1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Ezequiel

    Ezequiel Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Gentili signori,eccomi di nuovo a chiedere il Vostro parere,riguardo al seguente caso:Da alcuni anni ho locato un appartamento ad una famiglia di extracomunitari(padre,madre,due bambini di 4 e 11 anni) residenti in Italia da circa vent'anni,estremamente corretti e onesti....Ora,per colpa della crisi,prima la moglie e ultimamente il marito,hanno perso il lavoro,ed io vorrei tanto aiutarli,in attesa di tempi migliori,quindi il quesito è: Posso legalmente ridurre il canone di affitto,senza fare un nuovo contratto?Anche perchè,sinceramente mi ripugna dover iniziare una procedura di sfratto per (eventuale)morosità. Grazie per i consigli che vorrete darmi.Cordialità
     
    A Riky1979 piace questo elemento.
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    le sole variazioni del canone non sono di per sé indice di una novazione di un rapporto di locazione, trattandosi di modificazioni accessorie della correlativa obbligazione".

    Deve escludersi, quindi, che l'accordo di riduzione debba obbligatoriamente essere comunicato all'Amministrazione finanziaria; e ciò anche alla stregua dell' art. 19 T.U. registro, che impone di denunciare, entro 30 giorni dal loro verificarsi, gli "... eventi... che diano luogo a ulteriore liquidazione di imposta", quali quelli che comportano l'aumento del canone che, implicando un aumento della base imponibile, determinano la liquidazione di una maggiore imposta. Ciò non toglie che si possa chiedere la registrazione volontaria: è, infatti, interesse delle parti e risponde a finalità probatorie attribuire certezza e computabilità all'accordo, posto che la diminuzione del canone determina la riduzione della base imponibile, ai fini del registro, dell'IVA e delle imposte sui redditi. La registrazione della scrittura privata tra locatore e conduttore, poi, sconta l'imposta di bollo fin dall'origine (14,60 euro per ogni foglio).e con il versamento dell'imposta di 67 euro, entro 30 giorni dall'evento
     
  3. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    Esequiel mi inchino alla tua signorilitá
     
    A Tobia piace questo elemento.
  4. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E' veramente raro trovare una persona come lui, comunque esistono.
     
  5. Riky1979

    Riky1979 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Un dubbio mi viene dal fatto che si parla solo di aumento e non di riduzione; ma si potrebbe ragionare per assurdo ed intendere che vi è stato un aumento ma con segno negativo che comporta quindi una riduzione dell'imponibile e quindi ricondursi all'Art19 con i 30giorni.

    Magari potresti rivolgerti anche ad un patronato o sindacato per capire come agire e spererei visto il gesto che ti diano tutto l'aiuto possibili senza pretendere nulla indietro.
     
  6. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    a me sembra tutto chiaro
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Mi sono trovato in una situazione simile: la procedura corretta è quella indicata da topcasa: devo anche dire che l'Ag. Entrate ... subdolamente mi ricordava che questa registrazione non è obbligatoria, salvo poi ammettere con un sorrisino beffardo che se non la fai... nella dichiarazione IRPEF loro continueranno a pretendere il canone originario...:rabbia:


    Mi associo : mi permetto però di fare una ulteriore considerazione.
    Di questi tempi purtroppo si legge sui giornali di casi pietosi dove lo sfortunato di turno si toglie la vita per aver ricevuto sfratto per morosità da qualche bieco proprietario di casa. Peccato non si dica che il proprietario è costretto a dichiarare come reddito, anche i canoni non percepiti, almeno fino a quando il giudice non convalida lo sfratto: con questa crisi forse sarebbe auspicabile un provvedimento per l'inversione dell'onere della prova: ad esempio mediante deposito all'AdE di una dichiarazione del locatore. Convertire il contratto di locazione in quello di comodato d'uso gratuito avrebbe sull'immediato l'effetto di azzerare l'imposizione fiscale sul mancato reddito, ma pregiudicherebbe definitivamente il recupero di eventuali crediti.
     
  8. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Si purtroppo, lo stato sociale ti condanna, ma il vero stato ladrone ti obbliga a fargli sfratto per portare in detrazione quello che non hai percepito.
     
  9. Ezequiel

    Ezequiel Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti per i preziosi consigli e per i lusinghieri apprezzamenti.
     
    A topcasa piace questo elemento.
  10. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Grazie a te per averci dato modo di esprimerli
     
  11. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    :shock:
    Anche a me rifiutarono la registrazione di una scrittura privata in cui le due parti concordavano una riduzione del canone di affitto.... però nessuno mi accennò al discorso dell' IRPEF.
    Che assurdità.
     
  12. Riky1979

    Riky1979 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mi piacerebbe sapere a che pro non dicano le cose o facciano impazzire i cittadini, la cosa rimane interessante anche perchè al momento è utile sapere come procedere per ridurre i canoni di affitto.
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Questa mi sembra violazione di atti d'ufficio: la AdE non dimentichiamo che ha ereditato la vecchia funzione di Ufficio del Registro: quando sento certe risposte mi si alza la pressione.


    Eccoti accontentato: perchè è un evento che porta ad una giustificata riduzione delle entrate....loro!! (oltre che nostre): e dà la misura di come i cittadini vengano tuttora considerati sudditi da certi funzionari.


    Se sei interessato, sappi che la AdE ha emesso una risoluzione esplicativa al riguardo: la 60/E del 28/06/2010 che mi sembra più che esaustiva.
     
  14. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Mi correggo: non è che me la rifiutarono, però mi dissero che non era necessario registrarla. È ovvio che se devo scegliere fra pagare 100 euro (fra imposta e bolli) o nulla, scelgo nulla. Però mi devi avvertire che poi sono costretto a pagare le tasse sulla vecchia cifra. Adesso - se è vero quello che dici - ho messo nei pasticci un proprietario perchè la cosa è successa un paio di anni fa e lui, nella dichiarazione dei redditi, avrà sicuramente indicato il canone effettivamente percepito :rabbia:
     
  15. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non penso sia un problema specialmente se ha ricevuto dei bonifici di pari importo.
     
    A enrikon piace questo elemento.
  16. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Infatti.... spero anch'io.
     
  17. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il problema di eventuale accertamento sta proprio su questo, ovvero dimostrare di avere incassato quanto dichiarato, quindi basta premunirsi.
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Si, meglio premunirsi, come la risoluzione insegna.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina