1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Luca Vidal

    Luca Vidal Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiono a tutti.
    Ho un problema che a molti farà sorridere, perchè non si tratta di una cosa grave, ma per noi è già diventato abbastanza serio.
    Con mia moglie, possediamo qui a Torino una casa di circa 100mq, il cui valore si aggira intorno ai 260/270.000€. Voremmo venderlo e, aggiungendo i nostri risparmi, comprarne una più grande (abbiamo due figli) con una stanza ed un bagno un più.
    Il punto è che vorremmo prima trovare la casa dei nostri sogni (e l'offerta per questa tipologia, dai 130 ai 150 mq, è molto scarsa nelle zone che ci interessano) e poi vendere la nostra; ma tutti i professionisti e amici ci hanno sconsigliato di fare così, perchè c'è il rischio di dover svendere la nostra attuale casa per colpa della fretta.
    Facendo al contrario (prima vendere la casa attuale), rischiamo di non trovare in un tempo ragionevole la casa che veramente ci interessa, a causa della scarsità dell'offerta, e questa ricerca rettolosa sarebeb cativa consigliera per la casa della vita e creerebbe uno stress non da poco, considerando che l'alternativa sarebbe andare in affitto per un po', e quindi un doppio trasloco....
    Mi rendo conto che rispetto ai problemi veri questo nostro fa ridere, ma vi assicuro che cominciamo a non dormirci la notte, considerando che in entrambi i modi ci sono molti rischi, e soprattutto mi sembra sciocco avere problemi quando quello principale (i soldi) non c'è....
    C'è qualcuno che puoi aiutarmi?
    Grazie di cuore,
    Luca Vidal
     
  2. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Personalmente la vedo come loro.

    Una alternativa potrebbe essere:
    1) Vendita della casa facendo prima preliminare e dopo qualche mese l'atto.
    2) Sistemare temporaneamente i mobili in qualche magazzino (esistono molte ditte che fanno questo servizio in aggiunta ai traslochi)
    3) Prendere temporaneamente un immobile ammobiliato per il tempo necessario alla ricerca dell'immobile da acquistare
    4) Fare il nuovo acquisto
    5) Trasloco definitivo
    6)Brindisi!!!

    Naturalmente se tra la promessa di vendita ed il rogito trovi da acquistare puoi saltare gli step 2 e 3
    Auguri
     
  3. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Luca...qualsiasi persona che ha cura di consigliarti bene....ti dirà sempre di provvedere prima all vendita e poi all'acquisto :ok:
    Al contrario il rischio economico è troppo alto.............cerca di trovare un acquirente che ti dia quanto più tempo possibile tra il preliminare e il Rogito.........io in alcuni casi sono riuscito a strappare un periodo di 12 mesi. :D
     
  4. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Considerato che non hai problema di soldi potresti comprare casa nuova e locare quella vecchia.
    saluti

    Smoker
     
  5. Omar

    Omar Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    affidati ad un agente immobiliare che comprenda il problema e che riesca a trovare la soluzione giusta per te.
    è una situazione più comune di quanto pensi e siamo abituati a risolvere questi problemi!
    in questi casi io consiglio sempre di procedere nei due sensi contemporaneamente.. metti in vendita la tua casa (spiegando ai potenziali acquirenti la situazione e mettendo come condizione essenziale la tua necessità di tempo per trovare casa) e allo stesso tempo inzia a guardarti in giro.. vedrai che le cose alla fine si aggiustano sempre!
     
  6. Il Mattone

    Il Mattone Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Già, ottima idea. Se non ti va o non puoi, metti in vendita la casa, specificando ad agenzia e a clienti interessati che tu lasci non prima di 7-8 mesi dal Preliminare. In quel periodo, trovi senza dubbio qualcosa.
     
  7. Jordano

    Jordano Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Secondo me dovresti trovare una casa che ti piace da un costruttore e proporgli la tua in permuta + conguaglio di denaro....e' la soluzione migliore.
     
  8. danielcarolia

    danielcarolia Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    vincola la vendita all'acqusto e viceversa e se puoi senza limiti di tempo.;)
    se la valutazione della tua è giusta e se sai davvero quanto costerebbe quella ideale le cose si risolvono nel giro di 4-6 mesi al massimo.l'ora è troppo tarda per specificare ogni cosa.
    questa è una domanda frequente per questo l'ho inserita nelle faq del mio sito.dai un occhio ..non opero nella tua cittòà quindi è solo per darti un consiglio...clicca e vai alla terza domanda.:affermazione:
    ricorda che le trattative che vanno a buon fine partono da una consulenza competente su valore,eventuali tasse,vlore di mercato dell'immobile desiderato,chiarezza con i potenziali acquirenti o parte venditrice.ciao:ok:
    FAQ sulla compravendita di case. Le domande pi
     
  9. Ada Gay

    Ada Gay Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il tuo non è un piccolo problema ma un grande problema! Quando mi trovo in situazioni simili, consiglio (anzi obbligo) il mio cliente a procedere parallelamente, cercando un acquirente per la sua casa ma spiegando bene qual'è la situazione mentre nella ricerca del nuovo appartamento, nel caso se ne trovasse uno adatto, faccio fare una proposta condizionata alla vendita del proprio appartamento.

    Non si può vendere prima di aver trovato la nuova casa ne acquistare prima di aver venduto, si va incontro ad un sicuro problema non si è MAI sicuri di nulla, la tua casa può ma anche non può avere quel riscontro economico che tu indichi, oggi i valori sono sempre più virtuali, se acquisti prima potresti non trovare poi l'acquirente che offra quello che tu dici essere il valore sicuro della casa, così come potresti trovare la casa dei tuoi sogni ad un prezzo favoloso e non avere sottomano il cliente che acquista la tua.

    Quindi devi CONDIZIONARE sia la vendita che l'acquisto, certo tutto questo deve avere una scadenza temporale che deve essere indicata ma, avere sei mesi di tempo mi sembra più che accettabile.
     
  10. Luca Vidal

    Luca Vidal Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie veramente a tutti per la vostra gentilezza e competenza!
    Luca Vidal
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io vado controcorrente: cerca la casa che ti soddisfa, fai un preliminare e fissa il rogito a 10/12 mesi, anche se questa è l'unica condizione che ti puo mettere in difficoltà.
    Nel frattempo, a prezzi di mercato, venderai il tuo immobile: se in un anno non lo riesci a vendere vuol dire che è stato stimato male... Affidati a dei buoni professionisti e stai tranquillo.
     
  12. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti,
    NON riesco a capacitarmi nel sentire colleghi che consigliano e sostengono di fare un contratto di acquisto di un immobile condizionato alla vendita del proprio immobile senza date o scadenze.
    Ma come si fa? come posso io venditore impegnarmi a vita a venderti l'immobile e aspettare che tu (eventualmente un giorno) venda il tuo?
    Il mio consiglio è questo: metto in vendita il mio immobile, arriva l'interessato, e mi faccio fare una proposta d'acquisto con assegno a garanzia e 20-30 giorni di tempo per l'accettazione; in quei 20-30 giorni cerco e ho la tranquillità peri trovare l'immobile da acquistare, se non l'ho trovato chiedo una proroga alla proposta e non ottenendola accetto la proposta.
    Nella peggiore delle ipotesi andrei in affitto per un anno il tempo per trovare l'immobile adatto alle mie esigenze.
     
  13. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Anch'io sono contrario ai contratti condizionati senza date e scadenze xchè sono infattibili
     
  14. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vendi il tuo immobile, e se contestualmente non riesci a trovarne uno da acquistare trasferisciti in affitto temporaneamente.
    Con i soldi in tasca ricavati dalla vendita del tuo immobile, sicuramente riuscirai a trovare quello che cerchi, senza farti scappare nemmeno un'occasione e magari a "strappare" un prezzo di tua maggior soddisfazione.

    Cordialmente.
     
  15. danielcarolia

    danielcarolia Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    No ragazzi vi assicuro non sono infattibili .Alcuni di quelli che voi considerate infattibili li trovate nelle testimonianze del mio sito.
    Solo in un secondo momento mettiamo data.Ma anche quando c'è data c'è sempre clausola sospensiva del vincolo nelle note
    La quale si esurisce quando avviene ciò che in essa è specificato.
    Ribadisco se la valutazione e la consapevolezza dell'importo dell'immobile che si sta cercando la cosa si risolve in poco tempo.(ovviamnete non esiste per me fare questo senza incarico in esclusiva,in tal caso vi do ragione..una jungla)
    Non vi ho detto che è facile.Vi ho detto che non è impossibile e infatti si riesce.:)
     
  16. danielcarolia

    danielcarolia Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    La maggior parte delle nostre trattative sono "permute" come ho scritto nel sito...noi campiamo di quelle.
    Problemi come questi sono all'ordine del giorno .Se però che vende ci dice non mi interessa la sua valutazione e io lo do a tutte le agenzie..no .Non ci sono i presupposti.lo lascio andare.:DNon è il cliente per me.
    Io cerco assolutamente di evitare di mandare qualcuno in affitto non conviene su molti frangenti..lo faccio solo se è il cliente a dirmelo ma la cosa mi provoca orticaria..sono proprio allergica.
    Ci è spesso successo di chiudere permute quadruple o quintuple,in questi casi se uno della squadra si permette di dormire diventa dura poichè ognuni trova un pezzo del puzzle.:)
    La cosa è diventata ancora più difficle perchè i clienti non sono più disposti a concedere lunghi tempi di liberabilità ma ci si riesce!:applauso:
     
  17. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    a danielcarolia,
    ribadisco, un contratto preliminare di acquisto vincolato alla vendita del proprio immobile per Me è infattibile e non viene preso in considerazione, tu dici che Voi ne fate parecchi, beati voi, a bergamo ci sono molti immobili valutati correttamente ma invenduti da anni.
     
  18. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Probabilmente se sono invenduti da anni, vuol dire che sono stati sopravvalutati.
    Daltronde il prezzo è dato dall'incontro tra la domanda e l'offerta, e se si vuole vendere in un momento di mercato in cui la domanda è bassa, il prezzo deve scendere.
     
  19. Oris

    Oris Ospite

    La chimer della valutazione PRECISA è una favola, come valutare precisamente un immobile in una fase storica come quella che fu il passaggio lira euro?

    E come valutare correttamente un immobile in questa fase?

    Noi poassiamo dare dei pareri ch esono molto precisi, ma solo del MOMENTO.

    Prima rendevo valide le stime solo per un anno, adesso per 6 mesi.

    INoltre nelle stime si da SEMPRE il valore PROBABILE.

    Dare alle stime valore assoluto è lo stesso errore che fanno quelli ch evorrebbero i listini al mq.



    Per il topic io quoto maxmatteo.
     
  20. pampa98

    pampa98 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sicuramente avere il contante incassato dalla vendita del proprio immobile dà una sicurezza psicologica ed una forza contrattuale da non sottovalutare affatto. Si possono fare ottimi affari in posizione "dominante"....viceversa si possono perdere molti denari nel fare l'inverso.
    Altra cosa da non trascurare è che chi ci parla dice che oggetti della tipologia da lui cercata ce ne sono pochi: ergo poca offerta e quindi prezzi più alti della media e che probabilmente non scenderanno facilmente.
    Tentare di condizionare i propri atti non è demenziale.....è una richiesta fattibile e come si sa chiedere è lecito e rispondere è cortesia. Alla peggio il nostro venditore non ci accorderà la clausola e non accetterà la proposta.....o al massimo ci chiederà un surplus sul prezzo per accordarci questa comodità.
    Il mercato è vasto e la libertà contrattuale è la regola italiana: si può provare a fare di tutto...ovviamente con stime realistiche sia nel voler vendere che nel voler comprare. Ma come sempre si torna a problemi di psicologia del mercato e non a realtà oggettive.
    Brava comunque la collega di Parma: evidentemente però i suoi concittadini sono persone evolute e serie.
    In altre città credo sia utopistico credere di elevare la cultura del cliente medio.
    Anche la soluzione dell'affitto (per quanto possa dare l'orticaria a qualcuno) mette al sicuro con qualche sacrificio e spesa in più.
    Di sicuro comunque MAI comprare prima di aver venduto realmente ed incassato il denaro.
    Questo espone a rischi notevoli e in caso di inadempienze del compratore a veri drammi familiari.
    Ale
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina