di Ale (che comunque ritengo verosimile... :? ) e cioè che, a porte aperte, il settore si trasformi nel rifugio di sfaticati, falliti, mestatori vari ... insomma di chiunque voglia provare a fare tanti soldi con poco sforzo (ovviamente secondo la LORO visione della professione)! :disappunto: :disappunto:

    ;)
     
  5. giuliano olivati

    giuliano olivati Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    ma su quale forum si parla di ciò?
     
  6. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    scusate...ma non la vedo cosi' tragica...girando per francia e inghilterra..non ho visto questi mostri di iperefficienza...super strutture e via dicendo. Ho conosciuto relata' dove si transa dal' 80 al 95% del mercato solo nelle agenzie. Dove la loro disciplina sebben meno rigida della nostra, permette di lavorare con bassissime percentuali di abusivismo. I competitor :shock: importanti ci sono anche oggi, le piccole realta' provinciali e locali ( che sono la stragrande maggioranza )non verranno toccate ,proprio per il fatto di essere locali. Se poi, se tutti lo potranno fare?( che cambia rispetto ad oggi?...con oltre il 50% del transato al difuori del circuito istituzionale )...vorra' dire che almeno se applichiamo le normative europee avremo delle chanche maggiori di tutelarci.
     
  7. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    A dire il vero questa è la situazione attuale :^^:

    g
     
  8. maria cavuoti

    maria cavuoti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Fatemi capire...ma dopo tutte le incombenze e responsabilità che ci hanno rifilato senza nulla in cambio ora anche questo? D'accordo che il mondo cambi, ma perchè allora non lo pilotiamo noi il cambiamento visto che ci riguarda in prima persona? E la casta dei notai perchè dovrebbe restare intatta e protetta? Non dovevano sparire con i loro privilegi medioevali e invece... sono talmente potenti che hanno ribaltato le interpretazioni di libero mercato e ora ci stanno annegando...si ,è inutile, sono Fiaip ma credo proprio che la nostra associazione abbia dormito sugli allori e all'improvviso adesso urla e strepita..ma temo sia il canto del cigno...e l'unica salvezza del mediatore sarà quella del sistema anglosassone...dovremo tutti trasformarci in consulenti...In fondo è già un po' che mi sento tale...forza e coraggio, in fondo è bello anche rinnovarsi! Però da lassù...aiutateci a capire, o prima dobbiamo versare la quota e dopo si vedrà?
    A proposito...auguri di cuore alla nostra nuova presidentessa provinciale Fiaip di Varese Isabella Tafuro! Ti tocca un periodo ancora più ingrato ma sei tosta e noi confidiamo in te...un saluto anche al nuovo consigliere Frisoli e a tutti gli altri...Buon lavoro ragazzi!
    Maria Cavuoti
     
  9. stef71

    stef71 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Leggendo l'intervento di Alessandro Frisoli mi stava venendo il magone e il timore di dover cambiare lavoro, poi Roberto Spalti mi ha dato nuovamente un pò di ottimismo :)

    Le Grandi Agenzia Internazionali sono già presenti da anni nel nostro paese, ed operano già. Si tratta per lo piu' di strutture che trattano immobili di pregio ed in località turistiche o che si occupano di logistica. Chi tratta immobili d'impresa, gli sarà capitato di aver collaborato con importanti strutture inglesi ed americane.

    Se poi guardiamo al mondo del franchising, ritengo che i timori sono ancora minori. Le grandi reti sono per lo piu' americane. Circa 15 anni fa una rete molto importante fece un bagno di sangue cercando di entrare in Italia e subito se ne andò. A quanto mi risulta ad oggi c'è solo la Re/Max che ha un certo livello dimensionale.

    Le grandi strutture inglesi che si occupano a livello internazione della vendita di immobili Off Plan sono poco interessate al nostro mercato... noi non abbbiamo intere coste da edificare come ad esempio in Egitto, e quindi da questo punto di vista nulla abbiamo da temere.


    Le porte, di fatto, sono già aperte, forse molti di noi non se ne sono accorti.

    Leggendo l'intervento del collega Maurizio Zucchetti mi viene da dire che gli stranieri sono tutt'altro che degli sfaticati. Ho visto all'opera colleghi inglesi, russi, bulgari, emiratini, francesi, e posso dire che che in tutti ho trovato persone con una visione del mercato molto piu' aperta della nostra.

    Un esempio... a Dubai non esiste MLS, ma vi posso assicurare che tra le agenzie c'è una collaborazione che da noi ce la sogniamo.
     
  10. giuliano olivati

    giuliano olivati Membro Ordinario

    Privato Cittadino
  11. mimma

    mimma Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Scusate una domanda? ma la mediazione ha un valore riconosciuto e obligatorio negli altri stati? giusto? il nostro ruolo in cosa obliga i cittadini, nei nostri confronti? perchè il nostro lavoro non diventa supporto indispensabile ai notai come figura professionalmente riconosciuta e obbligatoria per la chiusura delle trattattive? Onestamente non mi importerebbe se dovrei esercitare per conto di una sola parte ma credo che il lavoro sarebbe più sereno e sicuro per tutti.
     
  12. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    caro Stef, giuro che non volevo farti venire il magone :risata:

    Ma discutendo con altri colleghi, gli scenari futuribili erano quelli, poi, se quesi si avvereranno, in che modo, e in che tempi, è senz'altro da vedere.

    Una cosa è certa, e penso si sia tutti d'accordo, altrimenti non ci sarebbe il dibattito a volte anche accesao tra i vari attori del mercato.

    Così com'è non va bene.

    pressapochismo, improvvisazione, abusivismo, certezza dele mediazioni, incarico scritto si, o no, consulente di parte, terzietà del mediatore, collaborzioni come e quando, senza parlare degli obblighi a noi imposti senza nulla aver avuto in cambio, i notai che vogliono sostituirsi a noi nella consulenza... insomma di carne al fuoco ce n'è abbastanza...

    Ora bisogna stare attenti a quello che succede, e se succede che sia di giovamento a noi che esercitiamo la professione, e a nessun altro.

    Dato che siamo la categoria più individualista che esista è facile dall'alto farne un boccone (dividi et impera), quindi questo momento storico ci deve vedere più uniti che mai, e trovare una linea comune condivisa.

    Quale questa sia non lo so, vi sono pro e contro in tutto quello che sento, ma la linea comune condivisibile sarà quella che ci garantirà di lavorare serenamente, e con profitto, con precisi obblighi senz'altro, ma con la certezza di essere tutelati e riconosciuti dal sistema normativo.
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare



    Caro Olivati,
    trovo che il tuo sia un bellissimo articolo, molto chiaro su una materia di cui tutti parliamo anche un pò per sentito dire...

    Grazie per aver sintetizzato e nel contempo averci aperto uno scenario che non saprei definire se "terrificante" (visto il pressapochismo che vige nella nostra legislazione e nella normativa, dove si parte bene e... non si arriva mai! :disappunto: ) o straordinario per chi professionista lo è già e cerca di mantenersi al passo con i tempi...
    Silvana
     
  14. giuliano olivati

    giuliano olivati Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    grazie, ho un futuro come autore di bigini allora? :^^:
     
    A andrea boschini piace questo elemento.
  15. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La norma di standardizzazione presenta invece un obbligo che parrebbe sbarrare la strada ai “dilettanti allo sbaraglio” e agli apprendisti – abusivi sguinzagliati per i condomini a suonare i campanelli: “L’agente immobiliare dovrà porre in essere un’adeguata procedura per la selezione di persone che abbiano le capacità e le qualifiche necessarie per svolgere i compiti inerenti all’attività degli agenti immobiliari.”

    Viene introdotto anche l’obbligo di formazione continua, l’agente immobiliare dovrà “mantenere un aggiornamento continuo sulla legislazione essenziale, le informazioni e gli sviluppi che possano avere delle ripercussioni sugli interessi a lui affidati; partecipare, e fare in modo che i propri dipendenti partecipino a corsi di formazione continui e specifici che consentano loro di adeguarsi agli sviluppi della legislazione relativa al settore e della pratica professionale.”


    Se la norma prevedesse questo farei volentieri anche il mandatario di una delle parti; fosse per me farei anche esami obbligatori a cadenza quadriennale per verificare l'idoneità alla prosecuzione della professione.

    Per quanto riguarda altri aspetti della norma che ci addossano responsabilità di controllo e verifica penso che sia stata impostata così perché in molti paesi non esistono i notai e quindi sono gli AI a fare il lavoro di questo tipo.
     
    A andrea boschini piace questo elemento.
  16. stef71

    stef71 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    ciao Alessandro,

    ho visto che hai capito che era una battuta quella del magone. :D

    Concordo pienamente con il tuo ultimo post.

    A mio avviso, il vero problema in Italia è l'individualismo e la mancanza di fiducia nei colleghi e nei clienti.
    Per questo ritengo, che allo stato dell'arte, nessun sistema MLS o di interscambio possa realmente funzionare a pieno regime a livello nazionale.
     
  17. ma che sono sti bigini? :occhi_al_cielo:

    Alla Fantozzi maniera: "dicesi bigino, quella cosa che..." :D
     
  18. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Beh, indubbiamente, lo stile e la sintesi ci sono.... :applauso:

    Sei sicuro di voler fare ancora l'agente immobiliare ? :^^:
    Silvana
     
  19. Grazie per il "tosta" Maria, e soprattutto per il buon lavoro. Ne abbiamo bisogno :innamorato: :innamorato:
     
  20. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    @stef71:
    Per amor di chiarezza: non parlavo affatto degli stranieri, ma dei nostri connazionali senza titolo e senza esperienza, che senza più alcun freno si "tufferebbero" nel mercato immobiliare! :?

    @Roberto Spalti:
    .. come al solito in linea di principio sono affermazioni ottime e condivisibili ma ..... chi dovrebbe controllarne l'applicazione pratica? :rabbia: :disappunto: :disappunto:

    ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina