1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Brostin

    Brostin Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Un saluto al forum,

    ho necessità di sottoporvi alcune domande in merito ad una compravendita di un piccolo appartamento che ho acquistato per mio figlio.

    Attualmente è uno studente e non percepisce nessun reddito. L'appartamento oggetto dell'acquisto, costituirebbe la sua "prima casa". Ovviamente attualmente è inserito nel mio stato di famiglia e è da me che ha la residenza. Le domande che desidero porvi, anche se scontate, sono le seguenti:

    come devo comportarmi per osservare scrupolosamente quanto previsto di legge. Devo escluderlo dal mio stato di famiglia e fare in modo che prenda la residenza nel nuovo appartamento ? Tenete presente che l'appartamento è confinante con il mio e il cambio di residenza interesserebbe solo l'interno visto che via e numero sono gli stessi.

    Per l'acquisto dell'appartamento è stato aperto un piccolo mutuo a mio e suo nome e so che nessuno dei 2 potrà scaricarsi gli interessi. L'obbiettivo era fare in modo che l'acquisto fosse per mio figlio da configurarsi come prima casa in modo da pagare un importo minore per quanto concerne le spese notarili ed evitare, speriamo, di non doverci pagare l'IMU.

    Tenete inoltre presente che il "progetto finale" vedrebbe il trasferimento della residenza in quell'appartamento da parte dei miei suoceri che ovviamente contribuirebbero alla causa.

    Potete chiarirmi i vari aspetti ... Grazie
     
  2. Abakab

    Abakab Ospite

    Le agevolazioni fiscali prima casa vengono riconosciute anche per l'acquisto di immobile ubicato nel comune di residenza del richiedente, quindi, non per forza deve spostarci la stessa.
    Altro discorso per l'IMU agevolata, le quali condizioni sono residenza ed effettivo utilizzo come dimora principale.
     
  3. Brostin

    Brostin Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Prima di tutto ti ringrazio per la risposta. Vorrei chiederti ...il fatto che in quell'appartamento porteranno, oltre a mio figlio, la reidenza anche i miei suoceri ... può costituire un problema ? Da quanto ho capito mio figlio uscirà dallo stato di famiglia mio ... confluirà in uno s.d.f. con i miei suoceri ? ... da solo ...?? Grazie ancora
     
  4. Abakab

    Abakab Ospite

    Il problema potrà essere in relazione all'IMU ..considerando un non utilizzo effettivo da parte di tuo figlio .. ma dei tuoi suoceri. E' un problema che prima (ICI) non si poneva in quanto veniva riconosciuta l'agevolazione in caso di utilizzo anche di parenti .. Con l'IMU non più.
    Queste situazioni, comunque, vengono gestite diversamente da Comune a Comune, pertanto ti consiglierei di richiedere più precise informazioni al personale comunale di competenza.
     
  5. Brostin

    Brostin Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Riprendo un attimo il post perchè in mattinata mi sono recato all'Ufficio del Comune che gestisce di fatto l'IMU e mi è stato detto che per fruire dell'agevolazione prima casa devo trasferire la residenza di mio figlio nella nuova casa entro il 15 del mese o diversamente dovrà corrispondere una quota di IMU per il mese di Giugno come seconda casa o comunque finchè la residenza non transiterà da quella attuale alla nuova.
    E fin qui mi può stare bene .... probabilmente è così.

    Non mi è chiaro invece il discorso relativo alle agevolazioni usufruite per il pagamento del notaio il quale ha applicato le percentuali prima casa dicendomi che tali aliquote sono legate al fatto che non esistono per mio figlio altre proprietà e che questo fosse indipendente dalla residenza. L'impiegato sostiene invece che anche per quelle agevolazioni è necessario che l'acquirente ne faccia una vera e propria residenza principale e che non è sufficiente il fatto di non essere proprietario di altre abitazioni ....

    Potete spiegarmi ... Grazie
     
  6. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    si deve fare la residenza o nella casa in questione o nello stesso comune
     
  7. Abakab

    Abakab Ospite

    Scusa ma ti riferisci alla parcella del notaio?
    Se cosi fosse il notaio deve solo applicare le aliquote relative alla prima casa ..altre condizioni non mi risultano.
     
  8. Brostin

    Brostin Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Infatti .. è quello che pensavo. L'agevolazione per quanto riguarda le spese notarili, che vengono differenziate a seconda che si tratti di prima o seconda casa, ho sempre ritenuto che fossero legate al solo fatto che il proprietario, per poter avere le agevolazioni prima casa, non deve avere altre proprietà.
    L'impiegata del Comune invece adduceva al fatto che si è vero che il proprietario non deve disporre di altra abitazione ma la prima casa deve essere anche utilizzata poi di fatto altrimenti è possibile che vengano richieste le imposte non pagate.

    Diverso è il discorso dell'IMU ..
     
  9. Abakab

    Abakab Ospite

    E' un discorso valido per l'IMU .. esatto.
    Per le agevolazioni fiscali prima casa fà testo lo spostamento della residenza nei tempi e modi già citati. :ok:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina