1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. AndreaDG

    AndreaDG Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho scoperto dal mio tecnico, che ho incaricato per eseguire la relazione tecnica di una casa costruita nel 1970 di cui ho firmato un preliminare di acquisto, che questa abitazione non ha l'agibilità e pare non essere mai stata richiesta. Il tecnico della Agenzia Immobiliare che ha svolto le verifiche per conto del venditore ci aveva tranquillizzato assicurando che dal punto di vista tecnico tutto era in regola e pertanto con tranquillità ho firmato il preliminare. Nel preliminare viene citato che gli impianti risalgono al 1970 e che il venditore fornirà tutta la documentazione richiesta per legge al momento del rogito. Cosa mi conviene fare? Il venditore per richiedere ora l'agibilità deve mettere a norma tutta la casa secondo le norme vigenti? Il compromesso è valido?
     
  2. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il preliminare è valido, e potrai rogitare perchè il certificato di agibilità non è un elemento ESSENZIALE per il rogito. Il punto è che questo certificato potrebbe esserti richiesto quando, qualora dovessi fare dei lavori, presenterai la DIA (o la SCIA).
    Il certificato di agibilità viene rilasciato in base al titolo di costruzione (generalmente è il permesso di costruzione, o al limite la concessione in sanatoria) e quindi, se si tratta di un condominio e non è stato richiesto, lo dovrebbero richiedere (e pagare) tutti i proprietari insieme! Quello che ti suggerisco è chiedere al venditore di far redigere dal suo tecnico una relazione dove si specifichi che tecnicamente NULLA OSTA al rilascio del certificato, e sperare che l'Ufficio Tecnico del Comune si accontenti! :occhi_al_cielo:
     
  3. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Quello suggerito da Maurizio Zucchetti è corretto ma occorre aggiungere che qualora opti per l'erogazione di un mutuo il certificato di agibilità diverrà essenziale per tale scopo.
    Per avere adesso il certificato se non richiesto a suo tempo ovviamente il proprietario e costretto ad adeguare almeno gli impianti alle norme attuali, in quanto sia i parametri edilizi che statici penso che a suo tempo siano stati rispettati e conformi ai progetti deopositati, diverso è se quest'ultimi non sono stati rispettati.
    Ciao salves
     
  4. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se nel preliminare non è riportato niente in proposito è come se l'abitabilità ci sia.
    Questo -dicono le sentenze- a garanzia del promissario acquirente. Visto che il fabbricato è del 1970 e sin dal 1934 l'abitabilità è necessaria per l'ultilizzo di un fabbricato, fattela consegnare oppure chiedi i danni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina