1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Livio Caenazzo

    Livio Caenazzo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buonasera a tutti,
    sono in procinto di concludere l'acquisto di un appartamento che prima del preliminare di acquisto non risultava completamente accatastato (mancavano 3 vani). L'attuale proprietario, come da mia richiesta ha provveduto all'accatastamento dei vani prima "fuori regola". Il rogito dell'appartamento avverrà a metà del prossimo mese.


    La procedura di accatastamento è stata presa in carico dal comune, me è purtroppo emerso che probabilmente ci sarà una sanzione di diverse migliaia di euro per il precedente mancato accatastamento dei suddetti vani. Quello che mi è stato proposto dall'agente immobiliare che ha seguito la trattativa è stato dividere equamente gli oneri di tale sanzione dato che la richiesta di accatastamento è stata voluta da me.
    E' secondo voi corretto?

    grazie in anticipo per i suggerimenti
     
  2. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Hahahhaahahahaha
     
    A ssimone75, mata, smoker e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  3. Livio Caenazzo

    Livio Caenazzo Membro Junior

    Privato Cittadino
    mi pare quindi di capire che trovi risibile la proposta dell'agente...
     
  4. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Domandati perche' dovresti pagare per i problemi che ha creato qualcun altro.........
    Certo che la faccia tosta a certa gente non manca eh....:)
     
    A Tobia, andre86, PROGETTO_CASA e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  5. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Saranno forse gli oneri concessori per la regolarizzazione urbanistica in sanatoria?
    L'accatastamento non è competenza del comune.
    Mi pare che l'agente stia agendo professionalmente scorretto.
    Comunque se vogliono vendere al tuo prezzo pattuito debbono consegnare l'immobile conforme a tutte le norme edilizie.
    Non acconsentire ad alcun contributo alle spese anzi fatti assistere da un tecnico per evitare raggiri così come quello di già prospettato.
     
    A sarda81, Bagudi, Rosa1968 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  6. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :^^: a volte succede che i vani svaniscano (scusa se rido)

    Strano sentire parlare di una sanzione di diverse migliaia di euro :domanda:
    se è un problema del solo catasto , non si parla di sanzioni ma di spese ed oneri riferite al catasto stesso .

    Le sanzioni riguardano prettamente una multa , uso questo termine per non cadere in una ripetizione grammaticale, per aspetti di autorizzazioni Comunali mancanti
    (questo è quello che solitamente accade per eventuali cambiamenti che sono stati apportati ad un immobile senza alterarne la cubatura ) sanzioni pecuniarie

    Ma questi miracolosi 3 vani in più da cosa sono stati scaturiti ? un progetto approvato ? una domanda di condono fatta nei termini in cui tale richiesta di sanatoria si poteva presentare (ora non più ) ?

    Ora senza andare troppo nel profondo e tralasciando tutti i dubbi che ai più attenti possano emergere ( anche sulla fattibilità di una regolarizzazione) ......... tu stai acquistando un immobile , mi spieghi perchè dovresti contribuire equamente a regolarizzare quello che stai pagando ?


    cavolo
    certo che pure tu hai certe pretese ...... :occhi_al_cielo:
    pretendi di acquistare un immobile e pretendi pure che lo stesso sia in regola catastalmente ( mi preoccuperei più di urbanisticamente)

    Sei veramente troppo esigente come acquirente :disappunto:

    spero tu sia riuscito a percepire la vena ironica :D
     
    Ultima modifica: 26 Marzo 2014
    A Tobia e Livio Caenazzo piace questo messaggio.
  7. Livio Caenazzo

    Livio Caenazzo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta esaustiva ingelman.

    Questi tre vani sono sempre esistiti, precedentemente erano accatastati come 'soffitta' quando in realtà si tratta di 2 camere e di un bagno (abitabili). Ho quindi richiesto che venissero accatastati regolarmente.
     
  8. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tu usi il termine accatastati regolarmente
    quindi questo lascerebbe presupporre , oltre che l'accatastamento, il cambio di destinazione d'uso della soffitta in vani o superfice residenziale.

    Questo mi lascia immaginare che l'unica strada percorribile sia il recupero dei sottotetti che prevede una pratica urbanistica (Comunale) per la quale gli oneri sono decisamente alti , sempreche tale strada sia percorribile in base gli strumenti e regolamenti urbanistici vigenti nel tuo Comune (altezze medie etc).

    Se quello che ho immaginato e postato corrisponde ad una giusta interpretazione della tua situazione , la giusta risposta al quesito iniziale rispetto alla leggitimità o meno di farti pagare la metà delle sanzioni ( in questo caso andrebbe usato il termine oneri) potrebbe essere leggittima

    mi spiego

    una cosa se ti è stato proposto un immobile composto da un piano residenziale e da un vano soffitta composto da due locali (due camere) e un vano lavatoio (bagno) , quindi dando per scontato che tu sia stato messo a conoscenza e reaso edotto della tipologia di acquisto che stavi facendo

    Diverso se ti è stato proposto in vendita un immobile su due livelli entrambi residenziali che poi in realtà si è scoperto che si trattava di un piano residenziale con annessa soffitta

    Giusta comunque la scelta di percorrere la strada di "recuperare il sottotetto" e renderlo abitabile

    Le premesse della trattativa e della determinazione del prezzo iniziale solo tu le conosci ed in base a queste devi fare le giuste valutazioni se le pretese di dividere le spese per un "possibile cambio d'uso della mansarda" sono giustamente motivate.
     
    A sarda81, Livio Caenazzo e Bagudi piace questo elemento.
  9. Livio Caenazzo

    Livio Caenazzo Membro Junior

    Privato Cittadino


    Buongiorno,

    l'appartamento ci è stato inizialmente proposto come immobile su due livelli, con il secondo livello parzialmente accatastato come soffitta. Al momento del preliminare d'acquisto l'attuale proprietario ha acconsentito al recupero del sottotetto assumendosi i relativi oneri, non immaginava però di sforare il 20% di margine di ampliamento di cubatura dell'immobile che se ho ben capito è il limite sotto il quale non vengono applicati oneri ulteriori.
    Trovandosi quindi a dovere affrontare questa spesa imprevista si è generata la situazione corrente.
    Spero di avere fornito tutti gli elementi necessari a valutare bene il caso.

    Grazie ancora per le preziose considerazioni.
     
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se compri un chilo di mele deve essere un chilo di mele e non di pere, hai comprato un appartamento deve essere un appartamento non un appartamento per metà
    chiedi e pretendi che la documentazione sia conforme alla situazione attuale
     
  11. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Gli oneri sono a carico suo se poi ha fatto calcoli sbagliati l'errore e' suo.Non vedo perche' dovresti pagare tu.
     
  12. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Macché!
    È il limite massimo di ampliamento, più di quello non si può
     
    A ssimone75 piace questo elemento.
  13. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Scusami Livio Caenazzo ma ci sono ancora cose poco chiare
    che intendi quando dici " secondo livello parzialmente accatastato come soffitta?) perchè parzialmente accatastato ?

    prima avevi scritto :

    quindi quì parliamo di cambio di destinazione d'uso
    poi però scrivi :

    poi usi il termine di ampliamento

    credo che qui si stia mischiando due leggi una riferita al piano casa e l'altra riferita al recupero dei sottotetti già esistenti (ribadisco credo) .
    C'è da dire che poi ogni Regione e Comune ragiona in modo a sè .....

    Questo è quello che Prevede la Regione Lazio (non ho visto da dove stai scrivendo)

    L.R. 16 Aprile 2009, n. 13
    Disposizioni per il recupero a fini abitativi dei sottotetti e
    sistenti (1)
    http://www.asppiroma.it/LR_13_2009-recupero-sottotetti.pdf
     
  14. Livio Caenazzo

    Livio Caenazzo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno, al secondo piano ci sono 4 stanze (1 studio, 2 camere, 1 bagno), soltanto una al momento del preliminare era accatastata come camera, le altre erano accatastate come soffitta. La mia richiesta era stata di rendere conformi i dati catastali rispetto a quello che era lo stato effettivo della casa prima di procedere con il rogito. Allego la parte del preliminare relativa a questo aspetto, sperando di rendere più chiara la questione.

    Sono di Udine, grazie ancora per l'aiuto.
     

    Files Allegati:

  15. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Mettiamo da parte tutte le disquisizioni tecniche e le varie interpretazioni
    da quello che hai postato è chiaro l'obbligo del venditore di rendere l'immobile al momento dell'atto definitivo, conforme sia catastalmente che urbanisticamente con il cambio di destinazione d'uso ottenuto.

    Detto ciò quello che gli altri amici del Forum ti hanno già scritto è giusto.
    Pretendi che il venditore adempia a quello che si è obbligato a fare,
    gli oneri spettano a lui .
     
    A cafelab piace questo elemento.
  16. Livio Caenazzo

    Livio Caenazzo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Molto bene, grazie a tutti!

    :ok:
     
    A ingelman piace questo elemento.
  17. Gus

    Gus Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Tutte le spese per concessione edilizie ( e relativi oneri ) nonchè successivo accatastamento, sono a totale carico del venditore.
     
  18. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    curiosità mia:

    il comune potrebbe richiedere anche un conguaglio (stesso immobile ma nella realtà era 3 vani più grande) per la differenza di IMU non versata negli ultimi 5 anni?
    Se esiste questa possibilità, tale importo è già stato conteggiato dal comune al proprietario o la multa potrebbe essere successiva al rogito ?
    Esiste un rapporto di solidità con l'acquirente?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina