1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. bruno nicola

    bruno nicola Membro Junior

    Privato Cittadino
    buongiorno volevo delle informazioni .
    A fine 2011 un confiante dell'azienda di mio padre coltivatore diretto in pensione ma attivo mette in vendita 3 particelle 2 sul lato destro del nostro terreno e 1 sul lato sinistro . Mio padre riceve la raccomandata del copromesso e risponde con un telegramma che è interessato alle 3 particelle al prezzo stabilito nel compromesso tutto questo accadeva a fine anno ,il giorno 7 gennaio 2012 mi reco bal notaio per lasciare la caparra e fissare la stipula e trovo il venditore ed il nuovo compratore non confimante e pensionato e non c.d. tra una parola e laltra si accende una animata discussione e questi sostengono che mio padre siccome pensionato ha perso il diritto di prelazione con assenso anche del notaio visto ciò vado via equesti concludono la stipula. In seguito mio padre si reca dal suo legale e fa partire raccomandata per intraprendere azione legale e far valere i sui diritti.
    a Giugno per problemi di salute mio padre mi cede per donazione la sua azienda preciso che io ho semprelavorato in azienda nel mio tempo libero e sono perito agrario .posso io continuare l'azione legale intrapresa da mio padre?ad esercitare il diritto di prelazione. Nel frattempo un'altro confinante ha venduto altra particella confinante con lo stesso nostro terreno e non mi ha interpellato in nessun modo ho saputo cio' da un amico comune dicendogli che io non ho alcun diritto in quanto nuovo propietario. Ma se questa azienda era del nonno di mio padre poi passata a mio nonno poi a mio padre e adesso a me e andavo in campacna da piccolo con mio nonno ed ho contribuito nei lavori di mi miglioramento sin da piccolino circa 30 anni or sono ho piantato 150 piante di ulivo come rinfittimento di quello esistente . COSA POSSO FARE?
     
  2. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
  3. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Cerca con google "Prelazione agraria". Ci sono innumerevoli testi al riguardo. In uno (che ora non trovo piu') c'era la possibilita' di esercitare la prelazione anche se non essendo iscritto come c.d. comunque si era perito agrario a conduzione di una impresa familiare. Almeno, cosi' mi sembrava.
     
  4. Silvio Luise

    Silvio Luise Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ...ma sei coltivatore diretto ,impresa agraria ? Che attività fa la tua azienda?
     
  5. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Per quanto risulta a me, al tuo posto approfondirei i seguenti aspetti
    • l'art. 48 della L. 203/82 (Patti agrari) estende il diritto di prelazione a tutti i componenti della famiglia coltivatrice. Cioè la prelazione può essere esercitata non solo dal Titolare dell'attività, ma anche da un appartenente al suo nucleo familiare
    • il fatto che tuo padre sia andato in pensione potrebbe essere eventualmente ridiscusso ed approfondito sulla base del seguente criterio: per Coltivatore diretto si intede chi coltiva il terreno anche solo per autoconsumo (riferimento tra l'altro all'art. 31 L. 590/65), quindi si potrebbe eventualmente provare a sostenere che lo è anche se è andato in pensione; l'Imprenditore agricolo a titolo principale è chi coltiva e vende, almeno parzialmente, i propri prodotti (art. 2083 c.c.)
    • al riguardo ho avuto modo di apprezzare uno studio del Consiglio del Notariato che mi sembra molto ben fatto e di cui allego il link http://www.notariato.it/it/primo-pi...ali/prelazione-contratto-preliminare/5108.pdf
    • comunque il tuo legale saprà meglio consigliarti, tra l'altro, anche per i termini di tempo dell'azione legale
    Un saluto
     
  6. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mio padre e' in pensione ma e' comunque titolare dell'azienda di famiglia come c.d., registrato alla Camera di Commercio e con p. IVA. e come tale ha diritto alla prelazione. La conferma l'abbiamo avuto pochi anni fa. Il fatto che abbia ragguinto l'eta' pensionabile non vuol dire che non possa continuare a lavorare, con tutto cio' che e' collegato al trattamento pensionistico. Solo se rinunciasse all'azienda non sarebbe piu' titolare di prelazione sui confinanti.
     
  7. Silvio Luise

    Silvio Luise Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Scusa Bruno non hai ancora risposto alla mia domanda : che attività ha la tua azzienda ? Sei impresa agricola coltivatore diretto...? Dal tuo post nella fase iniziale non si capisce se Il confinante che vende e' in pensione o e' tuo padre ex impresa agricola in pensione. Se si sei ancora in attività ?
     
  8. bruno nicola

    bruno nicola Membro Junior

    Privato Cittadino
    buongiorno sono un i.a.p. Il confinante è un pensionato ed anche mio padre ha tenuto l'azienda attiva fino a giugno 2012 da giugno è passata a me allargando la mia azienda agricola,penso sia più chiaro adesso.
     
  9. Silvio Luise

    Silvio Luise Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ....quindi tu hai tutti i requisiti di IAP e all 'attività di tuo padre sei subentrato te? Hai le varie iscrizioni di categoria e INPS e ti dedichi a tempo pieno all'attività ? e' o non e' la tua attività principale ? Scusa ma e' importante avere il quadro completo per dare delle risposte pertinenti .
     
  10. bruno nicola

    bruno nicola Membro Junior

    Privato Cittadino
    è la mia attività principale. Prima coltivavo la mia azienda e nel tempo libero aiutavo mio padre nella sua ora è tutto mio.
     
  11. Silvio Luise

    Silvio Luise Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ....allora hai tutti i diritti di prelazione ...vai da un legale e impugna la vendita.
     
    A Antonello e m.barelli piace questo messaggio.
  12. bruno nicola

    bruno nicola Membro Junior

    Privato Cittadino
    quindi posso subentrare all'azione legale gia intrapresa da mio padre?
    e per l'altro che sostiene che non ho maturato i due anni per esercitare la prelazione?
     
  13. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ma alla CCIAA e' iscritto come imprenditore agricolo o come coltivatore diretto?? Preche' da che mi ricordi fa molta differenza. Piu' che altro non mi ricordo le esatte caratteristiche che distinguono un imprenditore agricolo da un c.d., penso riguardino l'estensione e il numero di dipendenti.
     
  14. bruno nicola

    bruno nicola Membro Junior

    Privato Cittadino
  15. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    A m.barelli piace questo elemento.
  16. bruno nicola

    bruno nicola Membro Junior

    Privato Cittadino
    come al solito non si capisce mai niente
     
  17. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La situazione del diritto di prelazione va riferita, secondo me, al momento della vendita e non alle vicende successive. Non credo che si subentri nelle cause per motivi di pensionamento.
    Il punto è se tuo padre aveva diritto o meno alla prelazione nel momento della vendita. Non vale neanche ripescare tuoi ipotetici diritti di allora come familiare, in quanto non li avresti esercitato in tempo. L'avvocato di tuo padre cosa ti ha detto circa il diritto di tuo padre alla prelazione allora ?
     
    A m.barelli piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina