1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino
    A giorni farò la proposta di acquisto subordinata all'accettazione del mutuo, di cui ho già informato l'AI. Leggendo il forum mi sono sorti alcuni dubbi sulla formula da adottare. Ad esempio in uno dei thread un tizio aveva subordinato la proposta ma la banca gli ha accetta il mutuo per un importo inferiore a quello richiesto e quindi si è trovato "con una proposta accettata" ma con l'incapacità di pagare.
    Alcuni hanno suggerito di scrivere l'importo e qui viene il bello.

    Io lo scriverei pure l'importo, ma non sappiamo il reale importo che andremo a chiedere in quanto siamo in attesa di sapere se verrà corrisposta parte del TFR, che rappresenta una "bella cifra" che altrimenti non potremmo pagare.

    Quindi vi chiedo se secondo voi una cosa del genere (che ho trovato in rete) può andar bene.

    Le parti espressamente concordano che il presente contratto sia subordinato alla condizione sospensiva della comunicazione, da parte del promittente l'acquisto, di avere reperito un idoneo ente finanziatore per l'acquisto dell'immobile. Tale comunicazione dovrà essere fornita alla controparte entro e non oltre il ____________. Nel caso in cui, entro tale data, il promittente l'acquisto dichiari di volere procedere all'acquisto dell'immobile usufruendo di un mutuo fondiario o di altra forma di finanziamento da lui reperita, il contratto diventerà efficace tra le parti, producendo gli effetti giuridici derivanti dalle obbligazioni assunte; in caso contrario, la presente scrittura si intenderà inefficace e la parte promittente la vendita restituirà alla controparte la somma versata e trattenuta dal promittente l'acquisto (?????) a titolo di garanzia, senza che alcuna delle parti abbia più nulla a pretendere nei confronti dell’altra, per qualsiasi titolo, ragione e/o causa

    I due neretti sono le parti per cui vi chiedo consiglio. Il primo l'ho spiegato, il secondo mi sa che c'è qualche problema che vuol dire "trattenuta dal promittente l'acquisto"? In teoria il mio assegno lo dovrei dare all'AI.

    Altro quesito. La planimetria ha il numero civico sbagliato, credo sia importante (lo è??) devo far scrivere che il venditore provvederà a sue spese alla correzione dei dati presenti in planimetria?

    Grazie a chi mi deluciderà
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Guarda io la vedo ingarbugliata. Se ti avvali di un mediatore a questo punto fatti mandare il modulo che di solito adopera e a quel punto valuterai cosa ti propone e da li puoi ragionare su eventuali aggiunte. Il fai da te é controproducente sopratutto in rete tante notizie ma che devono seguire la logica della struttura del contratto. Per il civico non é rilevante fallo pure presente ma quello che é importante é altro.
     
  3. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino
    Effettivamente il modulo non gliel'ho chiesto, ma essendo un anno che cerco e avendo già visionato moduli "standard" di quella rete immobiliare non credo che lo abbiano diverso e in quello standard non ci sono punti che trattano di "subordinazione della proposta all'accettazione del mutuo".
     
    A losroques piace questo elemento.
  4. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Senza importo ed anche estremi Dell istituto finanziatore ė una sospensiva fatta male. Se non indichi un importo ti puoi svincolare quando vuoi, un venditore accorto non accetterebbe mai e un AI capace non ti farebbe mai firmare una sospensiva senza importo.
    L assegno lo deve tenere l AI.
    Il numero civico non ė determinante, ma va fatto presente
     
  5. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino
    E per me va bene, eventualmente segnerei l'importo più alto, però, ovviamente, se l'importo effettivamente richiesto e deliberato è più basso di quello scritto non vorrei che fosse "un appiglio" per il venditore per svincolarsi.
    Si lo so so che può essere assurdo, ma magari il venditore trova, mentre attendo l'esito della richiesta, un altro compratore che compra per un importo maggiore e si attacca all'importo che richiederò per non vendermi più l'appartamento...
     
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se la proposta viene accettata con la sospensiva non può rimettere in vendita l'immobile se non dopo la data che verrà indicata.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  7. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Nonostante il momento difficile, ci vorrebbe proprio un venditore alla canna del gas per accettare simili condizioni.
     
    A gennaro63 piace questo elemento.
  8. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino

    Quali condizioni? La prima, la seconda con gli importi, o proprio la proposta subordinata in sé?
     
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E perché scusa si attaccherebbe alla canna del gas se non ci fossero proposte sul suo immobile. Oggi fa parte della routine.
     
  10. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Come minimo dovrebbe avere le idee chiare sull'importo da finanziare e quindi prima di fare la proposta d'acquisto deve risolvere il nodo del TFR.
     
    A Umberto Granducato e gennaro63 piace questo messaggio.
  11. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino
    Il nodo del TFR non viene risolto se prima non vedono la proposta (nel modulo da compilare per la richiesta c'è addirittura scritto preliminare d'acquisto).
    Una volta presentata la domanda si passa alla valutazione delle percentuali di richiesta ecc. ecc.

    Il venditore neanche verrebbe a sapere che dobbiamo richiedere il TFR è una questione di formulario di sospensione. Nella prima ipotesi, quella che ho scritto io è "molto vaga", nella secondo metterei importo da richiedere alla banca (escludendo da subito i soldi del tfr) e in nessuna citerei il tfr.

    Il mio ultimo quesito era, "per assurdo", se mettendo nella proposta un importo X, es. 100, poi la banca va a deliberare l'ok per 50 (da noi effettivamente richiesto perchè vorrebbe dire che è arrivato questo tfr), se il venditore può appigliarsi all'importo "non uguale a quello scritto nella proposta" per non vendere più.
     
  12. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Ammesso che il venditore riesca a digerire la tua proposta, anche se ragionasse in maniera contorta come te, che motivo avrebbe di tirarsi indietro in un secondo tempo, dal momento che da te o dalla banca riceve comunque l'importo pattuito?
     
  13. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino
    Che nel frattempo un "amico" gli abbia offerto, a parole, di più.
    Torno a chiedere, cosa c'è nella proposta che non va?
     
  14. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino
    P.s. mi pare che i tuoi commenti siano un po'scocciati / provocatori
     
  15. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ragionare in modo contorto? Vuole comprare casa ha a disposizione il suo tfr e una quota di mutuo. Mi sembra sia abbastanza oculato nel dire nel caso non mi dessero per qualche motivo il tfr aumento il mutuo ma vorrei cautelarmi facendo una proposta con la sospensiva perché nel caso non mi dessero il mutuo vorrei tornare sui miei passi. Mi sembra obbiettivo e con i piedi per terra. Ha dei dubbi certo come chiunque. Per il venditore cosa cambia a lui interessa il saldo del prezzo che arrivi da mutuo o tfr ... certo farà le sue valutazioni se accettare questo periodo o meno.
     
  16. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    E' ovvio che non è necessario che il venditore conosca in dettaglio tutte le modalità di pagamento. Il punto è che nella proposta condizionata deve essere indicato l'importo da finanziare più alto, vista l'incertezza della erogazione del TFR. Mi sembra altrettanto logica la necessità nell'interesse del proponente di indicare sia la banca, sia l'importo preciso del mutuo richiesto, onde evitare possibili spiacevoli conseguenze legate ad una sospensiva non dettagliata, qualora venga concesso un finanziamento non adeguato. Ragionamento contorto è solo pensare che il venditore possa tirarsi indietro per il motivo addotto dopo aver accettato la proposta, visto che in questo caso risulterebbe inadempiente; ed anche per assurdo lo facesse, non mi sembra una tragedia con tutti gli appartamenti presenti sul mercato attualmente. A Stormed (permalosetta) dico che non sono scocciato, semplicemente calibro il tenore dei miei interventi sulla base dei contenuti di ciò che trovo scritto.
     
  17. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scusami eh, ma pure io valuto in base a ciò che vedo scritto e nel tuo primo commento prevedevi un venditore in procinto di suicidarci col gas per accettare la mia proposta, pertanto ti ho chiesto cosa c'è che non andava, ecc.
    Solo ora mi dici che la proposta è ok, ma non ti torna il mio ragionamento sul diniego del proprietario, cosa che non c'entra niente col tuo primo commento proprietario e la sua canna del gas....

    Vabeh... alla fine è ok, secondo voi, una proposta d'acquisto subordinata al mutuo con indicazione dell'importo "maggiore" (senza contare eventuali soldi che arriveranno in seguito con questo tfr) va bene, se non ho capito male.

    Ultima domanda il tempo per l'accettazione della proposta di solito quant'è?
    Io pensavo a 7 o 14 gg per accettare la proposta, entro il 30 novembre per dire se il mutuo è stato accettato o meno e entro il 31 dicembre per la stipula del rogito.
    E' un tempo congruo alla media?

    EDIT:
    e tra l'accettazione del mutuo ( che spero avvenga prima del 30 novembre) e del rogito fare anche il preliminare dal notaio.
     
  18. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Rimane sempre una proposta poco appetibile per il venditore, ma all'inizio avevo scritto così, anche perchè eri stata poco dettagliata tu (rileggiti gli interventi).
     
  19. Stormed

    Stormed Membro Junior

    Privato Cittadino
    Senti, non sto qui per discutere con te. Mi sono riletta il primo post e per me si capisce.
    Altri lo hanno capito.

    Grazie a chi vorrà rispondere alla mie ultime domande al post #17.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina