1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. alexxx78

    alexxx78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Domandona...
    ma l imposta di registro viene applicata se compro un immobile soggetto ad IVA???
    Sulla rete trovo pareri discordanti...
     
  2. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    si viene appilcata in misura fissa
     
  3. Omar

    Omar Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    l'IVA è alternativa all'imposta di registro.
    quando una vendita è in regime di IVA, si applica l'imposta di registro in misura fissa a 168 euro.
     
  4. manu1974

    manu1974 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vero...si paga solo l'imposta fissa di € 168...e l'IVA si paga all'impresa dietro presentazione di regolare fattura...
     
  5. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Confermo quanto riportato nei tre post che mi precedono.
     
  6. Omar

    Omar Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    per completezza di informazione (visto che la normativa riguardante l'IVA non è affatto da sottovalutare) bisogna precisare che gli acconti prezzo sono soggetti a fatturazione e quindi regolati dal regime IVA con imposta di registro in misura fissa a 168 euro, se invece viene versata una caparra confirmatoria, essa non è soggetta a fatturazione, ma è in regime di imp di registro allo 0,50%.
    Fate attenzione a non scrivere mai su un preliminare che una somma costituisce "caparra confirmatoria e inizio di pagamento" come si usava frequentemente in passato e forse si usa ancora, perché, per le ragioni sopra espresse, si va a creare una contraddizione a livello fiscale e l'ufficio entrate tenderà senz'ombra di dubbio a tassare al 3%. (questo vale soprattutto per le vendite in regime di imp di registro.)
     
  7. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    AAAAAALLLLLLTTTTTT!!!!!!!

    Quando detto contiene degli errori:

    Per cessione in vendita di fabbricati abitativi di proprietà di imprese il calcole delle imposte è il seguente:

    -se realizzati da imp.costruttrici o di ripristino che hanno ultimato gli interventi da meno di 4 anni:
    IVA (4% agevolata, 10% ordinaria, 20 % se lusso)
    imp.registro €168
    imp. ipotecaria €168
    imp.catastale €168;

    -negli altri casi, e quindi anche come sopra ma con lavori ultimati da + di 4 anni o imprese non costruttrici-di ripristino:
    IVA esente
    imp. reg. 3% se agevolata, altrimenti negli altri casi 7%, calcolata sul valore di scambio, (non su quello catastale rivalutato!)
    imp.ipot €168
    imp.cat. €168

    Cordialmente
     
  8. Omar

    Omar Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    tutto giusto, io mi ero mantenuto ad un livello più superficiale della questione, ma non credo di aver scritto cose sbagliate!
     
  9. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare

    Questa volta Max non sono daccordo sull'applicazione del prezzo valore per le imprese costruttrici che hanno terminato l'immobile da più di 4 anni.
    Riporto estratto dalla Guida al Prezzo Valore dell'Agenzia delle Entrate:
    A chi si applica il sistema prezzo-valore
    Deve trattarsi di cessioni soggette ad imposta di Registro (escluse quindi, le cessioni soggette ad IVA) nei confronti di
    persone fisiche che non agiscano nell'esercizio di attività commerciali, artistiche o professionali. Sono quindi soggette
    al prezzo-valore anche le cessioni effettuate da società, imprese o enti, purché nei confronti di "persone fisiche" e
    purché soggette a imposta di Registro (non IVA). In altre parole, oltre a tutte le vendite in cui entrambe le parti sono
    “privati”, sono soggette a prezzo-valore anche le vendite fatte a persone fisiche, da cedenti non-soggetti IVA (associazioni,
    fondazioni e simili), e anche quelle fatte, sempre a persone fisiche, da società o imprese in regime di esenzione
    IVA; ad esempio, le vendite fatte da imprese costruttrici o di ristrutturazione poste in essere oltre i quattro anni dalla data
    di ultimazione della costruzione o dell'intervento
    , e le vendite fatte da imprese che non hanno costruito o ristrutturato
    l'immobile.
     
  10. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per completezza al mio post precedente allego integralmente guida al prezzo valore dell'Agenzia delle Entrate.
     

    Files Allegati:

    A il Custode piace questo elemento.
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    D'accordo con jrogin: prezzo valore anche x le imprese che hanno terminato i lavori da piu di 4 anni.
     
  12. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ALT ALT ALT... confermo di aver detto una Cappe**ata! per effetto della finanziaria 2007 il prezzo valore si applica non più solo per le compravendite tra privati, ma anche se il venditore è impresa di cui sopra, ma solo per fabbricati abitativi e loro pertinenze.

    entschuldigen Sie bitte
     
  13. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ... ed anche se a vendere è una società che non si occupa di ristrutturazioni o compravendite immobiliari. Sempre x immobili abitativi e pertinenze come indicato da maxmatteo.
     
  14. alexxx78

    alexxx78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino

    quindi praticamente è totalmente equiparato alla vendita tra privati???

    ma il prezzo valore (che sarebbe se non sbaglio la rendita catastale rivalutata ??) non si applica solo se prima casa??
     
  15. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si.

    Il prezzo valore è esattamente come dici la rendita catastale rivalutata.
    Si applica sia per la "prima casa" che per quelle successive.
    La differenza è l'indice di rivalutazione.
    Per l prima casa: (rendita catastale x 100) +5%+10% (in pratica rendita catastale x 115,5)
    Per la seconda casa: (rendita catastale x 100) +5% + 20% (in pratica rendita catastale x 126)
     
  16. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :ok:
    :ok::ok:
     
  17. alexxx78

    alexxx78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    piu' che esauriente!!!:ok:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina