1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    salve a tutti.
    come sempre mi trovo a chiedervi un parere legale diciamo cosi per situazioni particolari. Il caso in particolare riguarda il dubbio circa la possibile configurabilità di un eventuale danno risarcibile nel caso in cui una ditta di restauro di un palazzo mi installi davanti la mia attività commerciale dei ponteggi che mi oscurano la visibilità del mio negozio comportando una relativa diminuzione di impatto al pubblico e di conseguenza diminuzione di ricavato nel fatturato medio. Chiarisco da subito che il restauro riguarda il palazzo sovrastante e i lavori sono destinati a durare per svariati mesi in quanto l 'edificio è molto grande e alto. Vi ringrazio a tutti quanti mi daranno una risposta. ogni delucidazione in merito è sempre molto gradita.
     
  2. pinacio

    pinacio Membro Attivo

    Altro Professionista
    Secondo me, da geometra e non avvocato, valgono alcuni principi:
    a) non si può impedire al vicino di effettuare la manutenzione del proprio immobile;
    b) colui che deve effettuare l'intervento deve dimostrare che la soluzione adottata è la meno impattante;
    c) qualunque danno rivendicato deve essere dimostrato non astrattamente ma analiticamente.
    Quindi se da solo o con l'aiuto di un consulente (tecnico esperto di cantiere), riesci a dimostrare che il ponteggio potrebbe essere sostituito senza particolare aggravio di spesa e con analoghi risultati sul piano dell'organizzazione del lavoro, fallo presente in forma scritta.
     
    A enzo6 piace questo elemento.
  3. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    il palazzo in questione non è del vicino. i lavori verranno fatti nello stesso palazzo in cui io ho l attività commerciale. premetto che io non sono proprietario ma semplice conduttore . il mio proprietario ha deliberato in condominio per realizzare i lavori.
     
  4. pinacio

    pinacio Membro Attivo

    Altro Professionista
    Non cambia niente, tranne il destinatario delle tue osservazioni, recriminazioni e richieste, cioè proprietario e condominio.
     
  5. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Al tuo posto procederei così, poi vedi meglio tu

    • recepirei le istruzioni che già di ha detto bene Pinacio ed in particolare, nello scrivere in anticipo che sei fermamanete intenzionato a richiedere danni ingiustamente arrecati, svilupperei l'argomento che nelle impostazione delle opere provisionali dovrà essere tenuto conto di apportare il minor danno possibile alle attività commerciali e che dovrai essere consultato preventivamente al riguardo. In difetto di questa consultazione preventiva aggiungerei che bloccherai i lavori sul nascere tramite un ricorso d'urgenza ex art. 700 c.p.c. per il cosiddetto "danno temuto".
    • importante è scrivere in anticipo perchè dopo che hanno fatto la pratica di occupazione suolo pubblico e pagato le relative tasse e versato le relative cauzioni tutto diventa più complicato
    • nella consultazione terrei conto dei seguenti elementi.
      • Ci sono vari tipi di opere provisionali per i lavori in quota: ponte elevabile su guide verticali, piattaforme elevabili a braccio e ponteggi. Tipi diversi di opere provisionali possono coesistere uno vicino all'altro per zone diverse del cantiere. Per la zona che ti interessa è stato scelta a tipologia che ti arreca minore danno?
      • se viene confermato il ponteggio sarà il punteggio classico di interasse fra le stilate di 1,80 ml o di tipo nuovo con interassi tra le stilate da 2,50 ml? La partenza alla base sarà con i cavalletti con passaggio a tunnel all'interno di essi o sarà a tubi e giunti rastremata verso la parete in modo da non fare il tunnel e lasciare libera una parte maggiore di marciapiede? I montanti saranno fatti ricadere nell'interasse tra una vetrina e l'altra e quelli che capitano in corrispondenza delle vetrine saranno interrotti ad una quota sopra le vetrine? I giunti dei nodi a livello dei passanti hanno la protezione contro gli urti accidentali? Nella scelta di questi ed altri particolari costruttivi si è tenuto conto delle esigenze dell'esercizio commerciale?
      • per limitare il danno generico che comunque avrai potresti richiedere di farti predisporre dei grandi cartelli di insegna illuminati con faretti sul ponteggio al di sopra delle tue vetrine.
    Un saluto
     
    A pinacio piace questo elemento.
  6. pinacio

    pinacio Membro Attivo

    Altro Professionista
    Vorrei aggiungere a quanto precisamente e correttamento detto da barelli che i ponteggi si possono montare lasciando ampie zone libere, mediante utilizzo di elementi che raddoppiano la distanza tra una "gamba" e l'altra o nel caso di quelli a tubi innocenti, mediante disposizione particolare per numero e posizione degli elementi. Tradotto in soldoni è possibile contenere l'impatto anche utilizzando il ponteggio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina