1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Un'informazione utile



    Cancellazione delle ipoteche ultraventennali
    Italia | Agenzia del Territorio

    Con Provvedimento del 25 giugno 2012, il Direttore dell'Agenzia del Territorio ha esteso alle ipoteche iscritte da più di venti anni e non rinnovate la procedura semplificata di cancellazione disciplinata dall'articolo 40 bis del decreto legislativo n. 385 del 1° settembre 1993 (Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia). Il provvedimento si applica alle ipoteche iscritte da oltre venti anni, e non rinnovate, a garanzia di obbligazioni derivanti da contratti di mutuo o di finanziamento, concessi da banche ed intermediari finanziari, ovvero da enti di previdenza obbligatoria ai propri dipendenti o iscritti, ancorchè frazionate o annotate su titoli cambiari.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  2. Max_caos90

    Max_caos90 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Cosa vuol dire ipoteche ultra ventennali NON RINNOVATE??? Qualcuno mi spiega gentilmente questa legge?
     
  3. ledzeppelin

    ledzeppelin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    l'ipoteca dura vent'anni anche a fronte ad esempio di un mutuo di 30 anni , quindi allo scadere dei 20 anni l'ipoteca verrà rinnovata di altri 20 anni anche se alla fine del mutuo ne mancano 10! quindi se il debito si estingue prima dei 20 anni resta l'ipoteca ma va cancellata.
     
  4. vals55

    vals55 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Direi quelle iscritte a garanzia di un mutuo acceso più di 20 anni fa ed ormai estinto...per cancellare l'ipoteca a suo tempo si doveva ricorrere al notaio a pagamento...
     
  5. PCB005

    PCB005 Membro Junior

    Altro Professionista
    Esattamente l'ipoteca dura 20 anni (dopo di che si di ce che è andata perenta). La sua durata è indipendente dal finanziamento che garantisce. Voglio dire che sia che il finanziamento duri 15 o 25 anni l'ipoteca ne dura 20. Quindi se il finanzimento dura più del ventennio l'ipoteca prima del suo scadere va rinnovata (altrimenti si perde il grado della stessa e le prelazioni relative allo stesso) Purtroppo anche se l'ipoteca va perenta (in pratica è scaduta e non ha più pertanto il proprio valore di garanzia) questo non vuole dire che viene automaticamente cancellata. Per cancellarla (ossia scriverle accanto "CANCELLATA") occorre un ulteriore procedimento. Oggi in alcuni casi semplificato, obbligatorio (da parte della banca), ma comunque mai automatico.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    ecco appunto: per curiosità, in assenza dui patti specifici, a chi spetta la cancellazione dell'ipoteca? Alla banca che ne trae le garanzie, o all'ipotecato?
     
  7. PCB005

    PCB005 Membro Junior

    Altro Professionista
    È un po' complesso, dipende dal tipo di ipoteca (volontaira, legale, giudiziale), dalla garanzia per cui è effettuata (es. mutuo, conto ipo, debito generico etc), dal tempo che hai a disposizione ...
    Credo che il criterio dirimiente sia questo.

    Se parliamo di poteche volontarie rese a garanzia di un mutuo fondiario (ma credo ormai anche ordinario) allora ci pensa la banca (senza oneri per il mutuatario) secondo un procedimento "nuovo" che è quello introdotto dalla c.d. legge bersani. Attenzione che è più lungo rispetto al metodo tradizionale.

    Negli altri casi (sempre parlando di ipoteche volontarie) tieni presente che si deve andare dal notaio e che oltre al costo del notaio devi pagare le imposte (credo che solo l'ipotecaria sia lo 0.5% dell'importo iscritto). Pertanto la banca di sua spontanea volontà non fa nulla.

    A me è capitato alcune volte di lavorare su immobili che avessere ipoteche non cancellate e non perente ma cui il debito sottostante fosse estinto. Me la sono cavata organizzando un atto dal notaio in cui partecipava un funzionario della banca a cui avevo debitamente scritto ovvero la banca faceva pervenire quietanza al notaio che provvedeva alla richiesta di cancellazione al conservatore dei Registri immobiliari. Il probelma è però che spesso le banche non sanno effettivamente se il credito sottostante è estinto ovvero se ancora gli viene qualche cosa. Ti sembrerà strano, ma tra costituzione di società veicolo, fusioni ed incorporazioni tra banche, cessioni ex 58 tub, cartolarizzazioni e cessioni singole spesso chì risulta dai registri titolare dell'ipoteca non è più titolare del credito. E ciò rende difficilissimo e molto lungo capire da chi farsi rilasciare idonea documentazione.
     
    A Bagudi e Bastimento piace questo messaggio.
  8. gaetanosl

    gaetanosl Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve ma secondo lei tale ambito di applicazione si estende anche alle ipoteche volontarie ta privati a garanzia di titoli cambiari? E quindi per la cancelazione di un'ipoteca di questo tipo ormai ultraventennale non sarebbe necessario ricorrere al notaio? Grazie.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 23 Settembre 2015
  9. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Oggettivamente non lo so.

    Credo che l'unico a poter dare risposta immediata sia il notaio.
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina