1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pokerdassi

    pokerdassi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti, gia' ho avuto modo di frequentare il forum per altri motivi(AI con o senza patentino, ma questo e' un'altro discorso), pochi giorni fa' mi arriva l'ennesimo avviso dall'inps(questa volta da equitalia incaricata dall'inps), alcuni anni or sono, 6-7, fui "assunto" da un'agenzia immobiliare come procacciatore d'affari(poco fa' ho letto che questo nel campo immobiliare e' vietato da una legge), cmq racconto com'e' andata, io non ne sapevo nulla e quindi mi fidai ciecamente del titolare dell'agenzia, quindi firmai un modulo dove mi impegnavo a ricercare immobili da vendere(con contratto in esclusiva) per conto dell'agenzia, la quale mi dava in cambio una percentuale se l'immobile fosse stato venduto e un piccolo rimborso spese, questo per i primi mesi di collaborazione, dopo circa 6 mesi, il titolare mi "spinge"(facendomi vedere tutto roseo) ad aprire una partita IVA, senza avvisarmi che anche se non concludevo nulla c'era l'inps da pagare(2.500€ l'anno), io non volevo aprirla(non avevo neanche il patentino), ma penso lui a tutto, o meglio incarico la sua commercialista che mi fece firmare alcune cose per l'apertura della partita IVA, dopo 7 mesi decisi di chiudere questa partita IVA perche' cominciarono ad arrivare cifre da pagare, specie da parte dell'inps, cosi' come me l'hanno aperta(intendo la commercialista del titolare) me l'hanno chiusa, addebitandomi sia la cifra per aprire che quella per chiudere questa PI, siccome non ho nulla intestato e da quel periodo non ho piu' lavorato non ho pagato il mio debito nei confronti dell'inps che continua tramite equitalia a inviarmi avvisi di pagamento, sono stato all'inps, gli ho fatto presente che non lavoro e quindi non posso pagare, mi tranquillizzano ma poi gli avvisi arrivano, cosi' mi son rivolto a un avvocato che mi ha detto che il comportamento del titolare dell'agenzia e' stato molto di parte e anche illegale, quindi mi ha consigliato di andarci a parlare e fargli pagare la somma dell'inps, pena una bella denuncia, io ci vorrei andare, ma non mi sembra di avere tutte le ragioni, dopotutto(da ingenuo) ho firmato i documenti per l'apertura della partita IVA, cosa mi consigliate di fare? e' una bella somma e io anche volendo non posso pagare.

    grazie mille

    Fabio
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sicuramente andare dal titolare dell'agenzia è solo una perdita di tempo con il rischio di far volare parole grosse che a nulla approdano.
    Dovresti invece cercare di rintracciare i tuoi ex colleghi che sicuramente hanno subito la tua stessa sorte.
    Se anche per questi è stato utilizzato lo stesso sistema, puoi/potete anche pensare ad una denuncia.
    Dovresti anche controllare all'agenzia delle entrate se a tuo carico ci sono eventuali cartelle per l'IRPEF e l'IVA.
    Molte agenzie "caricano" su questi possessori di partita IVA provvigioni mai percepite, ma di fatto per il fisco come se percepite.
     
  3. pokerdassi

    pokerdassi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao, grazie per la risposta chiara e veloce, di andare dal titolare dell'agenzia credo anche io che sia una perdita di tempo, mentre per quanto riguarda i miei ex colleghi so' per certo(visto che me lo han detto loro, beh almeno 2 di loro, tra i quali uno adesso e' un avvocato)che hanno pagato l'inps, per il fisco in effetti mi e' stato "caricato" quello che in realta' ho percepito nel periodo in cui ho avuto la partita IVA aperta(4 mesi del 2002 e 3 mesi del 2003, oppure tutto avanti di un anno), per queste ragioni non sono andato a far sentire le mie ragioni, perche' di ragioni non ne vedo, cmq prima di fare una qualsiasi azione mi informero' in maniera piu' dettagliata, anche se per il momento non vedo cosa potrei fare, l'unico "torto" che vedo e' l'assunzione come procacciatore d'affari(con partita IVA) in un campo dove cio' e' illegale, vedremo se se vale la pena.

    visto che mi hai risposto proprio te, ne approfitto per chiederti scusa per le parole "inappropriate" che ho usato l'altra volta nei tuoi confronti, a mia discolpa posso solo dire che non e' facile seguire la via della legalita'(parlo del patentino), quando si hanno problemi molto piu' grossi, tanto da oscurare completamente quello che cmq e' giusto.

    ne approfitto ancora per una domandina semplice-semplice, ma che ognuno risponde secondo un suo parere, mentre in realta' e' solo una legge/regola; se prendo un incarico a vendere(un immobile) per un anno, esso si rinnova tacitamente per un'altro anno a meno che non ci sia disdetta scritta 15 giorni prima della scadenza dello stesso, quindi se non c'e' disdetta il contratto rinnova per un'altro anno, ma alla fine del secondo anno, per far si che il contratto decada, serve sempre una disdetta scritta oppure si intende cmq disdetto, in parole povere, quante volte un incarico si rinnova tacitamente se non e' specificato sul contratto stesso?

    spero di non aver creato una confusione e di aver espresso in modo chiaro la domanda.

    grazie
     
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non ti preoccupare, acqua passata.

    Se è prevista una forma scritta da inviarsi alla controparte 15 giorni prima della scadenza, questa deve essere rispettata.
    Se non c'è scritto nulla al riguardo, l'incarico termina alla naturale scadenza.
    C'è comunque da osservare: a che serve tenere in vita un incarico per la vendita di un bene per ben 2 anni?
     
  5. pokerdassi

    pokerdassi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao, beh la mia domanda andava un po' oltre, eccola ripetuta; sul contratto di mediazione a vendere c'e' scritto che il presente(il contratto) si rinnovera' tacitamente per un periodo di tempo uguale a quello di validita' dello stesso a meno di disdetta scritta da inviare all'agenzia almeno 15 giorni prima della scadenza, ecco un esempio, io prendo un incarico con validita' un anno, dopo un anno se il proprietario dell'immobile non fa' disdetta scritta almeno 15 giorni prima della scadenza esso si rinnova tacitamente per altri 12 mesi e fin qui spero ci siamo, no? la mia domanda e'; questo e' valido anche per gli anni a venire oppure gia' dal terzo anno non c'e' piu' bisogno di fare disdetta scritta perche' cmq il contratto e' da considerarsi decaduto? spero che questa volta mi sono espresso meglio.

    per quanto riguarda la tua domanda; a cosa serve tenere in vita un contratto 2 anni(3 anni nel mio caso), la risposta e' molto semplice, vorrei saperlo perche' dopotutto questo sara' il mio lavoro e a me piace saperle le cose che hanno attinenza con esso, ma cosa piu' importante e' che nel dicembre del 2008(io ancora non lavoravo in questa agenzia, ci sono da 50 giorni) e' stato preso un incarico di vendita in esclusiva per un immobile, la durata dell'incarico era di un anno, quindi scadeva nel dicembre del 2009, siccome il proprietario dell'immobile non ha fatto disdetta esso si e' rinnovato per altri 12 mesi cosi' da essere stato valido fino a dicembre 2010, nemmeno nel dicembre del 2010 il proprietario dell'immobile ha fatto disdetta e qui mi chiedo e' ancora valido il contratto? o meglio se lo chiede il titolare dell'agenzia, visto che e' venuto a conoscenza che il proprietario di questo immobile, sta' trattando con un acquirente, piu' che trattare sta' vendendo l'immobile ad una persona senza avvisare l'agenzia, quindi come se non avesse mai dato l'incarico a vendere all'agenzia e sopratutto intenzionato a non pagare la provvigione, in parle povere ritiene l'incarico ormai scaduto, anche se in effetti non ha mai fatto disdetta alcuna, ne scritta e neanche orale.

    ciao
     
  6. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sulla durata degli incarichi c'è qualcosa nel decreto legislativo del Codice del Consumo (n. 206 del 2005).
    Di norma non è vessatoria una durata dell'incarico per sei mesi, rinnovabili una sola volta.
    Stai parlando di tre anni e certamente non troverai alcun giudice a favore.
    Consiglia al titolare che si metta l'animo in pace per le provvigioni.
     
  7. pokerdassi

    pokerdassi Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ma dici cio' con certezza(dettata da qualche specifica legge), oppure e' il tuo parere?? dovrei leggere quella sul codice del consumo, forse..........................cmq, qui vado a ricordo ma non ne sono certissimo, ricordo che quando ho fatto un corso a roma(nella sede gabetti), il relatore parlo anche di questo e disse che l'incarico non disdetto si rinnova taciramente e cmq non puo' superare un anno di validita', questo significa che se prendo un incarico di un anno, la validita' di questo finisce allo scadere dell'anno anche senza disdetta, mentre se lo prendo per 6 mesi, si rinnova per altri 6 mesi se non viene fatta disdetta, ma non essendone sicurissimo non posso certo dirlo al titolare dell'agenzia.

    ciao, vado a leggere il d.lgs sul codice del consumo, magari ne ricavo qualcosa.

    grazie
     
  8. andrea p

    andrea p Membro Junior

    Privato Cittadino
    Visto l'argomento trattato vi pongo un quesito riguardi all'inps. Ho versato per più di 10 anni contributi come dipendente ( con svariati inquadramenti) mi chiedevo se i versamenti che effettuo adesso da agente immobiliare integrano (ai fini di un'ventuale :domanda::domanda::domanda: pensione) quelli già versati come dipendente oppure no ?
     
  9. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, non perdi nulla.
    Si cumulano e vengono conteggiati in maniera diversa per l'ottenimento della pensione.
    Sempre che quando andremo in pensione l'INPS abbia ancora soldi in cassa.
     
  10. andrea p

    andrea p Membro Junior

    Privato Cittadino
    :shock::shock::shock:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina