1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. silvio8

    silvio8 Membro Junior

    Privato Cittadino
    grazie....
     
  2. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Dipende da caso a caso...
    non vorrai mica una risposta secca su un argomento che abbraccia mezzo secolo di leggi, leggine, interpretazioni, cavilli e chi più ne ha più ne metta, no?:shock:
     
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    puoi spiegare un po meglio la situazione?
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    secca la domanda secca la risposta, quando il comune non ti accetta la sanatoria, e ti ordina la demolizione
     
  5. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Quando si tratta di interventi per i quali non è prevista nessuna possibilità di realizzo a norma...ad esempio gli immobili realizzati senza permesso di costruire in aree non edificabili sia al momento dell'abuso e sia al momento della vendita non potranno mai essere sanate (salvo condoni) e quindi risultano invendibili...serve sempre e comunque un tecnico che verifichi caso per caso, confrontando anche con le norme e i regolamenti del luogo.
     
  6. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non c'è nessuna correlazione tra sanabilità e commerciabilità: spesso immobili che hanno subito modifiche abusive non sanabili sono commerciabili.
     
  7. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Dici?...E la nullità degli atti in mancanza di conformità urbanistica e catastale non rende inalienabile un immobile che presenta abusi non sanabili?
    Come li "commerceresti"?
     
  8. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Gli atti son nulli solo in mancanza delle dichiarazioni previste dall'art. 40 o di dichiarazioni mendaci: la normativa non parla di nessuna conformità edilizia, ma solo di citare i permessi post 1967. Le sentenze hanno poi precisato che, nel caso di "variazioni essenziali" ai permessi citati post 1967, gli stessi sono annullabili e quindi la dichiarazione è mendace. Se la modifica non costituisce variazione essenziale ai sensi delle relative discipline edilizio-urbanistiche, l'atto è perfettamente valido, anche se la sanatoria non è possibile.
     
    A cafelab piace questo elemento.
  9. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Questo è interessante...e cosa si intende per variazione essenziale? Puoi fare un esempio di un caso concreto?
     
  10. silvio8

    silvio8 Membro Junior

    Privato Cittadino
    mata fai un esempio???
     
  11. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Dovete leggere le leggi urbanistiche delle varie regioni e, se non le hanno, il testo unico dell'edilizia del 2001, alla voce relativa "determinazione delle variazioni essenziali".
    Un esempio è quello di aver realizzato una modifica strutturale (chessò, un'apertura in un muro portante) senza aver ottenuto l'autorizzazione antisismica od il deposito, a seconda in che zona sismica si trova l'immobile.
     
  12. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    A prescindere che ci voglia un tecnico per barcamenarsi negli anfratti dell'urbanistica e, spesso, si perdono anche loro...questo che hai fatto è un esempio di variazione essenziale? E la realizzazione in mancanza di autorizzazione è sanabile? Perché se non lo fosse il notaio non ti stipula a meno che non si proceda al ripristino dei luoghi...se non gli presenti una planimetria catastale conforme allo stato di fatto, ovviamente con accatastamento in regola con gli strumenti urbanistici non stipula....a meno che: Art 34 [
    2-ter. Ai fini dell’applicazione del presente articolo, non si ha parziale difformità del titolo abilitativo in presenza di violazioni di altezza, distacchi, cubatura o superficie coperta che non eccedano per singola unità immobiliare il 2 per cento delle misure progettuali.(comma introdotto dall'art. 5, comma 2, lettera a), legge n. 106 del 2011)], e sempre con planimetria aggiornata...
    In tutti gli altri casi o si sana, se possibile, o si ripristina...così pretendono i notai....poi è chiaro che se le parti dichiarano che è tutto conforme e si assumono la responsabilità....ma sempre nullo è...
     
  13. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Esatto, l'esempio che ho fatto è una variazione essenziale, che rende nullo un permesso, come se fosse stato fatto in totale assenza
     
  14. d1ego

    d1ego Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Premesso che dovresti chiedere ad un notaio, secondo me, oltre evidentemente al caso in cui il Comune ha risposto negativamente alla domanda di concessione edilizia in sanatoria (perché è di quello che stiamo parlando, no?), c'è anche il caso che il Comune abbia risposto in maniera interlocutoria esplicitando la presenza di un vincolo (es. paesaggistico) che però potrebbe essere sollevato da un terzo ente.
    Finché c'è l'esplicitazione del vincolo senza neppure un minimo di domanda di revisione, l'immobile non è commerciabile.
     
  15. silvio8

    silvio8 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Troppo complicato per me...
     
  16. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La gente deve smettere di far gli abusi, tutto qui
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina