1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. 4nt0ni0

    4nt0ni0 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao,

    c'era già un topic simile, ma è muerto...

    da buon pirla, mi sto informando di cosa e come eseguire dei lavori, dopo l'acquisto.
    Devo eseguire i seguenti interventi, in appartamento in comune di Udine:
    • abbattimento tramezz(ino) non portante fra cucina e soggiorno
    • chiusura porta
    • ripiastrellatura cucina
    • rifacimento/modifica impianto elettrico, anche se dichiarato a norma
    • controsoffitto in c.g. per l'impianto
    • aggiornamento catastale alla fine
    ho cercato tre preventivi da società che fanno ristrutturazioni chiavi in mano, non potendo fare nulla da me per mancanza di tempo.
    Ci sono diverse cose che non mi sono chiare, prima fra tutte cosa posso "portare" in detrazione.
    Sull'impianto elettrico, l'ADE scrive di si, ma solo se rientra in una manutenzione straordinaria. Ho capito bene? E tutto il resto?
    Poi, ho dedotto che se per richiedere la detrazione, deve trattarsi di manut. straordinaria, allora devo fare comunicazione (asseverata?) al comune per intervento in edilizia libera.
    Dovendo fare tale comunicazione, ed essendoci più di un essere vivente (che lavori o meno, che sia autonomo o impresa, a sto punto poco cambia) si innesca l'obbligo di coordinamento sicurezza, piani di volo, controllo missione, etc...

    in sostanza,
    12000€ tot lavori preventivati, senza IVA
    +10% IVA
    =13200€
    +600€ coordinamento sicurezza by NASA (stima onesta a dire di persona che lo faceva fino ad un paio di anni fà)
    =13800€
    +1000€ perchè è venuto fuori che l'imprevisto imprevedibile, impossibile è capitato
    =15000€ (vado 5000 oltre soglia sonno tranquillo)
    -36% - in 10 ere geologiche
    =9600€
    +500 accatastamento (me lo fa un amico e magari mi fa uno sconto, ma non mi pare nemmeno giusto tirare troppo)
    =10k€

    ho sparato cavolate?
    aggiungere 1000€ di psicologo per cercare di calcolare l'isee e non prendere una ceppa dalla regione.

    depressione...
     
  2. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Le detrazioni sono del 50%, le spese di variazione catastale sono comprese nelle detrazioni e comunque i soldi li tiri fuori tutti adesso. Tra dieci anni potrai dire di aver recuperato 7.750 € dalle spese. Di questi tempi meglio di nulla
     
    A mata piace questo elemento.
  3. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Certo, è una manutenzione straordinaria, puoi portare in detrazione tutte le spese, comprese quelle professionali, e anche quelle sostenute prima di depositare la pratica in comune.

    Visto che devi assumere un tecnico
    (nella "lista della spesa" mancano le voci CILA, Direzione Lavori e reversali in Comune)
    tanto vale che gli fai fare un computo metrico e un capitolato e su quello ti fai fare l'offerta dalla imprese.

    NB
    l'IVA per i servizi professionali è al 22%

    preventivo a corpo? Inaffidabile, vedrai che col computo metrico risparmi parecchi soldi.

    più che onesto, regalato.

    1000 euro di extra nell'ottica di una impresa non sono nulla, il professionista servirà, tra le altre cose a non far lievitare troppo la cifra

    50%

    il Docfa è una pratichetta banalissima, riesci a trovare a meno.

    basta un CAF

    Se ti deprime non farlo, con quei soldi puoi sempre andarci in crociera
     
    A Bagudi, Bruno Sulis e ab.qualcosa piace questo elemento.
  4. 4nt0ni0

    4nt0ni0 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Posso sempre non farlo, certo, ma dopo la crociera dove vado?

    Sulle cila eccetera, si, le ho dimenticate cavolo...

    Mi sta leggermente passando la voglia...
     
  5. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Oltre al 22% di IVA c'è anche la cassa di previdenza sulla fattura:4 o 5% a seconda che sia INARCASSA o GEOM.. Ma la COSA PIU' IMPORTANTE: hai verificato che tu possa demolire il tramezzo? Si rispettano i requisiti igienico-sanitari di superfici minime ed aeroilluminanti?
     
  6. 4nt0ni0

    4nt0ni0 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Che domande....
    Certo che no!
    Bene. Basta che sto dando una brutta piega alla discussione.
    Ripartirò con ordine, dai.
     
  7. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Considera questo suggerimento di Cafelab...
     
  8. 4nt0ni0

    4nt0ni0 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Diciamo che proprio per il principio secondo cui è bene confrontare mele con mele, nel richiedere le offerte ero stato abbastanza preciso, con qualche disegno e schema.
    Poi non so come sia un computo metrico, ma l'intenzione c'era. Sennò effettivamente è dura valutare.
     
  9. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Un computo metrico estimativo è una tabella con l'elenco di tutte le lavorazioni tratte da un prezziario ufficiale, DEI, regionale, comunale o simili
    Ad ogni voce corrisponde:
    - un codice univoco
    - la descrizione esatta della lavorazione prevista
    - il prezzo a mq, ml, kg ecc stabilito nel prezziario
    - i mq effettivi misurati dal tecnico
    - l'importo totale

    Il computo si redige e si invia alle imprese senza prezzi, in questa maniera le imprese sanno con precisione quello che c'è da fare e possono fare un'offerta senza doversi tenere larghi per rientrare nelle probabili incertezze del committente
     
    A Bastimento, Bagudi e Bruno Sulis piace questo elemento.
  10. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Corretto. Ma mi sono trovato in situazioni simili, e la valutazione del preventivo non è stata così automatica: questo perchè spesso i preziari sono riferiti a lavori pubblici, o a lavori di dimensioni quantitative considerevoli, che poco hanno a che vedere con semplici ristrutturazioni di un appartamento.
    Non è facile trovare l'impresa che accetti quei parametri applicati a piccole entità.
    O sbaglio?
     
    A mata piace questo elemento.
  11. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Certo, i prezziari sono un pò bassi, ma molte imprese accettano di lavoraci comunque, dipende anche dall'entità dei lavori, il rifacimento integrale di una casa è piuttosto dispendioso prezzi bassi o meno
    Poi di solito inserisci quache voce compensativa, tipo "assistenza muraria" che riconosce qualche migliaio di euro in più all'impresa e qualche "nuovo prezzo" devi sempre farlo
     
    A Mil piace questo elemento.
  12. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Io diffido sempre dei prezzari regionali. Dai noi in Sardegna ad esempio molte voci hanno dei prezzi decisamente più alti di quelli di mercato, soprattutto per piccoli lavori di edilizia civile, preferisco utilizzare dei prezzari che costruisco di volta in volta. in alcuni casi le opere vanno valutate in economia poiché la manodopera prevale su materiali e noli e non è conveniente (per l'impresa) una valutazione a misura. Certo il rischio è maggiore, ma non ho trovato soluzioni migliori: se l'impresa è seria e fa correttamente il suo lavoro è il modo più giusto di compensare le opere.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina