1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. lupo1961

    lupo1961 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Cari colleghi, vorrei sapere se ci sono delle normative specifiche o requisiti particolari da rispettare per adibire un immobile a studio medico. Grazie in anticipo :)
     
  2. gubossa

    gubossa Membro Junior

    Certificatore energetico
    In primis gli ambienti, derivati da cespiti in origine uffici o abitazione, devono avere un certificato di abitabilità che ne attesti la rispondenza a tutta una serie di requisiti essenziali (distribuzione dei vani e rispettive volumetrie, consistenza, dislocamento e funzionalità degli impianti;in tempi recenti alle verifiche da effettuarsi si sono aggiunte quelle relative alle nuove normative di sicurezza, antinfortunistica, abbattimento delle barriere architettoniche e risparmio idrico ed energetico,).
    Ciò premesso, l'art. 22 del DPR 484/96 ha dettato norme di carattere generale che qui riporto:
    Articolo 22
    Requisiti e apertura degli studi medici.
    1. Al fini dell'instaurazione e del mantenimento del rapporto convenzionale di assistenza primaria,oltre che ai fini della corresponsione del concorso alle spese per l'erogazione delle prestazioni del servizio cui all'art. 45, ciascun medico deve avere la disponibilità di uno studio professionale nel quale esercitare l'attività convenzionata. Lo studio del medico di medicina generale è uno studio privato ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 1° marzo 1961, n. 121, che, destinato in parte allo svolgimento di un pubblico servizio, deve possedere i requisiti previsti dai seguenti commi:
    2. Lo studio del medico convenzionato deve essere dotato degli arredi e delle attrezzature indispensabili per l'esercizio della professione, di sala d'attesa adeguatamente arredata, di servizi
    igienici, di illuminazione e aerazione idonea.
    3. Detti ambienti possono essere adibiti o esclusivamente ad uso di studio medico con destinazione specifica o anche essere inseriti in un appartamento di civile abitazione.
    4. Se lo studio, di cui al D.P.R. 1° marzo 1961, n. 121, è ubicato presso strutture adibite ad altre attività, lo stesso deve avere un ingresso indipendente e deve essere eliminata ogni comunicazione tra le due strutture.
    Bisogna però avere presente che le Regioni sono legittimate, dall'art. 43 della L. 833/78 sull’istituzione del SSN, a disciplinare le autorizzazioni e di vigilare la conformità delle istituzioni sanitarie private; quindi occorre indagare presso la propria regione per recuperare gli eventuali provvedimenti in merito.
     
    A marifior piace questo elemento.
  3. lupo1961

    lupo1961 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    grazie Gubossa ;)
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
  5. studio gottardi

    studio gottardi Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Bastimento hai postato due ottimi link, ricordo che essendo soggetto a normativa dedicata vi è l'obbligo di progetto dell'impianto elettrico a partire da una potenza di contratto di 1,5 kW.
    Per quanto riguarda la parte di sicurezza basta una segretaria per essere soggetti agli obblighi della 462 (verifiche periodiche eseguite dall'Arpa o dall'ASL o da un ente terzo) ma anche quelli previsti dagli art. 80-81-82-83-84-85-86 del DLgs 81/08
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina