1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Io su queste cose mi incarto sempre :occhi_al_cielo: chiedo venia :confuso: veniamo al dunque:
    una signora affitta il proprio appartamento che ha acquistato con agevolazioni 1^ casa e dove mantiene ancora la residenza pur vivendo anch'essa in affitto a 300 km di distanza e in altra regione.
    Il conduttore potrà prendere la residenza in quell'appartamento?
    grazie a tutti
    Catia ;)
     
  2. prince1973

    prince1973 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
  3. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ciao, potrà prendere residenza ma risulterà ospite di chi già ha già la residenza, o convivente.
     
  4. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E' proprio questo il dilemma, e quello che immaginavo, la miglior cosa allora è che l'inquilino non prenda la residenza e lasci le utenze intestate al proprietario solo con l'onere di pagarle ... potrebbe essere una soluzione?
     
  5. prince1973

    prince1973 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare

    magari per l'inquilino è determinante prenderci la residenza...

    Io personalmente, da conduttore, ho avuto la residenza dove anche il proprietario (che aveva comprato l'immobile per investimento da mettere a reddito) ce l'aveva...
    Nessun problema. E le utenze sono rimaste intestate a lui.
     
  6. Oris

    Oris Ospite

    Le cose cambiano ai fini ISEE.

    Avere la residenza nello stesso posto, a quanto so, significa finire all'anagrafe sotto lo stesso "stato di famiglia" con conseguenze ai fini di tutti i calcoli ISEE.

    Uno stralcio:
     
  7. Seroli

    Seroli Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ponz,
    smettila di dire boiate :risata: ,
    ai fini ISEE non c'entra un tubo, lo vedi che c'è scritto "nello stesso Comune": non vuol dire che tutti gli abitanti di un Comune sono nel solito stato di famiglia. :disappunto:

    e poi vorrei sapere che ci fai qui, ieri sei stato eletto Super Consigliere Regionale per la Toscana dalla FIAIP, allooooraaaaaa vai a lavorare per noi!!!!!!!!!!!!!!! Forza, che ti pago a fare :risata:

    ovviamente scherzo
     
  8. Oris

    Oris Ospite

    MMM effettivament epotrebbe essere una boiata, nel senso che ci sono voci contrastanti su questo, io credo che si possano anche avere sdue stati di famiglia distinti anch econ uno stesso indirizzo... ma è bene chiedere all'ufficio anagrafe...

    Comunque leggendo nel sito dell'INPS, ho trovato ch enel 2001, il ministero dell'interno ha effettivamente precisato che:
     
  9. prince1973

    prince1973 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare

    si, certo... e mica apparivo nello stato di famiglia del proprietario... :D
     
  10. Oris

    Oris Ospite

    Eheh, guarda che di casi che hanno avuto problemi per questo ce ne sono stati (vedi circolare) andavo a memoria...

    Comunque visto che l'argomento l'ho introdotto, posto una fonte utile anch eoper questo:

    FONTE PER CRITERI CALCOLO ISEE


    e uno stralcio:
    Il che prova che ho detto una BOIATA :D
     
  11. Seroli

    Seroli Membro Senior

    Agente Immobiliare
    X Catia:
    si certo che puo' prendere la residenza anche l'inquilino, saranno 2 famiglie sotto lo stesso tetto, la comunicazione della Cessione di fabbraicato (antiterrorismo) la deve fare ugualmente.

    Ora, nessuno puo' dire nulla, ma ricordati 2 cose:
    1) se il proprietario ci vuole mantenere la residenza per continuare a scaricare gli interessi del mutuo, ok. Ma se la tiene li' per paura di perdere le agevolazioni prima casa, non importa. Infatti c'è un vuoto normativo nella legge quando dice che ci devo mettere la residenza entro 18 mesi pena la decadenza delle agevolazioni. Cioè dice che ci devo mettere la residenza, ma non per quanto tempo.... ;) . Quindi per questo aspetto la puo' ritogliere anche dopo 1 settimana dopo l'acquisto.....fin che ci sara' questo vuoto normativo.
    2) I problemi (ma non controllano mai) li puo' dare la ASL, perchè se io vado a dichiarare che nel mio bilocale ci abitano per ex una famiglia di inquilini (marito moglie e figlio) piu' io proprietario, la ASL dice:
    "dormono i 4 in una camera?" fammi andare a vedere.
    Pero' tranquilla, controllano solo i cinesi (a volte)....(non è uno scherzo).

    Quindi tranquilla, affitta.
     
  12. bruno80

    bruno80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    non per forza devi mettere la residenza nell'immobile acquistato come prima casa. Per non perdere le agevolazioni basta anche che tu abbia la residenza nel comune dove hai acquistato come prima casa, oltre ovviamente a non essere titolare neppure per quote o in comunione col coniuge di immobili acquistati come prima casa su tutto il territoio nazionale...
     
  13. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    X Seroli :E' proprio così il proprietario ci vuole mantenere la residenza per continuare a scaricare gli interessi del mutuo, hai centrato l'obiettivo. Comunque il proprietario è single e chi ci andrebbe ad abitare lo stesso quindi il problema di dormire in 4 in una camera non sussiste ... poi ce ne sono 2 di camere :risata: :risata:
    grazie 1000 a te e tutti gli altri ... a buon rendere :innamorato: :innamorato:
     
  14. casabella

    casabella Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Visto che siamo in argomento..... anche se non è questo il caso.

    La Cassazione rivede i criteri per l'agevolazione "prima casa"

    La Cassazione, con l’ordinanza numero 100/2010, depositata l’8 Gennaio 2010, ha stabilito che l’agevolazione “prima casa” può essere fruita anche da chi sia già proprietario, nello stesso Comune, di un altro alloggio non idoneo, per dimensioni e caratteristiche, a soddisfare i bisogni abitativi dell’acquirente. Con tale documento la Corte di Cassazione modifica la sua presa di posizione in materia, in quanto, a partire dal 1996, dottrina, prassi e giurisprudenza sono concordi nel ritenere che la titolarità di un’altra abitazione nello stesso Comune impedisce l’ottenimento dell’agevolazione “prima casa” in sede di un nuovo acquisto, per nulla rilevando l’idoneità della casa pre-posseduta a fungere da abitazione.

    Fonte: Il Sole 24 Ore

    Barbara :fico:
     
  15. bruno80

    bruno80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    complimenti barbara, ottima informazione! :ok:
     
  16. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Attenzione che la predetta ordinanza è già stata contestata "in punta di giurisprudenza" ... è il solito casino all'italiana, dove si dice tutto ed il contrario di tutto! :occhi_al_cielo:

    ;)
     
  17. casabella

    casabella Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie Bruno80, non sapevo però della contestazione riportata da Maurizio, :confuso:
    tienici aggiornati!!!

    Barbara :fico:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina