1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gcarretta

    gcarretta Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao, vi sottopongo il mio caso.
    Abbiamo fatto una proposta d'acquisto per una casa tramite una AI. Nella proposta c'era scritto che:
    1) la casa era "conforme alla normativa urbanistica vigente" e che:
    2) "la somma data alla firma della presente proposta diverrà caparra confirmatoria (ex art. 1385cc) con l'avvenuta conoscenza, da parte del proponente, dell'accettazione della proposta d'acquisto che costituirà quindi contratto preliminare".
    Al momento della proposta abbiamo dato un assegno di 10000 euro e la proposta è stata accettata e sottoscritta dal venditore.
    Nel corso dell'analisi della documentazione, è venuto fuori che la casa era viziata da un abuso che andava sanato perchè riguardava la facciata di un palazzo vincolato dai Beni culturali. Ovviamente i tempi del preliminare e del rogito sono saltati ma la volontà di acquistare/vendere non è mai venuta meno. Addirittura noi acquirenti abbiamo lavorato con il nostro architetto e il geometra del venditore per trovare una soluzione urbanistica che facilitasse il passaggio della pratica e soddisfacesse sia noi che il venditore.
    Tutto questo lavoro e questa collaborazione ci ha tenuti impegnati per 5 mesi. Comunque alla fine la pratica è stata presentata e potevano quindi finalmente fare il compromesso. Fino a quel momento anche il proprietario premeva per fare il compromesso e quindi tutto si stava risolvendo. Una settimana dopo però, al momento di fare il compromesso, il venditore ci ha fatto sapere di avere cambiato idea e di non voler piu' vendere la casa.
    Oltre alla scorrettezza del comportamento e al cambio improvviso di volontà, la sorpresa deriva dal fatto che noi siamo stati molto comprensivi, accomodanti e collaborativi, abbiamo lavorato con architetto, geometra e notaio per trovare la soluzione per oltre 9 mesi, oltre al fatto di aver interrotto la ricerca di altri immobili. Ora però ci ritroviamo senza la casa da acquistare perchè il venditore ha cambiato idea improvvisamente e ha dichiarato di non voler vendere piu'. Come possiamo tutelarci, considerando che la casa ci piace moltissimo??
    Grazie
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    con la vendita forzata in tribunale grazie alla caparra confirmatoria................e metteteci anche i danni.
    solo che cosi' passa qualche anno grazie alla ns. giustizia civile.
    oppure come minimo vi deve dare il doppio della caparra versata e cioe' 10k + 10k.
    ma entrambi dovrete pagare la provvigione all'agente.
    proprio un bell'affare.
     
  3. gcarretta

    gcarretta Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie della rapida risposta! Ma la provvigione all'agente la dobbiamo anche se ha scritto nella proposta che l'immobile era conforme alla normativa urbanistica e poi non lo era?
     
  4. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista

    l'inadempiente e' il venditore.
    comunque leggi:
    si' al rifiuto di corrispondere la provvigione in presenza di una irregolarità urbanistica non comunicata.
    Mediazione immobiliare: sì al rifiuto di corrispondere la provvigione in presenza di una irregolarità urbanistica non comunicata.
    Cass. civ., sez. III, 16 luglio 2010, n. 16623
    La mancata informazione del promissario acquirente sull'esistenza di una irregolarità urbanistica non ancora sanata relativa all'immobile oggetto della promessa di vendita, della quale il mediatore stesso doveva e poteva essere edotto, in quanto agevolmente desumibile dal riscontro tra la descrizione dell'immobile contenuta nell'atto di provenienza e lo stato effettivo dei luoghi, legittima il rifiuto del medesimo promissario di corrispondere la provvigione.
    .............................l'agenzia sapeva????
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina