1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. robbyB

    robbyB Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti:

    devo registrare la proroga di un contratto di locazione 4+4. Finora tassato come IRPEF.
    1) Vorrei applicare ora l'opzione della cedolare secca del 15%. Il comune fa parte di quelli previsti per il canone concordato per il 15%. Quale è la prassi da seguire?
    2) E' necessario realizzare e allegare il certificato energetico (APE) ?

    Vi ringrazio anticipatamente per le informazioni.

    Roberto
     
  2. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    e' già a canone concordato?
     
    Ultima modifica di un moderatore: 7 Gennaio 2014
  3. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino

    Le parti possono decidere di modificare o integrare un contratto di locazione già stipulato e registrato, ma non possono mutarne la tipologia in corso di rapporto (passando, ad esempio, da un 4+4 ad 3+2). Di conseguenza, alla scadenza dei primi quattro anni, è possibile:

    a) instaurare la procedura della proroga: esercitando l’opzione per il regime della cedolare secca, il contratto a canone libero viene prorogato di altri quattro anni, con applicazione dell’aliquota ordinaria del 21%;

    b) rinunciare alla proroga del contratto alla scadenza del primo quadriennio, senza necessità di denuncia all’Amministrazione finanziaria (si verte nell’ipotesi di mancata proroga degli effetti del contratto per un ulteriore periodo locativo). Una volta cessato il contratto a canone libero, sarà, pertanto, possibile registrare e “cedolarizzare” un nuovo contratto a canone concordato, applicando, dalla sua decorrenza, l’aliquota ridotta del 15%.

    Quanto all’APE, dalla vigilia di Natale, è in vigore il c.d. decreto legge “Destinazione Italia” (n°145/2013) che richiede limitatamente alle nuove locazioni di singole unità immobiliari:

    a) obbligo di dotazione dell’APE che seguirà l’immobile anche nei successivi avvicendamenti contrattuali (sanzione da 300 a 1.800 euro);

    b) obbligo di inserire a contratto una clausola in cui il conduttore dichiara di aver ricevuto le informazioni e il corredo documentale sulla prestazione energetica dell’immobile comprensivo di APE (sanzione da 1.000 a 4.000 euro, ridotta alla metà se il contratto dura meno di tre anni).

    Al momento l’obbligo di allegare l’APE ai contratti di locazione di singole unità immobiliari è congelato (l’obbligo sussiste, invece, per le locazioni di interi fabbricati), ma attenzione: il decreto ministeriale attuativo dell’APE potrebbe cambiare le carte in tavola, decretandone di nuovo l’obbligo (e la conseguente nullità per la mancata allegazione dell’APE).
     
    A m.barelli, Bastimento e panetto piace questo elemento.
  4. robbyB

    robbyB Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per le informazioni. A questo punto continuo con la proroga del vecchio contratto 4+4 continuando a pagare la IRPEF del 23% sul canone. L'ufficio locale della agenzia delle entrate mi ha detto che in caso di proroga del contratto non è necessario presentare l'APE.
     
  5. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Potresti applicare la cedolare secca per pagare il 21% di IRPEF
     
  6. pokandre

    pokandre Nuovo Iscritto

    Certificatore energetico
    Buon giorno, riguardo all'APE per le locazioni delle singole unità immobiliari il notariato ha specificato che anche se dal 23/12 non sussiste più l'obbligo di allegazione sussistono comunque gli obblighi di dotazione e di informativa (di conseguenza è stato specificato che il proprietàario può "informare" solo se HA l'APE). Inoltre come già detto deve essere inserita nel contratto apposita clausola.

    In caso di successiva controversia col locatario nel caso in cui l'immobile non sia stato dotato di APE e non sia stata consegnata copia al locatario, l'inadempienza del proprietario riguardo all'APE emergerà sicuramente. Visti i prezzi attuali (80- 90 euro, e anche meno) per un'APE il mio consiglio è quello di farla redigere. Anche perchè l'obbligatorietà rimane anche per gli annunci. E si è tranquilli per 10 anni.:ok:
     
  7. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    15%
     
  8. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    perché 15%?
     
  9. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    perchè è passata dal 21% al 15%[DOUBLEPOST=1389088790,1389088529][/DOUBLEPOST]Naturalmente con contratto concordato
     
  10. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Altro Professionista
    Dalle mie parti (nord milano) i prezzi vanno da un minimo di 120/140 euro fino a superare abbondantemente le 200 e passa euro.
     
  11. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ok ma lui parla di proroga del vecchio contratto con 23% di IRPEF
     
  12. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    a mio avviso è meglio chiudere il precedente e ripartirew con un nuovo 3+2 al 15& c..s.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina