1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Simo85

    Simo85 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    Ciao a tutti! Vorrei un consiglio riguardo un problema verificatosi all'interno di uno dei Condomini da me amministrati. Il problema é il seguente: all'interno del Condominio vi sono 3 unità immobiliari approvvigionati di acqua da un solo contatore. Ogni appartamento ha il suo contatore di sottrazione. 2 di questi non sono abitati. Il proprietario dell'appartamento abitato paga regolarmentela sua quota, il proprietario di uno dei 2 appartamenti non abitati paga regolarmente la sua piccola quota, mentre, il proprietario dell'altro appartamento non abitato non paga nulla accollando la sua relativa quota agli altri 2 proprietari che ora stanno sollevando lamentele.
    Chiedo gentilmente un consiglio su come posso risolvere questo problema. Grazie mille a tutti!
     
  2. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Cosa dice il regolamento del condominio?
    Solitamente la ripartizione acqua è per numero di persone che abitano nell'appartamento (noi abbiamo il problema che ne dichiamo 2 invece di 6...). Quando un appartamento è vuoto si paga cmq come 1 persona anche perchè spesso c'è l'acqua in comune per il giardino etc...
    In alternativa:
    Il D.P.C.M. 4 marzo 1996 – Disposizioni in materia di risorse idriche (In GU 14 marzo 1996, n. 62, S.O.) impone lobbligo, ad ogni singola unità abitativa, di installare dei contatori di ripartizione del consumo dell’acqua.
    Ogni condomino può, dunque, far imporre, a tutti gli altri condomini,l’istallazione dei medesimi, se non amichevolmente, in assemblea, anche a mezzo di ordinanza del Giudice di Pace competente nella materia.
    L’installazione dei suddetti contatori costituirebbe non solo un risparmio idrico ma anche ovvierebbe ai continui abusi, e conseguenti litigi, che scaturiscono per la ripartizione delle spese.
     
    A Simo85, Avv Luigi Polidoro, Rosa1968 e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Mi spiace non associarmi agli amici nel condividere il post di @ludovica83 : tutto bene salvo non essere pertinente.

    @Simo85 ha detto che:
    i contatori di ripartizione già esistono
    che due alloggi su tre non sono abitati
    quindi presumo con consumo zero.

    Ritengo quindi che la sua domanda verta su come ripartire la bolletta generale, che è credo costituita da una quota fissa e una tariffa sul consumo.

    Come amministratore ha pieno titolo a ripartire sulle tre u.i. la quota fissa: più soggettivo applicare una quota per il consumo se questo è nullo: mi si farà osservare che la somma dei contatori di ripartizione non coincide mai con il consumo totalizzato dal contatore generale. Ma questo non dipende solo dai consumi in comune, che non sappiamo se esistono (giardino, pulizia scale, eventuale caldaia centralizzata ecc). Spesso la differenza è imputabile semplicemente agli errori di misura dei contatori che col tempo si accentuano.

    Mi rendo conto che un caso del genere genera per l'amministratore un lavoro supplementare (la lettura ragionata della bolletta): ma la problematica del mancato pagamento della quota delle spese condominiali, non è tema che comporti soluzioni diverse a seconda che si ripartisca acqua o altra spesa condominiale. (salvo il diverso peso delle varie voci)


     
    A Simo85 e ludovica83 piace questo messaggio.
  4. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Hai ragione Gatto, ma a quanto pare la frase:
    "all'interno del Condominio vi sono 3 unità immobiliari approvvigionati di acqua da un solo contatore" ha tratto tutti in inganno.... mentre era seguita da "Ogni appartamento ha il suo contatore di sottrazione".
     
  5. Simo85

    Simo85 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    Carissimi, sono grato per il vostro interessamento alla mio problema. Bastimento, hai inquadrato il dilemma, solo che evidentemente mi sono espresso in maniera errata. Ripeto il mio concetto: come detto, i 3 appartamenti sono approvvigionati di acqua da un solo contatore, 2 su sono disabitati, 1 dei 2 disabitati paga regolarmente la sua piccola quota fissa, l'appartamento abitato paga regolarmente il suo consumo, mentre, il secondo appartamento disabitato non sta pagando nulla (nemmeno la piccola quota fissa). La mia domanda, in soldoni, è questa: cosa mi consigliate per far pagare le quote che non sono state versate dal proprietario dell'appartamento disabitato che non sta pagando? Azione legale o cos'altro...?
    Ancora grazie per i consigli!:ok:
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Le modifiche al c.c. hanno dato nuovi poteri e responsabilità agli amministratori, ma non hanno stravolto il suo ruolo.
    Se non erro, come amministratore sei tenuto a far scattare un decreto ingiuntivo se il ritardo supera i sei mesi: ma l'assemblea condominiale è sempre sovrana: ti consiglierei di porre il tuo quesito non al forum, ma ai condomini: sempronio non paga i pochi soldini richiesti. Mi autorizzate a spendere 10 volte tanto in spese legali per avere il dovuto o mi sollevate dall'obbligo di procedere? Avrai una risposta molto più utile e concreta della nostra.
     
    A Simo85 piace questo elemento.
  7. Simo85

    Simo85 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    Grazie Bastimento, infatti la mia indecisione era proprio su questo, se procedere oppure ragionarci in assemblea. Mi sei stato utile, grazie ancora!:stretta_di_mano:
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Abitando in un condominio in cui, oltre alle alte spese condominiali, c'è anche la spesa straordinaria di un avvocato e di due decreti ingiuntivi per le spese condominiali non pagate da anni....ti consiglierei di lasciar perdere il decreto ingiuntivo, se i soldi da recuperare sono pochi.
     
    A Simo85 piace questo elemento.
  9. Simo85

    Simo85 Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    Grazie! Si, infatti per il momento son pochi, credo che per l'ingiunzione dovrò aspettare ancora un pò...a meno che finalmente il proprietario si decida a sanare
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina