1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. faustina

    faustina Membro Junior

    Privato Cittadino
    secondo la legge sui canoni concordati è possibile rivalersi suul'inquilino in caso di tassazione maggiorata-IMU-IRPEF,ma solo a tre mesi dalla nuova tassazione.
    necessito di sapere come fare ad applicare questa legge.
    si deve inviare una raccomandata all'inquilino?
    bisogna fare un nuovo contratto?
    o un'integrazione?
    e se l'inquilino non accetta?si può risolvere il contratto?
    in che misura si può aumentare l'affitto?
    grazie
     
  2. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Scusa mi potresti citare il paragrafo della 431/98 che afferma quello che hai riportato?
     
  3. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Ciao Limpida! :) Il riferimento normativo a cui si riferisce faustina, probabilmente, è il Decreto Ministero Infrastrutture e Trasporti del 30 dicembre 2002. Tale decreto – per i soli contratti agevolati - all'articolo 6 - recita: “In caso di variazione dell’imposizione fiscale gravante sull’unità immobiliare locata, in più o in meno, rispetto a quella in atto al momento della stipula del contratto, la parte interessata può adire la Commissione di Conciliazione, di cui al presente articolo, la quale determina, nel termine perentorio di 90 giorni , il nuovo canone da corrispondere".

    e - all'allegato B 20 - “La richiesta di intervento della Commissione non determina la sospensione delle obbligazioni contrattuali.”

    In sostanza, si stabilisce che in caso di variazione di tassazione sull’immobile locato, il proprietario (ma anche il conduttore – se la nuova imposizione fiscale fosse per lui vantaggiosa) possa interpellare la Commissione di Conciliazione per vedersi riconosciuto – nel termine di 90 giorni - un corrispondente riadeguamento del canone di locazione.

    Norma recepita, in genere, dalle organizzazioni locali di categoria che, negli accordi territoriali, prevedono che i contratti agevolati possano formare oggetto di revisione anche prima della loro naturale scadenza qualora:
    - il Comune deliberi nuove aliquote ICI per l’affitto contrattato negli accordi locali;
    - siano modificate le normative fiscali previste agli articoli 8 e 10, legge 431/98 e delle altre normative attualmente vigenti;
    - siano intervenute consistenti variazioni delle condizioni di mercato locale degli affitti.

    Strada in salita, a mio avviso, e difficilmente percorribile – considerato il momento contingente – anche sulla base del fatto che codeste Commissioni di Conciliazione, nei comuni ad alta tensione abitativa, non mi risulta siano mai state istituite. :sorrisone::occhi_al_cielo:
     
    A Bastimento e Antonello piace questo messaggio.
  4. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Grazie Penny!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina