1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. RunnerFire

    RunnerFire Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, ho chiesto al direttore della mia banca se potrei ottenere un mutuo dell'80% su 200000€ che a voce mi ha detto "non dovrebbero esserci problemi"..però adesso sono nella situazione che dovrei richiedere quasi il 90% su una cifra di 195000€ e parlando sempre con il direttore mi ha detto che possiamo provare a fare la richiestae vedere cosa ci dicono.
    Quindi Dovrò fare richiesta alla mia banca intesa per un mutuo 30 anni di 172000 su cifra d'acquisto di 195000... la rata dovrebbe aggirarsi sui 790 al mese! io e la mia fidanzata
    Siamo a tempo indeterminato; io da più di 10 anni e lei da piu di 5... io 30 anni e lei 28 e insieme raggiungiamo un netto di 1800 e non abbiamo figli. Inoltre paghiamo un mutuo da 5 anni con rata da 600 e non so se la banca tiene conto che abbiamo pagato sempre senza problemi! 5 anni fa quando abbiamo acceso questo mutuo il nostro netto era piu basso di 1800 e per averlo abbiami dovuto fare 40 anni tasso fisso su importo di 110000 che rientrava nell'80%. Ora dovremo vendere la nostra casa saldare questo mutuo ed accendere quello descritto sopra.Secondo voi quello che chiediamo adesso è troppo?
    dovremmo prendere in considerazione rent to buy per cercare da fare un mutuo che rientra nell'80%?
     
  2. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Mah..

    Intanto banca intesa e' uno dei pochi istituti, ad avere tra i suoi prodotti, uno che prevede il 95% di mutuo.

    Se il direttore non te l'ha proposto, probabile che l'entita' della tua richiesta, non sia prevista e quindi superi la facolta' di poter utilizzare questo prodotto.

    Posto che sara' la perizia sulla casa da acquistare, che potra' determinare il benestare della banca e quindi l'erogazione del finanziamento.

    La circostanza che per quella entita', sia difficile accedere ad una cosi' ampia parte di importo finanziato, dovrebbe indurvi ad avere una maggiore riflessione sull'opportunita' di indebitarvi come quanto esposto.

    Se gia' fare 150k di mutuo, oggigiorno non sia simpatico..

    Sicuri non si possa andare a spendere di meno?
     
    A CheCasa! e Umberto Granducato piace questo messaggio.
  3. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    :shock:Sarebbe proprio il caso che tutte le banche cominciassero a rifiutarsi di concedere finanziamenti a simili condizioni.
     
    A andrea b, Mil e eldic piace questo elemento.
  4. PaolCercaCasa

    PaolCercaCasa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Fatti bene i conti.
    La casa l'hai già venduta? Rispetto a 5anni fa sei consapevole che la vendi almeno al 10% in meno? del vecchio mutuo quanto residuo hai? Che fai compri prima di vendere? E le agevolazioni prima casa?
    In bocca al lupo.
     
  5. RunnerFire

    RunnerFire Membro Junior

    Privato Cittadino
    Stiamo vendendo la casa, sappiamo che possiamo venderla a un tot imposto dal mercaro, del vechio mutuo dobbiamo saldare 105000 e dalla nostra casa pensiamo di prendere tra u 130000 e i 135000. In più abbiamo dei soldi da parte quindi arriveremo ad un budget di 40000€ a diaposizione. Chiaramente vendiamo prima di acquistare ed acquistiamo come prima casa. Ieri ho parlato con un agenzia che mi ha messo in difficoltà. .. dicendomi che loro conoscendo il costruttore potrebbero fargli accettare una proposta subordinata alla vendita del mio ed alla richiesta di mutuo a delle cindizioni! Le condizioni sono che prendono il mio appartamento in vendita ad una cifra di 130000 chiedendomi la provvigione del 3% e mi fanno avere loro il mutuo tramute credem o altre 2 banche che non ricordo il nome. Quindi lori dicono una volta dati loro l'incarico per vendere il mio e avuti la sicurezza del mutuo vanno dal costruttore con i documenti in mano e fanno questa proposta che è di 185000€ . E mi hanno detto che dopo un tot di anni il cosrruttore può decidere di non farmi pagare IVA del 4% su cifra totale d'acquisto ma l'imposta di registro, e cercheranno farla accettare. Sono indeciso se avviare l'operazione o no....
     
  6. PaolCercaCasa

    PaolCercaCasa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    cioè la tua casa l'hai pagata circa 140.000 nel 2010 euro e pensi di farcene 130.000 oggi?

    Prima vogliono il mandato a vendere e poi vanno a fare la proposta?

    Ho delle perplessità, se son così sicuri di fargliela accettare fai mettere una condizione sospensiva sul mandato del tipo " ti faccio vendere la mia casa se la proposta di acquisto viene accettata "

    Un venditore che accetta doppia sospensiva (mutuo e vendita casa) o non ha fretta di vendere o ha trovato chi gli da un sacco di soldi,

    Io sapevo che credem concedesse mutui al di sopra dell'80% in sinergia con una finanziaria (credem creacasa) a costi complessivi molto alti (assicurazioni e altro) stai attento.

    Di nuovo in bocca al lupo.
     
  7. PaolCercaCasa

    PaolCercaCasa Membro Attivo

    Privato Cittadino
  8. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Mi sembra proprio che quanto stabilito nella bozza del Comitato di Basilea rappresenti delle proposte molto equilibrate assolutamente da non disattendere ed al contrario da prendere in seria considerazione.
     
  9. RunnerFire

    RunnerFire Membro Junior

    Privato Cittadino
    Per fortuna siamo in una zona di milano dove il mercato è sceso ma non di tanto, qui a fianco hanno venduto da poco un appaetamenro uguale al mio a 135000... quindi io tengo conto 130000... comunque il discorso è questo, con l'agenzia farò il discorso che prima voglio vedere a che condizioni mi danno il mutuo e poi posso avviare tutto il procedimento, però mi voglio mettere in una botte di ferro in modo da vincolare tutto al buon esito di tutto. Quindi io parlerò domani con l'agenzia e poi vi terrò aggiornari perché sicuramente mi fido più dei vostri pareri che di quelli dell'agenzia.
     
  10. RunnerFire

    RunnerFire Membro Junior

    Privato Cittadino
    Comunque il discorso che loro vogliono prendere subito in vendita la mia casa, mi hanno detto se tu ci dai la tua casa in vendita a 130000 e facciamo un preventivo fattibile di mutuo, noi andiamo dal costruttore con in mano la vendita della tua casa ad una cifra vendibile in pochi mesi e con la fattibilità del mutuo ed è un altra storia fariela accettare
     
  11. PaolCercaCasa

    PaolCercaCasa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    tu gli dai la casa,
    loro fanno la proposta,
    il venditore non accetta,
    tu sei vincolato.
    Chi comunque ci guadagna è l'agenzia: ha acquisito un'altra casa da vendere, con provvigione al 3% che di questi tempi ai venditori neanche chiedono ....
    e attento alle penali sul mandato di vendita ...
     
    A Seya piace questo elemento.
  12. RunnerFire

    RunnerFire Membro Junior

    Privato Cittadino
    Come penale gli ho gia accennato che se si fa la cosa si mette 1%. Però vorrei sapere a questo punto cosa mi consigliate di fare. Io attualmente sto vendendo la casa da privato. Però quella soluzione di avere una chance nel bloccare quella casa che vorrei comprare mi intriga. come mi dovrei muovere? Se continuo nella vendita da privato potrei perdere quell'appartamento che vorrei comprare, quindi non so come mi dovrei organizzare con questa agenzia! Insomma che condizioni dettare?
     
  13. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    non dovete "pensare"; prima incassate, dopo fate i conti.
     
    A Mil, andrea b, eldic e 1 altro utente piace questo messaggio.
  14. RunnerFire

    RunnerFire Membro Junior

    Privato Cittadino
    Si lo so, è proprio per questo che una proposta vincolata alla vendita del nostro ad una minima cifra ci faceva comodo e ci faceva sentire più sicuri.
     
  15. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    comunque mi sembra che il problema per chiedere quell'importo di mutuo sia piu il reddito che la % sul valore...
     
  16. RunnerFire

    RunnerFire Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ok, allora teniamo conto che rinuncio a quell'appartamento e punto su un altro che potrei acquistare a 170000 richiedendo sempre un mutuo al 90 % che è di 153000 in cui verrebbe una rata poco più superiore di 700 euro. . Si questo cosa ne pensate?
     
  17. Agenzia Castello

    Agenzia Castello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se il reddito netto è di 1800 complessivo la vedo un po' tirata come operazione in quanto andreste a chiedere un finanziamento con rapporto rata/reddito elevato nel senso che siamo quasi al 40% del reddito comunque potrebbe essere che ve lo passano, il mutuo visto la rata credo sia a tasso fisso altrimenti quando salirà l'euribor la rata andrà su un bel po'.
    Le banche che erogano sopra l'80% di solito chiedono delle assicurazioni obbligatorie abbastanza costose da pagarsi subito quindi valutate anche questo nell'economia generale dell'operazione.
     
    A Seya e gmp piace questo messaggio.
  18. Andrea Russo

    Andrea Russo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Mi sembra che questa situazione sia facilmente e vantaggiosamente risolvibile con la metodologia Rent to Buy, grazie alla quale puoi ottenere i seguenti risultati:
    - abbassare notevolmente l'importo del mutuo richiesto al termine del programma Rent to Buy, rientrando così nella soglia della fondiarietà (80%) ed evitando un pesante aggravio di costi in termini di maggiori interessi ed assicurazioni;
    - avere più tempo e maggior serenità per alienare l'immobile in cui attualmente vivi, che magari, liberandolo e ritinteggiandolo, riesci a vendere meglio e con un miglior ricavo;
    - sfruttare, durante il programma Rent to Buy, la leva finanziaria offerta dal venditore, al quale riconoscerai, sotto forma di affitto agevolato, degli interessi decisamente inferiori a quelli che pagheresti alla banca accendendo subito il mutuo.
     
  19. Agenzia Castello

    Agenzia Castello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se chi vende accetta logicamente, io per ora rent to buy neanche uno, gli impresari vogliono i soldi perchè le banche li pressano per chiudere i mutui in essere, il privato nel 95% dei casi vende la casa dove abita per comprarne un'altra quindi non può utilizzare questa formula, diverso se è un appartamento vuoto e il proprietario è disponibile potrebbe essere una buona alternativa, il rent to buy prevede comunque un versamento iniziale che in questo caso ci potrebbe essere, l'unica cosa se vende casa da quel che ho capito acquistata 5 anni fa come prima casa e riacquista come prima casa passato l'anno non porta in detrazione le imposte pagate sulla precedente casa perchè ha un anno di tempo da quando vende farlo.
     
  20. Andrea Russo

    Andrea Russo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Conta molto la comunicazione: se un costruttore porta in banca un preliminare Rent to Buy trascritto la banca è felice ed allenta la tensione, dal momento che vede frazionato il suo rischio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina