1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Milena Gabanelli, in un delirante servizio di Report, andato in onda su Rai 3, ha invitato il governo Monti ad eliminare del tutto il contante.
    :shock:

    Però, a pensarci, in questa idea strampalata un lato positivo ci sarebbe:i contribuenti italiani potrebbero finalmente pagare le tasse con le cambiali.
     
  2. pinacio

    pinacio Membro Attivo

    Altro Professionista
    Io sono favorevole all'abolizione del contante perchè il nero ammazza l'economia migliore e con i controlli sempre più stringenti penalizza anche la costituzione di patrimonio personale. Sono convinto che se si eliminasse il contante ed i prezzi di merci e servizi e relativi pagamenti fossero comprensivi di imponibile, IVA ed un'aliquota IRPEF, quindi tassazione a consumo, ognuno pagherebbe non sul reddito ( reale per i dipendenti ma molto presunto per gli altri) e poi anche sull'impiego che ne fa ma solo una volta. Tenuto presente il reale ammontare delle transazioni commerciali, con un aliquota del 20% massima avremmo risorse in abbondanza. Ora paghiamo le imposte con un anno di anticipo rispetto a quando maturiamo il reddito. Ognuno pagherebbe in proporzione alla sua reale capacità reddituale perchè se compra una ferrari paga molto più di chi può permettersi solo un'utilitaria. Non avremmo più bisogno di finanzieri, agenzia delle entrate, quindi niente spese immense per accertare una percentuale infima di evasione di cui non si recupera un ulteriore infima percentuale.
     
    A spring_49 e agentenonpercaso piace questo messaggio.
  3. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    non ho seguito la trasmissione ma per curiosità:
    - come pagherebbero i turisti/stranieri?
    - come riuscirebbero a spiegare/rendere chiaro il meccanismo ai nostri nonni e/o la parte della popolazione più ignorante?
    - se uno volesse non mettere soldi in banca e/o poste e/o similari, come fa? o meglio, si potrebbero depositare i soldi completamente gratis e senza temere giochetti finanziari da parte di chi riceve?

    Ripeto, non ho visto il servizio, ma anche a me sembra che spesso i servizi (non solo di Report)siano pieni di belle parole/belle idee ma che si dimentichino il 50% della realtà...
     
    A Limpida piace questo elemento.
  4. ledzeppelin

    ledzeppelin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    gli stranieri pagherebbero con carta di credito , anzi loro sono molto più avanti di noi!!!
     
    A ellyfilly piace questo elemento.
  5. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    La rivalutazione del baratto ho l'impressione derivi dal fatto che con la esosità e le contraddizioni dei servizi finanziari la creatività delle persone riscopra quelle modalità in uso quando i servizi finanziari non c'erano. L'interesse che sta sotto questi esperimenti credo tragga forza dalla consapevolezza di dover spezzare il monopolio ed i limiti della Finanza. L'ipotesi credo possa essere che con la tecnologia moderna il baratto possa aver ora una fortuna migliore di quando era in uso nell'antichità.

    Un saluto
     
    A Elena piace questo elemento.
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non lo trovo un servizio delirante, nè un'idea delirante...

    In realtà, molti di noi usano quasi esclusivamente Bancomat e carta di credito (che però non dovrebbero costare niente in questo caso) per comodità.
    Chiaro che eliminarlo totalmente e in fretta sia difficile e i costi che gravano a monte (negozianti, artigiani, ecc.) spingono molti di questi a non servirsi del POS...

    A me è piaciuta molto l'idea del baratto di servizi e prodotti tra aziende, messa in atto non mi ricordo più dove, così come l'economia del Comune di Capannori, forse l'unico d'Italia in attivo, che coinvolge tutti i cittadini nella scelta delle opere da effettuare e dove dirigere le risorse in più di cui il Comune dispone....

    Roba da fantascienza ! però esiste e quindi è possibile !

    Quanto ai "sogni" che vediamo nei servizi della Gabbanelli, non ci crediamo perchè siamo tanto convinti dell'inutilità di qualunque sforzo, da non provarci nemmeno !
     
    A Elena piace questo elemento.
  7. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    E quelli che pagano con i contanti prestati da amici e/o parenti per pagare equitalia e bollette, come dovrebbero fare?:occhi_al_cielo:
     
  8. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    rendendo deducibili tutte le spese dal proprio reddito e potendo effettuare la dichiarazione come differenza fra entrate ed uscite ... non si eliminerebbe un pò di costi, burocrazia, tassazione in base al consumo ... ed a quel punto la modalità di pagamento (contanti, bonifico, carta di credito ... patate) diventerebbe ininfluente
     
    A studiopci piace questo elemento.
  9. Elena

    Elena Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    non ho visto la trasmissione della Gabanelli e personalmente condivido molto il suo punto di vista e le iniziative e proposte che racconta nella sua trasmissione; è vero anche che ci sono contesti ed iniziative locali, come narra Silvana, che non hanno i riflettori e la ribalta della televisione e che meritano invece di essere raccontati e presi come esempi. Anche nella trasmissione di Ballarò di martedì scorso si narrava di un Comune del nord ovest il cui sindaco anzichè rivolgersi a Equitalia (strozzini) per riscuotere i tributi ha istituito dei piani di rientro ai suoi cittadini senza applicare sanzioni da usurai e ottimizzando al meglio le entrate e migliorando i servizi..

    in generale non so come potrebbe essere eliminato il pagamento in contanti sui beni di comsumo quotidiano (panettiere piuttosto che mercati rionali etc);
    ..
     
  10. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    TI/VI Voglio rispondere con un articolo che ho travato illuminate...
    “Fine del contante, fine del sommerso“, firmato dalla stessa Gabanelli.

    Questo articolo è un tale condensato di ignoranza economica e costruttivismo sociale, tanto da essere pericoloso. L’articolo riprende una antica teoria, dalle solide basi scientifiche, appena inferiori a quelle dell’omeopatia o del moto perpetuo. La teoria della sparizione del contante.

    Dal canto suo la Gabanelli mette subito le mani avanti, dichiarando giustamente di non essere una economista. Questo le fa onore, anche se si è comunque sopravvalutata, dato che avrebbe dovuto dire di non capirne proprio nulla.

    Il primo svarione, anche se ancora leggero, la Gabanelli lo scrive quando dice:

    “In presenza di forti tagli alla spesa pubblica la crescita può derivare solo dal settore privato, in altre parole: o da maggiori investimenti, o da maggiori consumi dei cittadini, o da maggiori esportazioni”

    In realtà sappiamo bene che la quasi totalità della crescita deriva dal settore privato. La produttività di un settore pubblico non è facilmente quantificabile perché è svincolata da logiche di mercato. In ogni caso però è scientificamente inferiore alla produttività media di un privato, essendo gestita appunto con logiche che non premiano la produttività né il profitto. Possiamo chiamarla gestione a “pene di segugio”, oppure “gestione sociale”. I soldi con cui si produce nel pubblico inoltre, vengono dal settore privato, in quanto risultanti dal pagamento di tasse.

    Questo può essere interpretato come “investimenti forzati” da parte del privato in alcune aziende (pubbliche) che non sono famose per la produttività o il profitto. Chiaramente gli investimenti forzati impediscono gli investimenti volontari, quelli che genererebbero profitto e quindi aumento di PIL e riduzione del rapporto debito/PIL.

    A questo punto segue una breve analisi sul perché aumentare ancora l’IRPEF è inutile e come anche una ICI sarebbe impraticabile. Analisi largamente condivisibile, anche se non ci vuole granché a rendersene conto.

    Il problema invece arriva quando parla della soluzione. Appunto la famosa teoria della sparizione del contante.

    “Ad oggi solo pagamenti superiori a 2.500 euro devono essere fatti mediante assegno, bonifico, carta di credito, o bancomat. Ben al di sopra della tipica fattura che un privato riceve da un professionista, un commerciante o un artigiano. Abbassare la soglia a 200 euro migliorerebbe un po’ la situazione, ma non troppo. Pensiamo al parrucchiere, al ristoratore, al falegname, al meccanico, al medico, al dentista, all’idraulico, all’estetista, ecc. Una larga parte del PIL. “

    L’idea di fondo è sempre la solita analisi da bambino delle elementari con ritardi mentali:

    “Evasione —> privati *******i ma soprattutto autonomi *******i —> Eliminiamo il contante per legge –> Evasione impossibile”.

    Il ragionamento non c’è che dire, fila. Ma come lui ne puoi fare altri.

    “Esiste la morte —> La colpa è della mortalità umana –>Eliminiamo la morte per legge –>Evviva siamo immortali”

    “Tanta gente si frattura gambe cadendo e finendo a carico del SSN –> Maledettà forza di gravità –> Bandiamo la forza di gravità per legge –> Nessuno cade più e si spezza le gambe—> SSN risparmia.”

    “Quali categorie hanno assolutamente bisogno di contante? Lo spacciatore, il tangentista, il riciclatore. Tutte le attività criminali esistono solo grazie all’uso del contante, e non contribuiscono alla ricchezza dello Stato, ma generano un costo in termini sociali, di polizia, di burocrazia, ecc. Anche l’evasione fiscale e l’economia sommersa esistono solo grazie all’uso del contante.”

    .

    Qui si nota la superficialità con la quale si è affrontato un argomento così serio. Tutte le attività criminali esistono solo grazie all’uso del contante… Le frodi bancarie per esempio. Le carte di credito clonate.

    L’ aumento della massa monetaria globale… (questa la Gabanelli non la capirà).

    E chi è che ha bisogno di contante se non lo spacciatore, il tangentista, il riciclatore?

    Un mio amico ha comprato un divano, ma alla moglie non piaceva e così me lo sono ricomprato usato io.

    Nel mondo della Gabanelli ho bisogno di un lettore di carta magnetica per ricomprarmi il divano dal mio amico.

    Nel mondo della Gabanelli non posso mandare un mio amico a comprare due birre e poi ridargli i soldi se il mio amico non si è portato dietro il fottuto lettore di schede magnetiche.

    Nel mondo della Gabanelli, che ovviamente è benpensante, socialista e di sinistra, non c’è spazio per i lavavetri ai semafori, per i mendicanti, per gli artisti di strada.

    Nel mondo della Gabanelli non esiste la paghetta per mio figlio.

    Nel mondo della Gabanelli se salta la corrente, o la connessione, siamo morti di fame. Anzi, laddove non sia arrivato internet, nel mondo della Gabanelli non ci deve essere vita.

    O forse distribuiamo carta di credito, conto in banca e lettore di schede ad ogni essere umano alla nascita?

    Notate il lapsus freudiano riguardo al fatto che le “attività criminali”, tra cui ovviamente da socialista statalista, schiera anche il lavoro nero e l’evasione fiscale, non contribuiscono alla ricchezza “dello Stato”.

    Non la NOSTRA ricchezza, la ricchezza “dello Stato”. Come a implicitamente sottolineare che NOI dobbiamo lavorare e produrre per contribuire alla ricchezza “dello Stato”.

    “Se è vero che negli ultimi decenni si è cominciato a tassare di più quei beni e quelle attività che più costano alla collettività (pensiamo al tabacco, agli alcolici, all’ingresso dell’auto in città), allora esiste anche un principio sulla base del quale si possa tassare chi utilizza il contante, in quanto fattore generante costi e ingiustizia sociale. La tassa potrebbe essere applicata dalle banche in occasione di ogni prelievo e deposito. “

    Questa è la parte in cui, accortasi che senza contante qualcosa non funziona, prova a metterci una pezza introducendo una enorme tassazione in occasione dei prelievi. Alla quale aggiunge pure una sui depositi perché “two is megl che uan” e perché “le tasse son bellissime”.

    “ Tanto per dire, negli Stati Uniti si paga abitualmente il caffè da Starbucks con la carta di credito. Non solo, Starbucks si è attrezzato per accettare anche pagamenti mediante codici a barre che appaiano sul telefonino degli utenti che ne hanno richiesto il servizio. “

    Qui invece si procede alla leccatina agli Stati Uniti per accalappiare i titubanti a cui il comunismo da fastidio, con la solita storia “se succede in America, allora è bello”.

    In realtà in America non succede. Starbucks ti permette di pagare con carta, come qualsiasi ristorante da noi, solo che accetta pure il contante, non prova campare in un mondo senza contante.

    “D’altra parte, come si può pretendere che un consumatore, di fronte all’alternativa “120 euro con fattura/ricevuta, oppure 100 senza fattura” scelga di farsi fare la fattura? Se però al consumatore quei 100 euro “costassero” 150 a causa di una tassa sul contante … a quel punto preferirebbe chiedere la fattura e pagare 120 euro mediante assegno, bonifico, bancomat, ecc.. “

    Ovvio. Certo, non si analizza l’ipotesi “io i soldi non li verso in banca e non li ritiro, la tassa te la sbatti e continuo a pagare 100, anzi probabilmente 80 per la contrazione del volume del contante e l’aumento di valore del medesimo”.

    Una ipotesi che forse, andava valutata.

    Il resto dell’articolo è un crescendo di luoghi comuni e idiozie costruttiviste su come sarebbe bello e funzionante il tutto.

    Signora Gabanelli.

    Il contante, la moneta, non sono una legge. Sono un fatto naturale. Come i terremoti, le eruzioni vulcaniche e il sole che sorge. Il contante è una esigenza nata con la divisione del lavoro e per farlo sparire bisogna far sparire la divisione del lavoro. Certo per capirlo, sarebbe stato necessario studiare la divisione del lavoro, e per capire la divisione del lavoro sarebbe stato utile il concetto di proprietà privata. Che a Rai 3 non hanno ancora capito

    La sua idea, oltre ad essere biecamente costruttivista, non funziona. Non funziona perché una MONETA deve avere due caratteristiche: “una riserva di valore” ed essere accettata in cambio di ogni merce. Da quando le banche centrali possono inflazionarla a piacimento, la moneta corrente ha fortemente compromesso la prima funzione.

    Lei vuole togliergli la seconda. Quel che accadrebbe non è quello che si immagina lei. Quel che accadrebbe è semplicemente la nascita di una nuova moneta, parallela alla prima che si muoverebbe di mano senza l’ausilio di banche. Dollari, dobloni o pezzi d’oro, baratti e scambi in natura.

    Detto questo, rimane il problema grave, gravissimo, della tracciabilità.

    Lei viene qui a raccontarci la solita storiella, valida pure per le intercettazioni, del “se non ho niente da nascondere, che problema c’è se vengo tracciato?”

    Il problema c’è, e rimane lo stesso. Chi mi garantisce che il tracciatore sia il Cristo Redentore e non un *******o?

    Lo sa lei che Gestapo e Stasi avrebbero fatto carte false per avere un sistema di tracciamento simile?

    Lei vuol far sapere a tutti gli enti pubblici che ho comprato una pelliccia per la mia amante? Oppure al suo capo ufficio che la sera prima ha pagato 5 pinte in un bar per nudisti a Ostia?

    Che Marrazzo abbia regolarmente pagato una prestazione da un Trans, è opportuno che lo sappia tutta l’Agenzia delle Entrate?

    Non pensa che queste informazioni facilmente reperibili (basta corrompere, pure pagandoci la tassa x contante, un funzionario del Fisco), costituiscano una fonte immensa di possibili ricatti, ritorsioni e altro?

    Pubblicato da libertyfighter il 16 aprile 2012 :ok:.:stretta_di_mano:
     
    A Graf, ssimone75 e m.barelli piace questo elemento.
  11. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    negli USA avviene da sempre...ma nn per questo hanno eliminato il contante..anzi
     
  12. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    l'eliminazione del contante è un mezzo, l'obiettivo è l'eliminazione del sommerso
     
    A Elena piace questo elemento.
  13. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    utopia e demagogia...oltre che una grave forma di privazione di liberta' personale...ma dove stiamo andando..in korea del nord??
     
  14. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Parli giustamente Carlo "dell'eliminazione del sommerso", ma l'hai vista nella puntata delle Iene di ieri sera e della scorsa settimana delle borse della spesa che escono dalla camera dei deputati dirette alle case dei vice presidenti e dei questori della Camera...questo sommerso quando verrà a galla, quando la finiamo con questo schifo alla faccia della povera gente che non riesce più a vivere decorosamente ed intanto loro pretendono pagamenti su pagamenti da tutti noi?
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io non sono mai drastica nelle mie affermazioni, perchè troppe volte, quando si dice "mai" o "sempre" si viene poi smentiti dalla realtà.... però credo che qualcosa di forte bisognerebbe farlo per far invertire l'onda...
     
  16. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Penso che quanto postato da Andrea Boschini chiarisca meglio i miei dubbi, che forse erano espressi in maniera molto terra terra...
    Mi spiace tuttavia vedere che la prima risposta superficiale che viene in mente sia postata come un "logico, no?"...
    e altri che "bisogna comunque provarci"...
    certo che bisogna provarci, ma bisogna di base essere edotti e purtroppo nelle trasmissioni che ci potrebbero dare una "svegliata" viene invece trasmessa anche molta ignoranza.
    Io mi occupo di edilizia, e tutte le volte che c'è un servizio in materia, la metà sono luoghi comuni.
    Qui non c'entrano comuni virtuosi o similari: questi (Gabanelli&Co) hanno pensato a un mondo senza contante, non so se mi spiego!
    Oh, dato che siamo al bar, magari se mi danno un'oretta su RAI3 vi faccio un servizio per un mondo senza tasse... è ancora più bello di quello senza contante!!!:risata:
     
    A La Capanna, tytty e Carlo Garbuio piace questo elemento.
  17. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    qualsiasi attività che genera un costo si riversa alla fine sull'utente finale.
    Tolto il contante tutto via bancomat, carta di credito, bonifico ... ok.
    ed i costi? Le banche non sono istituti di beneficenza e, lecitamente, da qualche parte devono rientrare "almeno" dei costi ;)
    ho solo proposto un'alternativa, se ce ne sono altre ben vengano, nella massima libertà

    è più liberista la mia soluzione piuttosto che il controllo esasperato dei movimenti bancari, qualsiasi altra forma di tracciabilità e altre diavolerie

    utopia? dipende da noi
    demagogia? no
     
  18. tytty

    tytty Membro Junior

    Privato Cittadino
    si, e non pensi ai poveri (si si poveri) commercianti che si devono pagare le commissioni su ogni passata di carta o bancomat ........ ma xpiacere :shock:
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  19. Abakab

    Abakab Ospite

    Stà cosa mi fà venire in mente Matrix ... tutti programmati e controllati tramite un software. E non azzardatevi a pagare il caffè con le monete ... sarete cancellati!! :sorrisone:
     
    A andrea boschini, Graf e La Capanna piace questo elemento.
  20. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Sapete qual'è il mio pensiero?
    Con molto più contante sarei molto più contento....
    ;)
     
    A Bagudi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina