1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. CHIARY

    CHIARY Membro Junior

    Privato Cittadino
    salve,
    vorrei sapere se l'obbligo di pagare l'agente immobiliare sussiste sempre, anche quando la casa non è oggettivamente vendibile.
    grazie
     
  2. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    In che senso non è vendibile ?
    Se non è vendibile, non è comprabile e quindi che mediazione ci sarebbe ?
     
  3. tommy59

    tommy59 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    nel senso che ad es. io ho acquistato un immobile, o meglio ho firmato compromesso, versato caparra confirmatoria per trovarmi poi in causa civile perchè il proprietario non mi puo' vendere la casa in quanto parzialmente sua . E' stata acquistata in comunione legale ma l'atto è stato redatto solo a nome della moglie ed il marito all'interno dell'atto non ha espresso rinuncia formale al suo 50% . Ora il marito non firma e quindi .........
    perchè dovrei dare all'agenzia la sua provvigione ??
     
  4. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Direi proprio che all'Agenzia non spetta alcuna provvigione!!!!!Ma che scherziamo????Una banale visura avrebbe risolto il tutto...E poi,anche l'atto di provenienza....come si fà??????????E'assurdo!!!!Menomale che ci si affida ad un professionista oh!
     
    A Ponz piace questo elemento.
  5. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Altro che provvigione, penso che tu abbia diritto anche ad essere risarcito di eventuali danni.
     
    A Deportivo e Ponz piace questo messaggio.
  6. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Anche se in linea di diritto un contratto e' stato concluso (e quindi l'agente ha maturato la provvigione) l'AI doveva con la normale diligenza verificare che il bene in vendita fosse del venditore. Non si tratta di vizi occulti o difficili da scoprire, come una difformita' urbanistica mai sanata e verificabile solo con una RTN tramite un tecnico, ma una banale visura che chiunque puo' fare a prezzo simbolico anche dalla tastiera del proprio pc.

    L'AI puo' chiedere la provvigione, ma in giudizio il giudice lo rivolta come un calzino.
    Urge una comunicazione alla CCIAA sull'operato dell'AI, con tanto di patentino dato alle fiamme.
     
    A slucidi e Ponz piace questo messaggio.
  7. CHIARY

    CHIARY Membro Junior

    Privato Cittadino
    La mia situazione è questa.
    Faccio una proposta su un immobile, che viene accettata, ma prima di fare il compromesso per scrupolo faccio fare le visure al notaio. RISULTATO: la casa è piena di impicci del tipo problemi catastali e proprietà non definità bene per situazioni emerse quando fu costruita. Mi ritiro dall'affare perchè oggettivamente la casa sarà non è nè sarà vendibile entro la data stabilità per il compromesso. L'agente PRETENDE la provvigione perchè firmai che alla proposta accettata avrei pagato. MI SEMBRA DAVVERO ILLEGALE PRETENDERE QUESTO. L'agente non ha l'obbligo di controllare che le case siano vendibili?O si può vendere il colosseo ad uno che passa e poi gli si chiede la provvigione? :)
     
  8. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ossignore, si cade sempre nelle stesse cose... preliminare di preliminare...:disappunto:
    Occorre vedere se la proposta rimanda esplicitamente ad un conpromesso da stipulare, in tal caso la proposta e' annullabile (non nulla, ma annullabile in giudizio). In tal caso se portato in giudizio l'AI rischia di avere in mano carta straccia.
    Le visure bisogna farle PRIMA e non DOPO la proposta. Se AI o proprietario si oppongono o non vogliono fornire prima i documenti, ci si alza dalla sedia e se ne va. Magari si fanno a proprie spese, ma meglio perdere 2-300 euro subito che anni dentro i tribunali.

    A parte tutto questo, l'AI e' tenuto a rendere le parti edotte di tutte le informazioni di cui puo' avere accesso con la normale diligenza sul bene in vendita e il semplice accertamento dell'effettiva proprieta' tramite una banale visura catastale fa parte di queste. Dovrebbe dimostrare che i vizi erano talmente occulti da non essere rilevabili se non da professionisti, praticamente impossibile a meno non dimostri di essere cerebroleso.

    Fagli presente questi aspetti e digli di consultare il suo avvocato, che gli consigliera' di andare in giudizio, tanto la sua parcella ce l'avra'.
    Poi, con tutta calma, lo potrai fare viola e chiedergli in via riconvenzionale le spese e il risarcimento per averti fatto perdere tempo.
    Nel frattempo, l'esposto alla CCIAA non glielo leva nessuno.
     
  9. CHIARY

    CHIARY Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie.
    Certamente la proposta rimanda ad un compromesso e c'è ben indicato che l'immobile alla data stabilita per lo stesso, sarebbe stato esente da gravami e vizi ecc ecc.......e pertanto, essendo alla data prestabilita non esente da tali gravami, non ho pagato l'AI.
     
    A Ponz piace questo elemento.
  10. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    Sì però capisci che una persona normale non è tenuta a sapere tutte queste cose?
    La gente pensa (sebbene erroneamente) che il fatto stesso che un immobile sia pubblicizzato da un'agenzia immobiliare possa tutelare l'acquirente.
    A 360 gradi. Francamente è una convinzione giusta, perchè si presuppone che da dei professionisti della vendita ci si debba aspettare questo come minimo.
    Altrimenti a parità di rischi effettivi e di spese di tasca propria che motivo c'è di rivolgersi ad un'agenzia?
    Capisci che c'è un problema, ma veramente serio?
    Qui molte persone sono arrabbiatissime con un'intera categoria, che se non risolve e in fretta i problemi come questo vedrà sempre più vituperata la propria immagine. E quel che è peggio pagherà il giusto per il peccatore. Con i problemi di chiusure di agenzie praticamente giornaliere causa crisi credo che gli agenti debbano davvero pensare almeno a delle soluzioni sul salvabile, su quanto esula dall'andamento del mercato. Loro stessi devono dare alle fiamme i colleghi che li rovinano in reputazione. Ci vogliono soluzioni molto più stringenti o sarà la fine.
     
    A rana e slucidi piace questo messaggio.
  11. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La tendenza generale è esattamente contraria, se ci pensi, verso la completa liberalizzazione. ;)
     
    A POGGIBONSI CASE piace questo elemento.
  12. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    Sì, infatti....è la dimostrazione che un eccesso di concorrenza almeno in certi settori può portare ad un servizio molto scadente. Francamente non saprei che soluzione si possa trovare, per garantire un servizio concorrenziale ma al tempo stesso di qualità. Di sicuro per come stanno ora le cose non è possibile distinguervi veramente, la gente vi vede come un'unica massa. Vi scavalcano anche per questo.
     
    A Ponz piace questo elemento.
  13. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Le soluzioni ci sono, anche vicine, perfino lasciando il livello assurdo di burocrazia presente in italia: il notaio alla francese e il sistema di annotazione nel catasto delle trattative in essere.
     
    A Mil piace questo elemento.
  14. CHIARY

    CHIARY Membro Junior

    Privato Cittadino
    Hai detto bene, una persona normale non e' tenuta a sapere tutte queste cose, ma un agente immobiliare che si prende 8.000 euro di compenso certo che deve sapere!
    Inoltre, io in mezzo pomeriggio sono venuta a sapere, perchè mi sono informata tramite visura, che c'era un problema sull'immobile chiaro anche a un bambino, pertanto l'AI avrebbe dovuto informarmi. Non ce l'ho con un'intera categoria ci mancherebbe, io sono un medico e se dovessi entrare nell'ordine della generalizzazione professionale mi darei la zappa sui piedi da sola, ma comprendi che non si può pagare una provvigione a tali condizioni.
    Grazie per il confronto che mi permetti, ciao e buona giornata!
     
    A Ponz piace questo elemento.
  15. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    Credo lo sappiano molto bene anche loro, specie in questo momento. Certo bisogna trovare l'agente serio e competente.
     
  16. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    C'è anche un altro problema, la serietà e la competenza non sono un valore che paga in italia, l'impunità premia i "furbi" e il diritto lento, come le CCIAA che non vigilano sulle storture anche comportamentali della categoria (cosa che sarebbero tenute a fare), rende molto conveniente fregarsene della deontologia e dell'etica (nel senso più alto) in barba alla qualità.
    Tra l'altro l'ultimo periodo vale per ogni mestiere o professione... :triste:

    Poi c'è anche l'errore, ma siamo assicurati no? E quando non copre paghiamo.
     
    A slucidi e Bagudi piace questo messaggio.
  17. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    Sì hai ragione....i tecnici per esempio secondo me sono come il carbonio 14, sono soggetti a decadimento ogni generazione che passa, puoi risalire alla serietà della gente di un certo periodo in base all'urbanistica...guarda all'architettura delle nostre città, alla bruttezza, al concepire cose veramente inguardabili e con materiali scadenti, nel pubblico, nel privato, nel commerciale...io credo che questo sia lo specchio dell'abbrutimento generale, di un affievolirsi dell'etica deontologica che tra le altre cose viene proprio fuori, traspare in ciò che periodicamente viene prodotto...Beh, adesso sono o.t. però..e aggiungo catastrofismo.
     
  18. tommy59

    tommy59 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    nel mio caso la visura catastale indica che la moglie è proprietaria al 100 dell immobile ( 10000 millesimi ) . E' stato il notaio ad accorgersi del problema chiedendo atto di matrimonio per verificare la comunione legale e sopratutto penso se ho ben capito atto di compravendita del immobile
    ad oggi non ho ancora ovv. ciorrisposto nulla all agenzia nel mentre sono in causa con miei avvocati per la test. della caparra o megliod el doppio che non mi vogliono rendere
     
  19. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Lo so che e' un problema grosso, grossissimo. Quale? L'ignoranza della gente.
    Non detto con cattiveria, si badi bene, ma oltre a stigmatizzare il comportamento di un AI che prende una cospicua parcella e non si accorge di problemi grandi come una casa, perche' non c'e' una educazione all'acquisto della stessa?
    Perche' arriviamo a comprare un ****oso aifon o una banalissima auto dopo aver radiografato tutte le caratteristiche, dopo aver sfogliato tutte le riviste del settore, bloggato e guglato per sapere vita, morte, miracoli, pregi e difetti del prodotto e per una casa di almeno due ordini di grandezza di investimento andiamo ad occhi bendati a firmare fogli che ci impegneranno per i prossimi, nostri trent'anni?

    Torno a ribadire, non e' una difesa degli AI, che, vivaddio, un po' piu' di impegno a vedere il cliente come uno da formare e non uno da spennare e non una accusa agli acquirenti di essere "boccaloni", solo che se io mi informo come un pazzo per sapere il nuovo notebook come si comporta, quanto costa e se e' affidabile marca e distributore, per un oggetto di 2000 euro, almeno lo stesso impegno bisogna che ci metta per una casa da 200.000 euro... oggi con internet, forum, blog, associazione consumatori e notariato con gigabyte di documenti online e' molto piu' facile di prima...
     
    A POGGIBONSI CASE piace questo elemento.
  20. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Io invece non posso avallare la tua versione :) anche se mi comoda. Nel senso che pur ritenendo giustissimo esser informati, non ritengo una colpa affidarsi a chi eroga determinati servizi, magari chiedere agli stessi cosa ci si può aspettare e cosa no invece sarebbe sicuramente un imperativo, ma anche queste informazioni dovremmo esser noi a darle ai clienti...
    Si internet, pur essendene a favore, oggi giorno essendo molto diffuso, devo dire quel che dico sempre: prendere con le molle. Serve come "aperitivo", come "preparazione" all'approfondimento, che va fatto con le persone competenti nel mondo reale.
    Internet è tanto utile quanto pericoloso, specialmente nei forum, a confondere un genio con un cialtrone e viceversa, ci metti due secondi e se segui i consigli di quello sbagliato.... spera di avere tanta fortuna, a volte anche noi cialtroni ci azzecchiamo :p ma a volte...
     
    A slucidi e Mil piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina