1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. antinoo

    antinoo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ho preso in affitto un appartamento con contratto 4+4. ho scoperto un problema molto ben celato che mi addurrebbe a ricorrere all'articolo 1578 del codice civile, che mi presenterebbe due opzioni: la rescissione del contratto o la richiesta di riduzione del corrispettivo mensile.optando per questa seconda scelta, a quale percentuale di riduzione avrei diritto?
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mi sembra una domanda molto, troppo generica.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  3. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Non so di che problema si tratti, ma in generale ti dico che è bene preliminarmente discernere - con riferimento al problema molto ben celato – se si tratti di rimediare a guasti, a fronte dei quali è richiesta la semplice manutenzione (e, quindi, a seconda del regolamento previsto dalle parti o – in assenza di questo – di quello legale), oppure di rimediare a vizi o difetti esistenti già all’epoca della stipula del contratto, e dal conduttore non conosciuti o non da lui facilmente riconoscibili, o sopravvenuti, in quanto tali estranei alle disposizioni contrattuali relative alla manutenzione e assoggettabili al combinato disposto degli articoli 1578 e 1581 del codice civile che consente al conduttore di adire l’autorità giudiziaria al fine di richiedere una riduzione del canone proporzionata all’entità e alla natura dei vizio verificatosi e al disagio subito.

    E’ però evidente che il mezzo che il nostro legislatore offre al conduttore per riequilibrare le sorti del contratto può trovare applicazione unicamente nel caso in cui il vizio vada ad incidere solo parzialmente sul godimento del bene locato, senza però precluderlo interamente, perché in quest’ultimo caso, in presenza, al momento della stipula del contratto, di una impossibilità dell’immobile locato a servire neppure in misura ridotta all’uso pattuito, il contratto è assolutamente nullo, mentre se sopraggiunge nel corso del rapporto, costituisce causa di risoluzione del contratto per sopravvenuta impossibilità della prestazione.
     
  4. antinoo

    antinoo Membro Junior

    Privato Cittadino
    dopo tanta ricerca, ho trovato un appartamento che esprimesse un buon compromesso, tra posizione ideale, comodità abitativa e dei vari servizi e, osservando i PREZZI LIBERI degli affitti a roma, relativamente conveniente. volevo una casa all'ultimo piano, con un terrazzo per i miei cani, non necessariamente grande, essendo solo. quella che ho scelto è di circa 50 metri quadrati, 2 camere + servizi. la camera più importante della casa è stata ricavata dalla chiusura a vetri di una metà del terrazzo esistente. è stata il motivo della mia scelta, per l'enorme quantità di luce che mi ha colpito, quando sono stato accompagnato a vederla la prima volta. il palazzo è degli anni 50 e la casa è rimasta praticamente la stessa di allora. il problema, che avrei potuto scoprire solo vivendo la casa è la spaventosa escursione termica che vivo, avendo deputato la veranda a camera da letto, essendo la più grande. ho riscontrato -5° nelle notti di neve dello scorso inverno e 30\35° con il sole a mezzogiorno. facendo un sopralluogo, ho scoperto che il tetto della stanza è costituito da lamierino coibentato e che, sopra un normale controsoffitto in cartongesso, non c'è la soletta in laterizio. in pratica vivo quasi all'aperto. onestamente è un problema facilmente risolvibile, anche soltanto lavorando dall'interno ma, secondo me, la casa non rientra più nei parametri di vivibilità che mi sono stati offerti all'inizio. vorrei evitare di affrontare una rescissione di contratto, anche per non ricominciare da capo con il trasloco ma credo di essere nel pieno diritto di chiedere una rinegoziazione del contratto di locazione
     
  5. antinoo

    antinoo Membro Junior

    Privato Cittadino
    adesso che ho esposto la mia situazione, speravo che qualcuno mi aiutasse a trovare una risposta alla mia domanda iniziale. sono in diritto di chiedere una riduzione del corrispettivo, come prevede l'articolo 1578 del codice civile?
     
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ti dirò che, più che una riduzione del corrispettivo, io chiederei alla proprietà un intervento di manutenzione straordinaria per portare l'immobile in regola.

    Non vorrei infatti che questo intervento di costruzione della veranda sia abusivo e quindi denunciabile.

    Sai qualcosa in merito ?
     
  7. antinoo

    antinoo Membro Junior

    Privato Cittadino
    sono almeno trent'anni che la casa viene affittata, almeno per quanto mi riguarda con regolare contratto registrato, stipulato davanti ad agenti immobiliari che, credo, dovrebbero dare garanzia di quanto offrono
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dubito che un agente immobiliare vada a vedere come è stata costruita la veranda, visto che anche tu hai dovuto fare un sondaggio per scoprirlo e, per ora, nemmeno gli AI sono dotati di raggio laser.

    Io se fossi in te indagherei.
     
  9. antinoo

    antinoo Membro Junior

    Privato Cittadino
    mi sono chiesto, dato che l'agenzia immobiliare che mi ha stipulato il contratto è sempre la stessa da anni per la proprietà, se nessuno degli inquilini precedenti si sia mai lamentato della situazione praticamente insostenibile. nel periodo di neve dello scorso inverno, l'acqua nella bottiglia sul comodino aveva il ghiaccio
     
  10. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Può darsi che , semplicemente, se ne siano andati.
     
  11. antinoo

    antinoo Membro Junior

    Privato Cittadino
    io, come ho già detto, mi trovo bene per tanti motivi, in questa casa. ma per motivi gravi, che influiscono sul mio stato d'animo e sulla mia salute, devo trovare una soluzione. mi serve una consulenza legale, per arrivare a definire la cosa
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Prova ad andare al SUNIA, sindacato inquilini, e vedi loro cosa ti consigliano
     
  13. STUDIOMINUCCI

    STUDIOMINUCCI Membro Assiduo

    Amministratore di Condominio
    Ovviamente associandomi al consiglio di consultare una associazione inquilini con carte alla mano, in base a quel che leggo qui direi questo :
    1) non direi che le performances termiche di una veranda possano propriamente considerarsi "vizio occolto", nel senso che ...basta la comune esperienza alla portata dei più per immaginare (o addirittura verificare all'istante, in qualunque stagione dell'anno) quali siano le immaginabili conseguenze di allestimenti realizzati con criteri di coibentazione X piuttosto che Y; ma, soprattutto
    2) mi pare di capire che sia stato tu, atttratto dalla luminosità della veranda, ad adibirla a stanza da letto; se i tuoi predecessori la adibirono a stanza di sgombero , per esempio, oppure a stanza hobbies.... è anche probabile che nessuno abbia mai lamentato nulla...semplicemente perchè sapeva che era una veranda senza particolari accorgimenti di coibentazione e ci ha fatto quel che per logica comune di fa con un ambiente con queste caratteristiche. Senza rintracciare nel contratto alcuna frode di alcuno....

    Perdona la voluta iperbole del paragone, ma : se io decido di andare a dormire in terrazza oppure in soffitta ...perchè solo da questi luoghi mi sveglio con un panorama imperdibile....embè....non è che posso accusare il proprietario o l'agente immobiliare per non avermi avvisato che sarei morto di freddo d'inverno o di caldo d'estate. O che possa costringerli a mettermi il riscaldameto il soffitta o costruirmi un bungalow ipercoibentato nel punto della terrazza che dico io. Ti pare?
     
  14. antinoo

    antinoo Membro Junior

    Privato Cittadino
    perdonami ma mi permetto di dissentire. la veranda E' la casa. non c'è molto da scegliere.anche se l'altra stanzetta sarebbe più isolata termicamente, perchè inglobata nel palazzo, è troppo piccola per qualsiasi uso.non arriva a 10 metri quadrati. e c'è anche un'altra cosa: sopra la stanzetta c'è la stanza del motore dell'ascensore, per cui ti lascio immaginare, giorno e notte, come ci si possa dormire. originariamente, senza la veranda ottenuta dalla chiusura della terrazza, la casa era ridicola.credo che i proprietari, proprio per renderla ABITAZIONE, abbiano aggiunto l'altra stanza.in ogni caso, poi, anche adesso, la casa è per una persona sola, perchè, aggiungendo un letto matrimoniale, un eventuale figlio dovrebbe dormire in corridoio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina