1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. BIZIO3D

    BIZIO3D Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, sono interessato ad un immobile costruito in edilizia convenzionata. A differenza di altri con fritto di superficie, qui il terreno è di proprietà, quindi da quel che ho capito non è possibile procedere con l'affrancazione. La differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo massimo imposto dal comune è di oltre 100.000 euro. Con la mia banca ho la possibilità di far fare una perizia preventiva all'immobile (dalla Crif) che lo valuterà sia dal punto fi vista urbanistico che da quello economico. Tale perizia terrà conto del prezzo massimo di vendita o farà una stima solo del valore dell'immobile? La mia banca mi concederà come mutuo il prezzo massimo imposto, l'80% di questo o ho speranze di ottenere di più qualora la stima di avvicini al prezzo di vendita?
     
  2. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Se c'è un prezzo massimo di vendita imposto dal comune comprare ad un prezzo diverso è una scelta pessima.
     
    A Rosa1968, Bagudi, eldic e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. n3m3six78

    n3m3six78 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    il perito controllerà solo il valore dell'immobile , per il prezzo massimo imposto dovrai portare tu la documentazione dal notaio che poi la trasmetterà alla banca con la relazione notarile. se la cifrà che vorrai sborsare tu sarà superiore , la banca non la concederà a meno che non sia tu ad averla nella tua disponibilità.
     
    A eldic piace questo elemento.
  4. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Comunque scelta pessima; quando dovrai rivendere magari sarà impossibile ricavare quanto improvvidamente sborsato oltre il prezzo imposto.
     
    A Jan80, Rosa1968, Bagudi e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. BIZIO3D

    BIZIO3D Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il prezzo imposto è notevolmente più basso del valore di immobili simili nella zona, lo stesso prezzo di vendita è ottimo. Inoltre compro casa per restarci a lungo e non per rivenderla, quindi poco mi interessa sul futuro prezzo di vendita. L'unico problema è che mi pare di aver capito che è quasi impossibile che la mia banca mi conceda un mutuo per un importo superiore al prezzo di vendita imposto...
     
  6. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Se è superiore al prezzo imposto è pessimo, perché compri a (es.) 10 quanto vale 8. Non puoi fare paragoni con case in edilizia libera.
    E la differenza devi pagarla in contanti, poiché non puoi dichiararla in atto.
    Quindi commettendo una serie di "irregolarità" , se non illegalità".
     
    Ultima modifica: 30 Aprile 2018
    A Jan80 e n3m3six78 piace questo messaggio.
  7. n3m3six78

    n3m3six78 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Soldi buttati .come detto su. Essendo poi edilizia convenzionata, non sarà mica un castello . Quindi il suo valore può scendere o restare nella migliore delle ipotesi uguale
     
  8. BIZIO3D

    BIZIO3D Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    quindi una villa da 200mq a 370.000 in una zona dove immobili simili costano oltre 500.000 è un pessimo affare perchè ha il prezzo di vendita massimo imposto a 260.000? Ragionando da speculatore sì, ragionando da padre di famiglia che vuole una bella casa in un'ottima zona non mi sembrano soldi buttati. Inoltre, avendo già consultato il mio avvocato, so che non farei nulla di illegale, che posso far figurare la differenza nel contratto come bonus per le migliorie apportate, e che comunque chi rischia sono solo i venditori che potrebbero essere costretti a restituire la differenza...
     
  9. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Se "aggirare" le norme non è illegale, è qualcosa di molto vicino.
    Se ci sono migliorie per 110.000 euro è corretto il prezzo di vendita di 370.000 e le migliorie documentabili possono essere fatte figurare correttamente, altrimenti è un espediente ( e l'avvocato lo sa benissimo).
    Che poi molti usino questi espedienti non ne giustifica l'uso.
     
    A Jan80 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi