1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gandalf01

    gandalf01 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve vi scrivo per chiedere un vostro parere.

    Una strada da un lato ha alcune villette a schiera dall'altra un abitazione con ampio giardino.
    Il proprietario di questo immobile ha costruito un muro di confine che ovviamente restringe e limita l'accesso alle villette a schiera oltretutto potrebbe ostacolare anche l'accesso dei mezzi di soccorso.
    Vi chiedo che distanza minima ci dovrebbe essere dal muro di cinta all'ingresso dei cancelli? Esiste una larghezza minima prevista per legge?

    Vi allego un disegno Vedi l'allegato schizzo.pdf Vedi l'allegato schizzo.pdf
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    SAlve, andiamo per gradi ... la strada è pubblica? privata e se si chi è il proprietario ??
     
  3. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    A prescindere che sia strada pubblica o privata la distanza minima del prospetto delle villette o dei muri di queste rispetto al confine di altre proprietà in questo caso al muro di cinta è regolamentato dalle norme di attuazione del comune dove insistono le stesse, di solito sono 5 metri ma verifica.
    Ciao slves
     
  4. gandalf01

    gandalf01 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve ragazzi, siete gentilissimi, troppo bravi, cmq la strada è pubblica almeno quella di accesso alle villette, la distanza è 3, 81 mt (dal muretto all'ingresso del canello), oltretutto il muretto è stato costruito dopo la realizzazione delle villette
     
  5. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    In questo caso essendo strada pubblica non puoi opporti a nulla, potresti solo recriminare sulla regolarità amministrativa della realizzazione del muro di cinta.
    ATTENZIONE a fare questo, perchè provocheresti solo ulteriori spese e lungaggini inutili per te e il confinante o per meglio dire il drimpettaio, in quanto questi può procedere alla sanatoria ai sensi dell'art.37 comma 4 del d.p.r. 380/01 e a sua volta potrebbe chiederti i danni di tutto.
    Ciao salves
     
  6. gandalf01

    gandalf01 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie, farò verificare la distanza ma credo sia inferiore a quanto èprevisto poichè a memoria (per questo farò controllare) nel comune la distanza minima è 4 mt
     
  7. gandalf01

    gandalf01 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    scusa, ma appunto perchè strada pubblica (accesso alle villette) non dovrebbe essere garantita l'acessibilità anche ai mezzi di soccorso? dubito che in quella strettoia ci passino.
     
  8. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Qualcosa non mi torna... la strada è pubblica e ci hanno costruito un muretto ??? io chiederei l'intervento di una squadra di Vigili per la verifica del tutto e comunque mi confronterei con l'ufficio viabilità. Fabrizio
     
  9. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    In centro urbano non è previsto il rispetto della fascia di rispetto relativa alle strade.
    Il proprietario del lotto a confine con tale strada deve solo richiedere dia per la realizzazione del muretto, poi sara l'ufficio adetto a dare disposizioni o meno in base ai regolamenti se distaccarsi e di quanto dal confine o no, inoltre e obbligarlo alla realizzazione del cosidetto invito all'interno della proprieta per evitare di intralciare la viabilità al momento dell'accesso, cosa che dovreste avere anche voi se i vostri muretti sono a confine con la strada.
    Ciao salves
     
  10. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    A questa interessante discussione volevo aggiungere alcuni elementi
    - se non ho capito male la strada è pubblica, ricade nel centro abitato ed è larga 3,81 ml
    - che risulti a me la normativa è così riassumibile
    art. 879 ultimo capoverso Codice civile “Alle costruzioni che si fanno in confine con le piazze e vie pubbliche non si applicano le norme relative alle distanze, ma devono osservarsi le leggi ed i regolamenti che le riguardano”
     D.M. Infrastrutture e Trasporti del 05/11/01 “Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle strade” figura 3.6.i prescrive per le nuove strade di quartiere la larghezza minima è di 9,50 ml, compresi due marciapiedi
     l’Abaco delle strade pubbliche allegato alle NTA norme tecniche di attuazione del PRG Piano regolatore generale, se c’è, in genere dovrebbe seguire o migliorare la normativa nazionale.
     Dall’art 4.2.1 del D.M. 236/86 e dal punto 3. dell’art. 5 del D.P.R. 503/96 e s.m.i. sulla “Eliminazione delle barriere architettoniche nei luoghi pubblici” tramite considerazioni tecniche ne deriva che il marciapiede deve essere largo almeno ml. 0,90, se c’è il cassonetto dei rifiuti 0,90 + 0,90 circa, ci vogliono slarghi ogni tanto per l’inversione di marcia ecc. ecc.
    Partendo da questi presupposti, meglio tu potrai vedere se e come muoverti ed in particolare, tra l’altro, sui seguenti aspetti eventualmente avvalendoti di un Avvocato
    - la realizzazione della strada è antecedente a queste normative?
    - un adeguamento eventuale della strada perché non dovrebbe essere eseguito con il contributo di superficie dei confinanti di entrambi i lati?
    - con tutti i problemi che avrà, il Comune procederebbe per voi a spese di espropri e lavori?
    - se poi proprio si decidesse a farlo ne sortirebbe una situazione gradita oppure farebbe di testa sua e scontenterebbe comunque voi?
    - è percorribile l’ipotesi di un accordo bonario fra i proprietari serviti che, al fine anche di valorizzare la proprietà, concordano ad adeguare la strada con la cessione gratuita e volontaria di piccole superfici e lavori a carico del Comune, a questo punto meglio concordabili?
    Un saluto
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina