• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Mattia93

Membro Junior
Professionista
Salve, sono in procinto di chiudere una trattativa ma dai documenti in mio possesso ho visto che sul fabbricato c'è una concessione novantanovennale, l'attuale proprietario ha effettuato il versamento per il riscatto ma non ha mai fatto l'atto al comune. Ora che deve vendere chi deve fare richiesta e il relativo pagamento dell'atto??? L'attuale proprietario o l'acquirente?
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Ciao, anche io ho un box in concessione novantennale (ho il diritto di superficie fino al 9 Gennaio 2099), mentre il comune di Roma detiene il diritto di area; nel mio caso non ho ancora fatto alcun versamento per il riscatto sebbene abbia chiesto al comune di Roma di poterlo fare, senza però ottenere alcuna risposta.

Siccome questo tizio deve vendere, ci sono due possibilità:

- Attendi che il venditore faccia richiesta al comune, il quale gli faccia stipulare l'atto;
- Comperi il diritto di superficie, però attenzione, serve il benestare del Comune. Ad esempio nel caso del mio box in diritto di superficie, c'è scritto nel rogito con cui ho acquistato, che bisogna rivolgersi all'ufficio extradipartimentale parcheggi del comune di Roma, il quale - se non risponde entro 60 giorni - s'intende dia il benestare alla vendita, a patto che il box venga messo come pertinenza di un'altra abitazione.
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Capito, ma il pagamento dell'atto da chi deve essere corrisposto??
Come già detto da Francesca, SE IL VENDITORE VUOLE VENDERE LA PIENA PROPRIETA', dovrà (il venditore) pagare l'atto notarile di acquisizione del diritto di area, in modo tale che il suo diritto di superficie, sommato al diritto di area che EGLI ACQUISIRA' PAGANDO SIA IL DIRITTO DI AREA CHE IL RELATIVO ATTO NOTARILE, restituiscano come somma IL DIRITTO DI PROPRIETA' CHE VENDERA' A ATE.

Vale l'uguaglianza:

DIRITTO DI SUPERFICIE + DIRITTO DI AREA = DIRITTO DI PROPRIETA'

Il venditore in questo momento ha solo il diritto di superficie novantennale.

Deve comprare dall'ENTE il diritto di Area, pagando tale diritto e pagando il notaio per fare l'atto, ed a quel punto si ritroverà PROPRIETARIO PER 1000/1000 e potrà vendere al postante.

Se il venditore non intraprende azioni, allo stato attuale potrà vendere solo il diritto di superficie.

Attenzione perché in taluni casi può accadere che il diritto di superficie non sia liberamente alineabile, ma OCCORRA L'ASSENSO SCRITTO, OPPURE IL SILENZIO ASSENSO, dell'ENTE che DETIENE IL DIRITTO DI AREA.

E' talvolta richiesta - se parliamo di box auto - la creazione di legame pertinenziale con nuova abitazione, per consentire la vendita del diritto di superficie, il tutto con l'approvazione e supervisione dell'ente che detiene il diritto di AREA.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Devono cambiare le leggi vecchie dello stato italiano che incassa e non tutela chi affitta regolare chiedo più flessibilità e meno burocrazia
Non posso affittare casa in sucessione pagando le tasse di cedolare affitto a mio carico solo se cito anche l'altro intestatario cioè mio fratello nel contratto ma se l' la quota di affitto abitazioni sono due attaccate ma numero civico diverso e una è già affittata e mio fratello paga le tasse di cedolare a suo carico perché l'altra no .
Alto