• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

gianni1949

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#1
buongiorno, io e mia sorella (unici eredi con in questo momento figli maggiorenni) abbiamo ereditato da nostra madre deceduta nel 2012 alcuni immobili dei quali, al momento di ereditare, avevamo deciso di mantenere per ambedue il possesso al 50%. Ultimamente abbiamo pensato di cedere vicendevolmente il proprio 50% di un immobile in modo da avere ciascuno di noi il 100% di uno solo dei due immobili. Voglio Precisare che non esiste tra noi alcun contrasto in senso economico. Gli immobili sono un bar con rendita catastale pari a 656,16€ ed un appartamento con rendita catastale di 529,37€. Non ci sarebbe alcuna compensazione in denaro. A parte le spese notarili a cui andremmo incontro, è possibile conoscere quali sono e a quanto ammontano le tasse da pagare nel caso di una permuta che pare sia la cosa più conveniente?
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#2
Non dovrebbe essere una permuta, ma una divisione della comunione ereditaria.
credo che la cosa più saggia sia chiedere un preventivo ad un notaio ( o più di uno), in modo da conoscere tutti i costi .
P.S. far fare il preventivo non costa niente.
 

CheCasa!

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
#3
buongiorno, io e mia sorella (unici eredi con in questo momento figli maggiorenni) abbiamo ereditato da nostra madre deceduta nel 2012 alcuni immobili dei quali, al momento di ereditare, avevamo deciso di mantenere per ambedue il possesso al 50%. Ultimamente abbiamo pensato di cedere vicendevolmente il proprio 50% di un immobile in modo da avere ciascuno di noi il 100% di uno solo dei due immobili. Voglio Precisare che non esiste tra noi alcun contrasto in senso economico. Gli immobili sono un bar con rendita catastale pari a 656,16€ ed un appartamento con rendita catastale di 529,37€. Non ci sarebbe alcuna compensazione in denaro. A parte le spese notarili a cui andremmo incontro, è possibile conoscere quali sono e a quanto ammontano le tasse da pagare nel caso di una permuta che pare sia la cosa più conveniente?
Si dovrebbe trattare di un atto di divisione che sconta, in assenza di conguaglio, un'imposta di registro dell'1%.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

truffato12 ha scritto sul profilo di il Custode.
Scusa custode ti devo parlare in privato posso?
A quali conseguenze legali va in contro l'agenzia immobiliare che modifica il prezzo di vendita di in immobile senza consultare entrambi I proprietari
Alto