1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Roberta43

    Roberta43 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buon giorno, è un bel forum, vi stimo molto.

    Sono in trattative per l'acquisto di un appartamento in casa bifamigliare. Il prezzo è molto basso ristetto alle quotazioni di zona, sospettavo che ci fosse qualcosa di nascosto che a una prima chiacchierata con il venditore costruttore non aveva fatto presente: l'appartamento non ha il certificato di abitabilità. La casa è stata costruita nell'80 con un solo appartamento al primo piano. sei anni fa il costruttore- venditore, ha ricavato dai garage del piano terra un altro appartamento (condonato) che oggi vende. E' possibile che il notaio rogiti se sono daccordo con il venditore di comprare senza certificato di abitabilità?
    Quanto tempo ci vorrà per ottenere questo certificato?
    Il venditore mi potrebbe chiedere ulteriori soldi per avere incaricato un tecnico per reperire il sudetto certificato?.


    Roberta
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve , se l'immobile è accatastato ( lo è ? ) come civile abitazione, presso il comune dovrai essere in grado di reperire i documenti relativi all'immobile ed anche il certificato di agibilità, controlla questo e comunque chiedi di verificare la documentazione prima di fare qualsiasi passo. Il notaio in presenza di discrepanze non roga.
     
  3. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Se il comune non ha rilasciato l'abitabilità evidentemente ci sono delle norme non rispettate tipo quelle Antisimiche,magari bisogna fare un salto all'ufficio tecnico e capire le cause.
    Senza abitabilità la banca non da mutuo!!
     
  4. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    per ottenere l' abitabilità bisogna che l' immobile sia in regola con le ATTUALI norme e abbia anche tutte le certificazioni degli impianti, se lo accetti cosi' com' è salvo che il notaio rogiti e la banca ti dia il mutuo poi toccherà a te adeguare il tutto.
    Io farei particolare attenzione alle altezze delle stanze (mt 2,70) ed alla superficie delle finestre rispetto alla metratura delle stanze (1/8).
    Consiglio spassionato, se l' immobile ti interessa particolarmente assumi un tecnico di tua fiducia e fatti fare tutti i controlli in comune su come è stato edificato, quali pratiche sono state presentate nel tempo e poi un controllo sul posto per vedere se corrisponde tutto e se l' immobile ha le caratteristiche per l' ottenimento del certificato di abitabilità che sembra mancare al momento.
     
  5. tommaso gori

    tommaso gori Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Mi sembra strano che in un immobile costruito appena sei anni addietro e poi condonato sia privo di abitabilità. Io controllerei con un tecnico di fiducia l'intero iter tecnico, progetto iniziale e condono e farei controllare i motivi per cui l'abitabilità non c'è. Se manca perchè non richiesta o perchè l'immobile non ha i requisiti per ottenerla. Se vuoi io sono un architetto ed opera a Firenze. Se hai bisogno anche solo di un chiarimento contattami pure.
     
  6. Roberta43

    Roberta43 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    io credo che ci sia qualche irregolarità importante. Quello che so di certo e che deve fare ridisegnare i confini di propietà del giardino in quanto include una costruzione di 70mq adibita a capanno (condonato) venduto all'altro inquilino qualche anno fa. Mi ha detto di avere un po' di pazienza che sistemerà tutto.
    Secondo te, qual'è l'abuso edilizio più grave che per sanarlo comporta una spesa enorme. Siccome ha chiamato un tecnico di sua fiducia e mi farà sapere fra qualche giorno, non vorrei che mi proponesse di accollarmi tutte le spese per mettere a norma la casa : (( Vabè è un'occasione, ma se devo spendere molto di più, ne trovo una con tutti i permessi in regola!


    Roberta
     
  7. tommaso gori

    tommaso gori Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Premesso che per poter vendere ed acquistare ci deve essere la corrispondenza fra stato di fatto, catastale e pratiche edili ed urbanistiche, il venditore non può chiederti ulteriori soldi per reperire un certificato che dovrebbe avere. Secondo punto un tecnico del venditore, è prassi a Firenze, redigerà una relazione tecnica di compravendita nel quale accerterà la regolarità di quanto si andrà a vendere. Aspetta di sapere quello che il tecnico del venditore ti dirà e poi ragguagliaci della situazione. In ultimo a mio parere è difficile dire, senza vedere le carte, quale sia l'abuso più grave. Qualsiasi abuso come ti ho detto rende l'immobile non vendibile. Spero di essere stato di aiuto. Se vuoi pui contattarmi con un messaggio privato.
    Tommaso Gori
     
    A lylla2001 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina