1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. myland

    myland Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno.Stiamo cercando di vendere un appartamento, e dopo aver ricevuto una proposta ci viene richiesto di dichiarare un importo maggiorato di circa 10.000€ per permettere all'acquirente di avere un mutuo superiore per poter coprire le spese accessorie. Una volta fatto il rogito stracceremo l'assegno corrispondente a tale maggiorazione facendo una dichiarazione a giustifica di tale compotamento indicando per esempio che non lasciamo come da accordi precedenti l'arredamento.
    Vorrei avere un parere su questa richiesta, se è una prassi comune e se una volta intrapresa questa strada noi come venditori corriamo dei rischi.
    Grazie e buona giornata.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, ora che lo hai scritto è diventato il segreto di pulcinella... :risata::risata::risata: lo conosciamo noi e qualche migliaia di utenti :risata::risata::risata:
    Aldilà di questo è assolutamente una pratica che non ha ne capo e ne coda, è rischiosa e contro legge .
    1° Le banche accordano al massimo l'80 % del valore dell'immobile
    2° Dovreste fare un preliminare con il prezzo maggiorato di molto più di 10.000 € , tenendo presente che nell'80% dell'importo devono rientrare tutte le spese compreso il notaio con un doppio atto ( uno per il mutuo ed uno per la compravendita ) quindi bisognerebbe vedere se il valore dell'immobile copre l'operazione, poi con questo preliminare il compratore deve fare richiesta e vedere se viene accettata
    3° Poi dovreste fare il rogito ed una volta firmato dopo strappare l'assegno... ma quale assegno, quello della banca, allora non è detto che la banca dia un assegno che tralaltro è intestato a te, potrebbe dare un bonifico e comunque dopo che tu hai firmato la vendita strappi l'assegno e poi... alla banca cosa racconti che deve cambiarti l'assegno? ... Su non scherziamo :D .
    Queste operazioni non si fanno, se il compratore non ha contanti per comprare casa deve trovare una banca che finanzi la compravendita e le spese con il mutuo , altrimenti ... come diceva Totò desisti. Fabrizio
     
    A antonello, La Capanna e brunobr piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina