1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. meci

    meci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Buongiorno a tutti e grazie a chi vorrà trovare una soluzione al mio problema.
    Ho scoperto a breve che un terreno da sempre considerato da tutti i parenti come posseduto e dato da mio nonno a mia mamma, in realtà risulta ancora intestato a mio nonno deceduto 25 anni fa.
    Mia madre anche è deceduta e il suddetto terreno dovrebbe essere ora mio e di mio padre(io sono figlia unica) ma purtroppo risulta ancora di mio nonno.
    Detto terreno ha un valore ridicolo(potrà valere 3000 euro) ma è confinante con un altro nostro(sempre mio e di mio padre) ed il tutto recintato da un muretto in pietra. I miei zii che in realtà risultano comproprietari sono anche disposti a farmi una cessione gratuita ma il notaio mi ha chiesto per l'atto 2000 euro e io sinceramente non ho voglia di spendere tanti soldi per qualcosa a cui sono legata solo da motivi affettivi.
    Stavo pensando ad un uso capione da parte di mio padre che cmq lo possiede da questi 25 anni ma non vorrei che in tal modo mi viene anche di piu....
    VOi che mi consigliate?
    Esiste un qualche workaround per entrare in possesso di questo pezzetto di terra tenendo presente che il possesso è ovvio e non ho nessuno contrario e che si è trattato semplicemente di un errore o dimenticanza da parte di mio nonno??

    Grazie mille.

    Meci
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Presenta una dichiarazione di successione tardiva ed il terreno verrà intestato a te a tuo padre in quota.
     
  3. meci

    meci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Se presento una domanda di successione tardiva, gli eredi sono tutti i figli di mio nonno(3 figli viventi) più mia mamma che non c'è più, quindi io e mio padre. Mentre quel terreno tutti sanno e sapevano(i miei zii) che mio nonno l'aveva dato a mia madre e e lei e mio padre ne hanno sempre usufruito come se fosse di loro proprietà. Solo da un anno si è scoperto che tale terreno in realtà risulta al catasto ancora intestato a mio nonno e quindi legalmente se fatta la successione và a tutti i figli.
    Non c'è un modo diverso che non sia fare un atto di donazione dei miei zii? L'uso capione quando non ci sono contrasti è sempre una cosa lunga e costosa? Altre idee?
    Grazie
    Meci
     
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Usucapione.
    L'usucapione non è poi tanto semplice e pacifica.
    Dura del tempo e l'avvocato si sostituisce al notaio (come parcella), se basta.
    Ti consiglio i passaggi di successione e poi un atto di vendita delle quote dei tuoi zii a tuo/vostro favore.
    Facile, veloce e sopratutto sicura del risultato ed a costi (forse) nettamente inferiori al tentativo di usucapione.
     
  5. meci

    meci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Grazie, si, questa è la soluzione regolare; il fatto è che bisogna pagare la successione tardiva e poi il notaio mi ha chiesto 2000 euro per la donazione; è un assurdo se penso che è un terreno boschivo senza niente di 40 are e tutto è dovuto ad un errore. Mi sa che il terreno resterà così; mi faccio fare una lettera privata dai miei zii in cui affermano che è mio e io continuo ad usarlo come ho sempre fatto come se fosse mio.
    Grazie mille
    Meci
     
  6. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    l'usucapione in quanto causa dura cmq, direi, almeno uno (ma è quasi fantascienza poi vedo sei di Roma) / due anni, devi cmq pagare un avvocato che non credo ti costi meno del notaio, e pagar cmq le imposte di registro / ipotecaria..

    valuta se costerebbe meno far figurare un acquisto piuttosto che una donazione... forse le tasse son meno..

    però non capisco una cosa scusa, i tuoi zii risultano comproprietari oppure il terreno è ancora intestato a tuo nonno?

    perchè se fosse ancora intestato a tuo nonno, dovresti prima fare i passaggi di successione (e pagarli) e solo successivamente i tuoi zii potrebbero venderti o cederti ... quindi i costi salirebbero credo... a qs punto se non hai urgenza forse ti conviene davvero la causa..
     
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se è tardiva dopo i cinque anni non paghi sanzioni.
    Solo le imposte pure che sono un'inezia.
     
  8. meci

    meci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Vavy, il terreno è ancora intestato a mio nonno e quindi si, dovremmo prima fare la successione tardiva e poi un atto dai miei zii che donano, vendono o cedono gratuitivamente(ma meno di 2000 euro è impossibile) a me questo terreno.
    Già la successione tardiva di 25 anni credo che non verrà due lire più l'atto, sicuramente viene di più del valore del terreno!
    Io non sono un agricoltore e vivo anche in una città diversa da dove sta il terreno per cui era solo un discorso affettivo...
    il terreno è in puglia, in provincia di foggia.

    Ciao
     
  9. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    x qs stai tranquilla perchè come ti ha detto Antonello, essendo passati più di 5 anni non paghi più le sanzioni ma solo le imposte.
     
  10. meci

    meci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Meno male, grazie, già questa cosa è un sollievo.
    Se solo la parcella notarile fosse più decente, ci farei un pensierino...

    Meci
     
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Fai la successione tardiva e poi fatti firmare uno scritto dai tuoi zii.
    In Puglia, come in Sardegna, certe promesse si mantengono, anche senza scritto.
    Il pericolo può esserci al decesso degli zii e con l'avvento dei nuovo proprietari che potrebbero creare qualche problema.
    Lo scritto comunque ti dà una certa garanzia.
     
  12. meci

    meci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Grazie Antonello, credo che farò così. Pensa che spesso alcune vendite si fanno private proprio perchè il valore del terreno è così basso che non vale la pena spendere soldi per l'atto.
    Le spese di successione più o meno a quanto ammontano?

    Grazie ancora
    Meci
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Capisco lo spirito del suggerimento di Antonello, ma le pseudo-vendite attraverso scritture private lasciano il tempo che trovano: non sono opponibili a terzi e tanto meno allo stato, che chiederà l'eventuale dovuto in tasse ai "legittimi" aventi diritto.

    Ai passaggi successori, in mancanza di testamento, successione legittima, donazione o vendita, non si scappa.

    Qualunque strada legale si percorra, dovranno essere effettuate tutte le denunce successorie nel frattempo intervenute: pur non avendo sanzioni per tardiva denuncia, comunque bisognerà calcolare quante volte occorrerà pagare le imposte di registro, catastali e d ipotecarie per ogni passaggio: sarà poco ma moltiplicato n volte.

    Forse una via per eludere l'atto di vendita finale (o donazione da parte dei cugini) potrebbe essere una dichiarazione di rinuncia dei coeredi ancora superstiti: non so se sia ancora possibile essendo deceduti nel frattempo gli aventi causa originari, ma penso sia una possibilità da accertare.
     
  14. meci

    meci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Si, lo so che è come tu dici, ma è un perido in cui mi stanno ricadendo addosso tutti gli errori dei miei avi e io non ho più voglia di spendere risorse di tempo e di soldi per risolvere cose. Diciamo che la mia filosofia potrebbe essere: mi godo la cosa finchè vivo come hanno fatto gli altri prima di me e poi chi verrà vedrà.
    La rinuncia all'eredità era una cosa che mi era venuta in mente anche a me, devo verificare cosa era sceso in successione di mio nonno, ma non credo che fosse solo questo terreno e non si può rifiutare solo una quota di eredità.

    Grazie
    Meci
     
  15. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Purtroppo quello che ti è successo non è così inconsueto: anche nella mia famiglia mi è capitata la stessa cosa; i nostri vecchi avevano poca dimestichezza con la burocrazia. Noi piemontesi capiamo benissimo i vincoli affettivi, il significato che i nostri vecchi davano alla terra ecc.ecc. Però tutto ha un limite e deve essere riportato alla ragionevolezza.

    Una cosa però mi ha sempre incuriosito: credo ci siano molti terreni di fatto abbandonati da chi ne avrebbe avuto titolo: teoricamente sono destinati allo Stato, che di fatto spesso non esercita il possesso. Fin che mantengono un uso agricolo penso siano lavorati "abusivamente" (tra virgolette perchè lavorare abusivamente fa ridere....); la cosa cambia quando possono assumere valore perchè diventano edificabili. In quel momento o attraverso aste comunali, o attraverso usucapione, saltano fuori i solito noti...
     
  16. meci

    meci Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Già hai colpito nel segno.
    La soluzione migliore sarebbe vendere tutto, per me che vivo a roma e faccio l'impiegata con due bambine piccole,
    non ha nessun senso cercare di mantenere certe cose.
    Però quando si è figli di agricoltori e si conosce l'amore e la passione che la tua famiglia ha avuto per la terra è davvero difficile fare certe scelte.
    In effetti non so cosa succede se e un terreno viene dimenticato dai proprietari.
    é chiaro che molti nel passato hanno usato l'usocapione per impossersarsi di proprietà enormi.

    Meci
     
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non ho rivisto tutti i tuoi messaggi, e molto dipende dalle tue possibilità economiche: però fin che le spese eguagliano il valore del terreno, forse faresti bene a fare un pensierino: in fondo hai detto che il terreno è contiguo ad un altro di tua proprietà. Il tutto dovrebbe acquisire maggior valore o interesse economico. Auguri
     
  18. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    ok il problema però si pone in ogni caso visto che se volessi vendere sorgerebbero i problemi di intestazione e forse anche a qs scopo sarebbe opportuno sistemar la situazione.

    Al posto che rifare tutti i passaggi intermedi forse davvero la soluzione meno costosa è proprio l'accertamento dell'intervenuta usucapione. prova a sentire un avvocato, se non ci sono opposizioni il suo onorario non dovrebbe essere eccessivamente costoso in quanto l'attività in sè consta nella stesura di una citazione senza necessità di grande studio / notifiche a tutti i potenziali eredi / un paio di udienze
    se il terreno non ha un grande valore credo che anche le imposte x la trascrizione della sentenza dovrebbero essere contenute visto che sono proporzionali al valore del terreno.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  19. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Nell'usucapione il costo maggiore è quello del legale.
    Prima di procedere, chiedi agli zii se accettano la procedura in quanto saranno chiamati dal giudice a confermare il tuo pacifico godimento.
     
  20. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    mah, insomma, in famiglia abbiamo subito una causa x usucapione e, a causa della folle valutazione del terreno fatta dall'ag entrate, ci è arrivato (e nota bene che abbiamo perso il terreno) l'avviso di accertametno per Euro 11.000.....

    poi chiaramente l'avv. nn lavorerà gratis, ma, appunto, se il valore è basso e la cosa pacifica il costo non sarà poi enorme credo..
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina