1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,

    sono un nuovo utente e avrei bisogno di una delucidazione in merito ad un rogito che dovrei fare a breve termine.
    Siamo 4 eredi di un immobile ereditato dai nostri genitori ormai defunti e di cui faccio uso come prima abitazione. A breve dovrei effettuare un rogito di compravendita in cui 2 eredi dichiarono di vendermi la loro quota in cambio di più prestiti dati a loro in una data antecedente il 4 luglio 2006 quindi senza l'obbligo di tracciabilità. La mia domanda è possibile effettuare tale rogito con tali modalità di pagamento? quali documenti dovrei presentare e cosa devo esporre verbalmente davanti al notaio? grazie!

    Cordiali saluti
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Cerchiamo di capire. Tu hai prestato dei soldi a questi due signori. Signori che dal 2006 non hanno onorato il debito. Poi diventati eredi avete pensato. Dato che mi devi dei soldi perché in cambio non mi vedi le tue quote di eredità? Cosi ti togli il debito. La data che hanno contratto il debito non c'entra. Parlane con il notaio. Al limite chiederà la lettera di riconoscimento di debito se c'era oppure una dichiarazione che hanno effettivamente ricevuto quei soldi in prestito. Dichiarazione che inserirà nell'atto di compravendita e l'atto di compravendita delle quote farà da quietanza e estinzione del debito contratto a suo tempo.
     
    Ultima modifica: 17 Marzo 2015
    A Bagudi e gmp piace questo messaggio.
  3. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    fino al 2010 2011 era pratica comune...più si va avanti più tale affermazione cede di credibilità. Comunque c'è un'eredità in mezzo e quindi si può ben giustificare come ha detto Rosa. In ogni caso la migliore soluzione sarebbe la Divisione senza conguagli anziché una vendita, dove cedono a te i loro diritti. c'è altro nell'asse ereditario?
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  4. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    la butto lì.
    se l'immobile è l'unico bene passato in eredità, i due eredi (immagino tuoi fratelli...) non possono rinunciare all'eredità in cambio della cancellazione del debito pregresso?
     
  5. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,

    grazie a tutti per il vostro aiuto. Rosa ha centrato la questione; scusatemi poi per non essere stato molto preciso, siamo in effetti 4 fratelli eredi dell'immobile. A Rosa avrei da chiedere quando dice che "La data che hanno contratto il debito non c'entra" ha voluto dire nel senso che non ha importanza?. A luna avrei da chiedere cosa sarebbe la "Divisione senza conguagli"? nell'asse ereditario intende se i miei fratelli che mi devono cedere la parte hanno figli o mogli? solo uno dei due ha moglie e due figli. A eldic rispondo: lo avevo pensato ma uno dei due miei fratelli come avevo scritto prima ha moglie e due figli, ciò non potrebbe compromettere la sicurezza dell'atto? per altro avevo dimenticato di dire che uno dei due fratelli ossia quello che ha moglie e due figlie ha anche un debito attuale con equitalia di circa 15.000,00 euro. La domanda che pongo a tutti qual'è la migliore soluzione da adottare per avere un rogito che mi possa far dormire sonni tranquilli anche per il futuro? grazie a tutti!
     
  6. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    scusate dimenticavo un altro appunto. Tempo fa chiesi a un notaio informazioni riguardo l'atto in oggetto e mi disse che oltre l'atto era necessario che ogn'uno degli eredi prescrivesse il tacito consenso di eredità mentre qualcun'altro non me ne aveva nemmeno accennato o ritenuto necessario. Voi che dite?
     
  7. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Perdon volevo dire trascrivesse e non prescrivesse :)
     
  8. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La legge Bersani sull'obbligo di indicare le modalità di pagamento nell'atto riguarda atti traslativi ma con corrispettivo, in questo caso, il debito contratto non era a fronte della vendita delle quote di eredità, ma lo è diventato dopo. Quindi, e vedrai che il notaio seguirà la strada che ti ho indicato, nell'allegare all'atto la lettera di debito. A fronte di quel debito vendo queste quote e mi libero. Che poi sia vero o no, sono dichiarazioni fatte dalle parti dove se qualcuno vorrà opporsi può farlo. Il non indicare le modalità di pagamento non incide sulla validità dell'atto mi spiego? L'atto rimane valido ed efficace, spetterà a te dimostrare in altre sedi se effettivamente hai prestato quei soldi. Ecco che a completezza parlavo di dichiarazione di debito allegata e parte integrante dell'atto.

    cosa intendi per sicurezza dell'atto? Non rientrano nella comunione dei beni e sono beni personali del coniuge, i beni acquisiti dopo il matrimonio per effetto di donazione e successione. Quindi tuo fratello seppur sposato in regime di comunione dei beni, potrà disporre del bene perché suo personale.
    Il mio consiglio è quello di chiedere conferme al notaio.
     
    A Luna_ piace questo elemento.
  9. Greta Phlix

    Greta Phlix Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se un coerede ha un debito con Equitalia dovete far intervenire Equitalia all'atto e estinguere questo debito
     
  10. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Rosa, per sicurezza dell'atto intendevo se un domani i suoi figli o moglie possono impugnare qualcosa nei confronti dell'atto, soprattutto se decidessimo di fare come ha detto Luna cioè la divisione senza conguagli dove cedono i loro diritti; in merito alla trascrizione tacita del consenso di eredità è obbligatoria oppure si può farne a meno? se non la si fa quali sono i rischi per l'acquirente cioè me? A Greta Phlix rispondo che quello è un problema di mio fratello non credo che a me tocchi il problema anche dopo l'acquisto della sua quota parte, per altro lui è anche proprietario di una quota parte dell'abitazione dove abita.
     
  11. Greta Phlix

    Greta Phlix Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se la parte di tuo fratello è ipotecata da Equitalia lui non la può vendere senza prima o contestualmente all'atto estinguere il suo debito. Per capire come stanno le cose devi fare una visura ipotecaria in conservatoria.
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    E' obbligatoria e viene fatta il giorno del rogito.
     
  13. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Rispondo a Greta: non credo che sia ipotecata perché il debito non supera i 20.000,00 euro.

    Rispondo a Bagudi: ma è obbligatoria per tutti e quattro gli eredi o solo per i due che vendono a me la loro parte?
     
  14. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    se proprio bisogna fare questa trascrizione posso fare "l'accettazione espressa" che da quanto ho letto in rete si scrive di proprio pugno senza l'uso del Notaio?
     
  15. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Rispondo all'ultima domanda e poi leggo il resto. L'accettazione espressa di eredita' si fa esclusivamente dal notaio o in tribunale del luogo in cui si é aperta la successione.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  16. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Leggendo tutto in parte mi associo a quanto detto da Rosa.
    Rosa il problema della rinuncia all'eredita' con moglie e figli credo si riferisse alla rappresentazione. Effettivamente i figli possono accettare in Luogo del padre. Essendo unico bene non c'é che dividere....fai la compravendita se il Notaio mette in atto. Ma potrebbe delinearsi una datio in solutum. Loro si liberano dal debito "pagando"in natura anziché denaro. La compravendita mi suona strano nonostante tutto perché vedo più una datio in solutum come pagamento del debito
     
  17. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Luna. Non hai detto però se il tacito consenso devono farlo tutti e quattro gli eredi o solo i due fratelli che devono cedermi la parte. Riguardo poi al debito di mio fratello con equitalia posso stare tranquillo dopo l'atto o quest'ultimo si può rivalere nonostante mio fratello sia proprietario del 50% della casa dove abita?
     
  18. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Qualsiasi atto dispositivo dei beni ereditari comporta accettazione tacita della medesima peri papartecipanti all'atto. Sarà il notaio a fare comunque una apposita clausola in atto stesso,che sarà esso stesso titolo per la trascrizione della medesima.
     
  19. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Luna e tutti voi della forum!
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  20. antlr

    antlr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho contattato un Notaio il quale mi ha detto che non è obbligatoria ma va fatta solo se si intende vendere la casa in breve tempo e per cautelarsi nel caso possa uscire un nuovo erede di cui non si conosce l'esistenza, per altro dopo 10 anni decade il rischio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina