1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Aelban

    Aelban Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buonasera a tutti,visto che le norme cambiano di comune in comune vorrei chiedervi come sono a Bologna relativamente ai cartelli,da quello che so si possono piazzare SOLO sul palazzo ove l'immobile e' in vendita e devono essere al massimo cm25 per cm 25 senza apporre marca da bollo,correggetemi se sbaglio.In giro ne vedo di ogni tipo...su lampioni cancelli pali o altri palazzi ,so che non sono legali e sanzionabili in quanto in effetti sono una lordura per il decoro della citta',insomma qual'e' il confine tra il lecito e l'illecito?
     
  2. DESIDERATAdomus

    DESIDERATAdomus Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Puoi metterli solo sullo stabile in vendita (sul portone, sulla recinzione esterna, sulla facciata insomma dove ti pare) e contando sulla tolleranza degli altri abitanti dello stabile oppure (meglio) facendoti rilasciare apposita autorizzazione dall'amministratore.
    Altri luoghi (legali) per attaccare cartelli non esistono a meno che non li metti tipo nelle bacheche dei supermercati o delle circoscrizioni di quartiere o robe simili.
    Tutti quelli che li mettono sono fuori legge e suscettibili di multa (la zona più battuta dai vigili in tal senso a Bologna mi risulta sia il quartiere Mazzini/Bellaria).
     
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In tal caso a pagamento...
     
  4. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per quanto riguarda il comune di Firenze a me è giunta questa voce da un collega.
    Non ho altri riscontri ma sembrerebbe ben circostanziata. In pratica, d'ora in poi :fico:, divieto assoluto di mettere cartelli ovunque e per chiunque. Solo le agenzie immobiliari che hanno vetrina su strada e che quindi pagano un'imposta comunale per la pubblicità, possono esporre il cartello sul portone (o sulla finestra dell'immobile) purchè rientri nella superficie a loro disposizione.
    Es: il comune ti concede 5 mq. per l'insegna + i cartelli in vetrina. Se in tutto arrivi a 4 mq., hai a disposizione un altro mq. per mettere cartelli a giro per la città (certo, non attaccati sui pali, alberi, o altre cose di proprietà comunale). Altrimenti: multe salate.
    Vi torna?
    Qualcuno ha mai sentito dire qualcosa del genere?
     
  5. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    No.
    I 5 metri quadrati sono per l'insegna+ cartelli in vetrina.
    Gratis sugli immobili in vendita con cartelli non superiori a 25 centimetri quadrati.
    A pagamento con il gestore della pubblicità nei luoghi indicati.
     
    A enrikon piace questo elemento.
  6. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Qui a Roma è semplicemente vietato mettere cartelli su pali, lampioni, alberi ecc. Pena multa di circa 500€ a cartello. Puoi metterli sull'edificio in cui si trova l'immobile in trattativa senza problemi, salvo tolleranza condominio.
     
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E l'insegna e la vetrina?
     
  8. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Si, paghi le imposte solite per la vetrina.
     
  9. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma sono esentate in tutta italia sino a 5 metri quadrati.
     
  10. Aelban

    Aelban Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie a tutti,ora e' tutto molto piu' chiaro
     
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    No, io ho avuto un negozio in un paese qui vicino e ho pagato l'imposta per la pubblicità per ben meno di 5 mq.
     
  12. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'art. 10 della legge 448/2001 ha introdotto il comma 1-bis all’art.17 del D.Lgs. n.507/1993 che appunto recita:
    Art. 10.
    (Modificazioni all’imposta sulle insegne di esercizio)
    1. Al capo I del decreto legislativo 15 novembre 1993, n. 507, recante disposizioni in materia di imposta comunale sulla pubblicità e di diritto sulle pubbliche affissioni, sono apportate le seguenti modificazioni: c) all’articolo 17, dopo il comma 1, è aggiunto il seguente: «1-bis. L’imposta non è dovuta per le insegne di esercizio di attività commerciali e di produzione di beni o servizi che contraddistinguono la sede ove si svolge l’attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a 5 metri quadrati. I comuni, con regolamento adottato ai sensi dell’articolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, possono prevedere l’esenzione dal pagamento dell’imposta per le insegne di esercizio anche di superficie complessiva superiore al limite di cui al periodo precedente»;
     
    A Cppensa piace questo elemento.
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E allora perchè facevano multe a chi non aveva pagato ?
     
  14. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Perchè, sicuramente, non hanno mai frequentato Immobilio.it.
     
    A enrikon piace questo elemento.
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Nemmeno io, ai tempi....
     
  16. Aelban

    Aelban Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    A Bologna per un periodo(Sindaco Cofferati) hanno elevato contravvenzioni a chiunque per tutto cio' che esulava dai 5 mq,avevano dei galoppini che giravano la citta' fotografando pubblicita' tipo "ricariche telefoniche" oppure zerbini con una marca di qualsiasi cosa o anche cartelli delle tabaccherie affissi sulla porta con scritto "lotto" o "si pagano bollette"oppure cartellini posticci sulle porte dei bar con scritto "bibite" o " panini" multando tutto il multabile a livello retroattivo di 3ANNI!(il REO doveva dimostrare che quelle pubblicita' gli anni precedenti non c'erano secondo l'onere della prova...hahahah fantastici),dopo una mezza sollevazione popolare il comune ha capito di avere esagerato con le pretese parassitarie e ha annullato tutto e la cosa e' morta li....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina